Weekend sudamericano: il punto su Cile, Paraguay e Bolivia

Rewind su quanto successo nel weekend appena trascorso in Cile, Paraguay e Bolivia: dai successi delle grandi al clasìco di Asuncion, fino all’incredibile farsa di La Paz.

Questa volta vincono tutte: il Cobresal, che rimane in testa alla Primera Division cilena, e le tre grandi di Santiago. La Universidad de Chile è la squadra del momento; dopo aver vinto il “clasìco universitario” tre settimane fa i ragazzi del tecnico uruguagio Lasarte sembrano una squadra trasformata sotto l’aspetto psicologico, e l’ultimo turno – con il 4 a 0 rifilato al Cobreloa – pare confermare questa interpretazione. E’ ancora Canales ad aprire i giochi per la U, che con l’andare del tempo domina in maniera impressionante fino ad arrotondare con le reti di Magalhaes, Rodriguez e Lorenzetti. Un gol, l’ottavo del semestre, di Donoso permette invece al Cobresal di mantenere la vetta della classifica; la punta cilena in forza alla capolista, in odore di nazionale, alla prima occasione batte imparabilmente il portiere ospite, condannando un’ordinata (ma inconcludente) Ñublense. Un calcio di rigore segnato da Emiliano Vecchio regala al Colo Colo tre punti dopo due sconfitte consecutive: la vittima è l’Audax Italiano, sempre invischiato nelle parti basse della graduatoria. Infine, sorride anche l’Universidad Catolica, anch’essa tornata ai tre punti dopo un periodo di appannamento: contro La Calera i padroni di casa si trasformano in schiacciasassi, subiscono due gol evitabili ma ne mettono quattro (con Gutierrez, Muñoz e Rojas più un autogol) blindando in pratica il terzo posto utile per giocarsi l’accesso – tramite playoff – alla prossima Libertadores. Poco da segnalare sugli altri campi; la vittoria più inaspettata è quella del Palestino, messo sotto per oltre un’ora dalla U de Concepciòn dalla quale ne prende due, reagendo poi nel finale grazie ai gol di Valencia, Riquelme e Guajardo. Vittorie anche per Antofagasta (2-0 ai Santiago Wanderers), Union Española (1-0 all’Iquique) e Huachipato (4-1 al Barnechea), mentre ad Arica San Marcos e O’Higgins non si fanno male impattando a reti bianche.

1 Posizione precedente: 15 14 9 3 2 25 15 +10 30 WWWLD
2 Posizione precedente: 3 14 8 2 4 25 17 +8 26 WLLWW
3 Posizione precedente: 14 14 7 4 3 34 26 +8 25 WLDWW
4 Posizione precedente: 5 14 6 4 4 25 27 -2 22 WLDWD
5 Posizione precedente: 13 14 5 6 3 22 14 +8 21 DLWDL
6 Posizione precedente: 9 14 6 3 5 25 21 +4 21 LDLWD
7 Posizione precedente: 1 14 6 2 6 29 23 +6 20 WWWLW
8 14 5 5 4 17 18 -1 20 DDLWD
9 Posizione precedente: 12 14 6 2 6 22 24 -2 20 LWLDL
10 Posizione precedente: 18 14 5 4 5 17 15 +2 19 LWDDW
11 Posizione precedente: 17 14 6 1 7 22 21 +1 19 WLWWW
12 Posizione precedente: 4 14 5 4 5 23 25 -2 19 WWWDL
13 Posizione precedente: 6 14 5 4 5 16 19 -3 19 WWDDD
14 Posizione precedente: 7 14 4 5 5 18 19 -1 17 LDDDL
15 Posizione precedente: 16 14 5 2 7 19 24 -5 17 LLDLW
16 Posizione precedente: 11 14 4 3 7 14 16 -2 15 LWDDL
17 Posizione precedente: 2 14 3 4 7 15 20 -5 13 LDLDD
18 Posizione precedente: 10 14 1 2 11 8 32 -24 5 LLLLL

 

Nella giornata delle fughe (Guaranì e Cerro Porteño ormai sono imprendibili) il piatto forte in Paraguay era però il clasìco di Asuncion tra Olimpia e Nacional. Al “Manuel Ferreira” solo seimila spettatori assistono però al successo del Decano, bravo ad imporsi 1-0 sfruttando l’unica occasione di un derby fiacco e senza emozioni. A risolverlo è un calcio di punizione di Juan Manuel Salgueiro, bravo dopo sette minuti ad azzeccare la traiettoria imparabile per Don. La capolista Guaranì vince ancora, sale a quota 31 e tiene a bada il Cerro Porteño, anche lui reduce da tre punti ottenuti in scioltezza. Mentre i ragazzi di Fernando Jubero si sbarazzano del Deportivo Capiatà con un bel 3-1 (in gol Fernandez prima della solita coppia di attaccanti, Santander e Gamarra), gli azulgrana regolano 2-0 il Deportivo Santanì a domicilio, in un incontro difficile soprattutto per l’agonismo messo in campo dai padroni di casa. Un gol per tempo basta, comunque, all’ “equipo del barrìo obréro” per regolare la matricola: segnano, una volta per tempo, Ortigoza e Jonathan Santana. In coda, vittorie importanti per il General Diaz, che batte in trasferta 3-2 il Sol de America, e Sportivo Luqueño, 2-1 all’omonimo San Lorenzo. Nel posticipo arriva invece la rocambolesca vittoria del Libertad; il Gumarelo fatica sul campo del Rubio Ñu, ma dopo essere riuscito a riprendere due volte la gara (Camacho risponde a Corréa, Gonzalez a Florenciañez) trova l’acuto nel recupero con il colombiano Santiago Trellez.

1 13 10 1 2 32 17 +15 31 WWDLW
2 13 9 2 2 21 11 +10 29 WDWWW
3 Posizione precedente: 4 12 6 4 2 15 11 +4 22 WDWDD
4 Posizione precedente: 3 13 6 4 3 18 16 +2 22 LDWWD
5 Posizione precedente: 6 13 5 4 4 18 13 +5 19 WWDDW
6 Posizione precedente: 7 13 6 1 6 17 21 -4 19 WWWLL
7 Posizione precedente: 5 13 4 6 3 17 14 +3 18 LWWDD
8 Posizione precedente: 11 13 3 3 7 13 16 -3 12 WLLDL
9 Posizione precedente: 8 12 3 3 6 17 24 -7 12 LDLDL
10 Posizione precedente: 9 13 3 2 8 18 25 -7 11 LLLLL
11 Posizione precedente: 10 13 2 5 6 12 20 -8 11 LLLWD
12 13 1 3 9 16 26 -10 6 LLLLW

 

 

In Bolivia invece vanno in scena le comiche. L’Universitario di Sucre deve salire a La Paz per affrontare il Bolivar, ma in settimana – visto l’impegno in Libertadores – la società chiede di rimandare. La federazione non è d’accordo (i maligni dicono che sia Marcelo Claure, numero uno del Bolivar, a non voler concedere il rinvio) e obbliga la U ad affrontare la trasferta. Risultato: Julio Cesar Baldivieso presenta sette giocatori delle giovanili in campo e, dopo otto minuti, uno di loro finge un infortunio che farà sospendere la partita. Ah, per la cronaca, Callejon e Tenorio avevano già segnato due gol. La cosa fa infuriare la prima inseguitrice, The Strongest, fermata sul 2-2 dall’altra U, quella di Pando. Craviotto, tecnico del Tigre, ci dà giù pesante: “Quello che è successo va oltre il calcio ed il fair play. l’Universitario meriterebbe la radiazione“. Parole pesanti, dettate dalla frustrazione di chi si è visto sfilare via ogni possibilità di titolo; già, perchè adesso – quando al Bolivar verranno assegnati i tre punti – la distanza dal primo psoto sarà di sei punti. Troppi, vista la concomitanza con la Libertadores. Tornando al calcio giocato, i riflettori domenica erano puntati su Potosì, dove un gol di Justiniano ha permesso al Nacional di tornare alla vittoria proprio nel clasìco contro il Real. San José e Blooming, entrambe senza particolari obbiettivi, danno vita ad un emozionante 2-2 in quel di Oruro, mentre il Petrolero di Yacuiba ottiene tre punti importantissimi in chiave salvezza battendo 2-1 (doppietta di Robles) lo Sport Boys Warnes. Nel posticipo l’Oriente Petrolero batte 2-0 il Jorge Wilstermann: per il Gasolero segnano Saucedo su rigore ed il solito Duk.

1 14 10 2 2 29 12 +17 32 WLWWW
2 Posizione precedente: 3 15 8 5 2 34 15 +19 29 WWWWD
3 Posizione precedente: 2 15 8 4 3 36 21 +15 28 DLLWW
4 14 6 6 2 12 8 +4 24 LWWWD
5 15 5 8 2 20 13 +7 23 DWDDL
6 Posizione precedente: 8 16 5 7 4 19 19 +0 22 WWDDL
7 Posizione precedente: 6 13 4 5 4 17 17 +0 17 DDWDL
8 Posizione precedente: 7 15 4 3 8 17 19 -2 15 LLLLD
9 Posizione precedente: 11 14 2 6 6 12 17 -5 12 WDLWD
10 Posizione precedente: 9 14 3 3 8 13 22 -9 12 LLWLD
11 Posizione precedente: 10 15 2 5 8 14 43 -29 11 DLDLL
12 14 2 2 10 12 29 -17 8 LLDWD