URUGUAY: Che qualcuno si muova!

 

previo-aServirebbe proprio uno scossone a questo clausura per infiammare la corsa al titolo fin’ora caratterizzata da un’ incertezza che più che appassionare sembra delineare una situazione di pericolosa mediocrità. Si sono infatti alternate svariate squadre in testa alla tabla ma nessuna è riuscita ad imporre in maniera decisa la propria leadership in modo tale da creare veramente quei presupposti per candidarsi in maniera decisa alla vittoria finale.

Chi è da più tempo in vetta è senza dubbio El Tanque Sisley che però proprio nell’ ultima giornata ha visto crollare alcune certezze con la pesante sconfitta sul campo del Defensor. La squadra di Canobbio anche in questa giornata sarà attesa dallo scontro al vertice contro il Danubio che per quanto visto fino a questo momento sembra la squadra che riesce ad offrire il calcio più gradevole. Ha sicuramente una ghiotta occasione in vetta il Defensor che sarà ospite sul campo di un Racing partito bene in campionato ma che ora sembra aver svanito la brillantezza e l’ entusiasmo delle prime giornate.

 Un discorso a parte meritano invece le due grandi storiche d’Uruguay, Penarol e Nacional. Il Manya nonostante una buona partita in Libertadores contro l’ Emelec è tornato in patria con una brutta sconfitta che mette in serio pericolo il passaggio del turno e oltre a ciò si ritrova anche l’ infermeria piena di pezzi importanti, primo su tutti Zalayeta che sarà valutato all’ ultimo minuto se schierarlo o no nella sfida contro il Cerro Largo. Stanco ma con il morale a mille è invece il Nacional che nella giornata di giovedì ha ottenuto una brillante vittoria per quattro a zero contro il Toluca e si presenterà così alla sfida contro il rigenerato Bella Vista  con il giusto spirito.

Sfida per le zone alte della classifica anche quella tra Progreso e River Plate con i primi in cerca di rivincita dopo la brutta sconfitta interna con il Fenix, mentre i Darseneros puntano forte alla testa trascinati dal bomber gigante Felipe Avenatti.Facile almeno sulla carta la sfida al Estadio Belvedere tra Liverpool e Central Espaniol, con i Palermitanos in perenne crisi societaria e i negriazul che non possono lasciarsi sfuggire la ghiotta occasione di andare a quota undici. Chiuderà il programma della giornata la gara di Las Piedras tra la Juventud e il Fenix, due squadre che fin’ora rispecchiano perfettamente la mediocrità di questo clausura.

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

Sabato

Wanderers – Cerro

Liverpool – Central Espaniol

Penarol – Cerro Largo

Domenica

Progreso – River Plate

Bella Vista – Nacional

El Tanque Sisley – Danubio

Racing – Defensor

Juventud – Fenix