Uruguay: il punto della situazione sui principali Club della Primera Division

Mentre il popolo uruguayano attende con ansia l’ ottavo di finale del Mondiale che vedrà la Celeste lottare senza Suarez contro la Colombia, i Club della Primera Division lavorano in vista della prossima stagione. Molte squadre cambieranno volto: scambiandosi giocatori, lanciando qualche giovane di belle speranze e cercando soprattutto di comprare qualche buon rinforzo, nonostante siano poche le possibilità economiche delle società. Il Danubio proverà a difendere il titolo appena conquistato, mentre le due grandi del Paese, Nacional e Penarol, avranno molto di cui farsi perdonare dai propri tifosi considerando la pessima stagione disputata. Perlomeno i Tricolores si sono qualificati fortunosamente alla Libertadores, mentre agli Aurinegros è rimasto solo l’ amaro in bocca per essersi fatti sfuggire il campionato di Clausura, poi vinto dal Wanderers. Hanno salutato la massima serie Liverpool, Cerro Largo e Miramar. Il quadro della prossima Primera è quasi completo: già promosse dalla Segunda Division Tacuarembò e Atenas de San Carlos, l’ ultimo posto verrà preso dalla vincente della doppia finale tra Rampla Juniors e Villa Teresa, in programma sabato 28 Giugno e sabato 5 Luglio. Vediamo quali sono le attuali situazioni delle principali protagoniste del Futbol Uruguayo.

Salvador Ichazo lascia il Danubio
Salvador Ichazo lascia il Danubio

DANUBIO – Il 2013-2014 dei ragazzi di Leo Ramos è da incorniciare, la Franja ha messo in bacheca prima il titolo di Apertura e poi quello di Campeon Uruguayo grazie all’ avvincente tripla finale contro il Wanderers. Tuttavia El Danu ha già praticamente smantellato gran parte della squadra, purtroppo è difficile in Uruguay creare un ciclo duraturo con gli stessi calciatori. Ci sarà da disputare la Copa Sudamericana 2014 ed un’ importantissima Copa Libertadores nel 2015 e i dirigenti danubiensi sono chiamati ad un lavoro assai complicato. L’ elenco di quelli in partenza è lunghissimo: Bruno El Tuna Fornaroli va in Brasile al Figueirense, il centrocampista Gonzalo Porras passa al Club Nacional, il portierone classe ’92 Salvador Ichazo è destinato a giocare in Italia. Direzione europea anche per Camilo Mayada e Ignacio Gonzalez, infatti per loro si prospetta un roseo futuro, mentre il capocannoniere Jonathan Alvez sembra diretto verso il Messico. Dopo i sondaggi di Torino e Verona, El Diamante de Vichadero andrà a recuperare in terra messicana dall’ ultimo infortunio subìto e pare abbia già un accordo con una società locale. Il Messico sembra essere il prossimo campionato anche per l’ altro attaccante Diego Martinones, in scadenza di contratto e richiesto dall’ Estudiantes Tecos. Si tenta di far rimanere il classe ’94 Emiliano Velazquez, difensore sul quale c’è l’ interesse di squadre straniere. Rientrano vari prestiti come Jorge Gonzalez, Gabriel de Leon (Villa Teresa), Angel Cayetano (Racing) e Luis Martinez (Rampla Juniors). In entrata non si registrano colpi, ma il Presidente Oscar Curutchet è obbligato a dover allestire una rosa competitiva, in particolar modo nei confronti del tecnico Ramos che ha regalato dei successi storici al Danubio. In Agosto è previsto l’ esordio in Copa Sudamericana contro i paraguayani del Deportivo Capiatà e inizierà il campionato, sarà un’ annata massacrante e urge un organico ampio e all’ altezza.

Jorge Fucile prossimo ad approdare al Nacional (tenfield.com)
Jorge Fucile prossimo ad approdare al Nacional (tenfield.com)

CLUB NACIONAL – La notizia più sorprendente è la conferma di Alvaro Gutierrez sulla panchina tricolores. Subentrato come “traghettatore” all’ esonerato Gerardo Pelusso per le ultime tre giornate, El Guti ha collezionato nove punti che sono bastati per convincere il Presidente Eduardo Ache ad affidarsi a lui anche per l’ immediato futuro. Sembra che il gruppo sia in sintonia col nuovo allenatore, che inoltre ha il merito di conoscere bene anche le giovanili del Club, come dimostra l’ aver lanciato il canterano Leandro Barcia nel finale di campionato. Il Nacional ha un buon mix di ragazzi promettenti e giocatori esperti: su tutti gli attaccanti Pereiro e Mascia, affiancati da gente navigata come Alonso (se rimarrà) e Recoba che giocherà un altro anno. Tantissimi i nomi accostati al Bolso, sempre più vicini Jorge Fucile ed Eguren dal Palmeiras, si tratta per il ritorno di Cristian Pichon Nunez e anche l’ armeno Guevgeozian dell’ Alianza Lima. Sondati in patria il difensore del Defensor Sporting Nicolas Correa, con Martin Diaz e Gaston Bueno del Wanderers, potrebbero invece partire Maxi Calzada e Juan Manuel Diaz. Definita anche la cessione al Kuban Krasnodar del classe ’93 Gonzalo Bueno, ora cercato pure dalla Serie A. Saluta il grande capitano Andres Scotti, alla soglia dei 40 anni, così come i vari Darwin Torres, El Canguro Porta e Santiago Garzia. Infine Coates, attualmente impegnato con la Celeste, tornerà in Inghilterra al Livepool dopo sei mesi trascorsi in patria ed è tramontato l’ obiettivo Damonte dell’ Estudiantes La Plata. “Ci servono due difensori, un terzino, un centrale di centrocampo e un attaccante”, dice Gutierrez, “il Nacional deve tornare a lottare per il vertice e a farsi valere a livello internazionale”. I Blancos del Parque Central hanno un’ ossatura di rilievo e con alcuni acquisti ben mirati possono riscattare la brutta figura rimediata nell’ ultima Libertadores, una sfida affascinante quanto proibitiva per il novizio Alvaro Gutierrez.

Antonio Pacheco, classe '76
Antonio Pacheco, classe ’76

PENAROL – Il capitano Tony Pacheco sembra essersi deciso a giocare ancora. Il trentottenne idolo carboneros non ha resistito alle suppliche dei suoi tifosi, l’ amore mostrato dalla gente del Penarol lo ha convinto a non lasciare il calcio. La speranza è quella di salutare conquistando un ultimo trofeo. Scontato dire che il Presidente Juan Pedro Damiani pretende un pronto riscatto da tutta la squadra e dal tecnico Jorge Fossati, dopo aver terminato la stagione in maniera deludente e senza qualificarsi alla Libertadores. Acquistati il portiere argentino Pablo Migliore (sarà il titolare al posto di Juan Castillo) e il laterale sinistro brasiliano Diogo Silvestre, si sogna il ritorno del Vasquito Aguirregaray dall’ Estudiantes La Plata. Fossati ha dato l’ ok, oltre per Pacheco, anche per i rinnovi di Aguiar, Dario Rodriguez e Macaluso. Fa male la perdita di Jonathan Rodriguez, ma era inevitabile la sua partenza verso l’ Europa. E’ ormai cosa fatta il trasferimento in Portogallo, allo Sporting Braga. Il talentuoso e guizzante attaccante ha salutato con immensa tristezza il Penarol, quasi 5 milioni di Euro è costato ai portoghesi che hanno fatto certamente un affare. Pensare che fu pagato dagli Aurinegros 7000 dollari nel 2012 per prelevarlo dall’ Atletico Florida e sembra che la clausola fissata ora su di lui sia di 30 milioni, col Penarol che avrebbe il 15% sulla eventuale prossima cessione. E’ stato offerto Urretaviscaya, ma il suo ritorno è stato scartato dal Penarol causa lo scarso impiego nel campionato portoghese. Desta dubbi anche l’ ingaggio dell’ attaccante Rodrigo Lopez del Libertad, ormai verso i 36 anni. Vicino invece il ritorno di Guillermo Rodriguez dal Torino, sarebbe un tassello importante per la retroguardia. Aggregato in prima squadra Alejandro Siles, nato nel ’93 e rientrato dal prestito al Tanque Sisley. L’ interessamento verso Lucas Olaza, talento della Nazionale uruguayana Sub 20, è concreto ma l’ operazione molto complicata. Il laterale sinistro è passato dal River Plate Montevideo all’ Aletico Paranaense ad inizio Brasileirao, senza però ambientarsi, vedremo se ci saranno sviluppi. Fiducia in Carlos Nunez, 22enne attaccante molto rapido ma discontinuo, il reparto offensivo vede inoltre la presenza del classe ’90 Gabriel Leyes. Potrebbero altresì sbocciare in prima squadra Naithan Nandez (19, difensore) e Kevin Mendez (18, centravanti): entrambi hanno fatto faville a livello giovanile e il secondo è stato paragonato a Tevez, attirando le attenzioni di società italiane. La priorità per il Campeon del Siglo rimane quella di acquistare una punta che possa garantire un certo quantitativo di goal, i soldi guadagnati dalla partenza di Rodriguez rappresentano un buon tesoretto. Serve gente motivata, che possa abbassare l’ età media di un gruppo che anche in questa stagione ha fatto pesare troppe volte le proprie sorti sulle spalle di Zalayeta e Pacheco.

Jonathan Rodriguez si accasa allo Sporting Braga
Jonathan Rodriguez si accasa allo Sporting Braga

 

Mentre proseguono i lavori per la costruzione del nuovo stadio che sorgerà sulla Ruta 102, la rosa si sta allenando duramente all’ Estadio Domingo Burgueno di Maldonado, agli ordini di un Flaco Fossati ansioso di avere al più presto ogni reparto al completo. L’ esperto timoniere gode della stima dell’ ambiente e della società ed avrà la possibilità di guidare il Penarol al successo, cancellando il rammarico per l’ annata appena trascorsa. Ovviamente ha bisogno di calciatori all’ altezza: primeggiare in patria è un dovere e lo stesso vale a livello continentale. L’ assenza dalla Libertadores è uno smacco per il palmares internazionale degli Aurinegros e in Sudamericana bisognerà arrivare in fondo, a partire dal primo turno contro i boliviani del Jorge Wilstermann. Un sorteggio tutt’ altro che agevole considerando che la gara di ritorno si terrà sui 2500 metri di altezza di Cochabamba.

Guzman Pereira
Guzman Pereira

WANDERERS – La banda diretta da Alfredo Arias è stata una rivelazione in questa stagione. I Bohemios, praticando un calcio divertente e offensivo, hanno raggiunto la vittoria nel Torneo di Clausura e perso solamente ai rigori il titolo nazionale contro il Danubio. Confermatissimo quindi Mister Arias, che presto dovrebbe trattare il rinnovo del contratto in scadenza a fine 2014. Il clima è sereno e un bell’ asado di fine stagione assieme ai tifosi ha rinsaldato il rapporto tra squadra e ambiente esterno. Tuttavia tengono banco le prossime elezioni presidenziali, l’ attuale leader Raul Aguerrebere potrebbe lasciare il posto a qualcuno di cui si fida molto, tipo Victor Frattini. Come detto i difensori Gaston Bueno e Martin Diaz sono nel mirino del Nacional e il centrocampista classe ’91 Guzman Pereira è ambito all’ estero, chissà se partiranno o continueranno a vestire la maglia dei Vagabundos. Potrebbe rimanere in Europa Hernan Menosse, quest’ anno in prestito al Recreativo Huelva. In tutto sono dieci i giocatori in scadenza, ma la maggior parte dovrebbero rinnovare. Il bomber Sergio Chapita Blanco è attualmente infortunato, alcune squadre lo cercano, ma los hinchas del Wanderers sperano di rivederlo in coppia con Rodrigo Pastorini. Un tandem di attaccanti così potrà essere utile in Libertadores, dove i Bohemios si presenteranno nei panni di matricola pronta a stupire. Vero, in entrata al momento tutto tace e le imminenti elezioni non aiutano in questo senso, ma anche il Defensor Sporting destava molte perplessità ad inizio di questa Libertadores e ora si trova in semifinale.

Gaston Silva 20enne
Gaston Silva, 20enne difensore

DEFENSOR SPORTING – La Violeta ha meravigliato tutti in Sudamerica. Gli uomini di Fernando Curutchet hanno intrapreso un cammino entustiasmante in coppa e adesso attendono la fine del Mondiale brasiliano per giocarsi la semifinale contro il Nacional Asuncion. Detto che la decisione di far disputare semifinali e finali dopo il Mondiale è una specie di follia, si spera che El Defe non abbia perso lo smalto e la voglia di coronare il suo sogno. Trascinato dal trio composto da Nico Olivera, De Arrascaeta e Gedoz il team del Parque Rodò ha eliminato compagini come U de Chile, The Strongest e Atletico Nacional, raccogliendo complimenti in tutto il Continente. I gioielli messi in vetrina sono diversi e fanno gola a molte pretendenti. La Violeta il 6 Luglio si recherà in Argentina per una serie di amichevoli contro Moron, Velez, Gimnasia e Arsenal, tutti agli ordini di Curutchet che spera di mantenere la rosa intatta per lo meno fino al termine della Libertadores. Il Presidente del Defensor Daniel Jablonka è in stretto contatto con l’ agente di De Arrascaeta, il ben noto Daniel Fonseca, per decidere cosa farne successivamente del futuro della piccola stella uruguayana. Stesso discorso per altri due elementi fondamentali del Defensor: il portiere Martin Campana, 25 anni, è cercato in Europa come rivelato dal suo procuratore Flabio Perchman e anche il forte difensore Gaston Silva è prossimo a salutare l’ Uruguay, Italia o Spagna nel suo destino. Ritornano dai prestiti Pablo Pintos, Matias Soto e due giocatori che hanno fatto molto bene nelle fila del Fenix come Maxi Callorda (richiesto ora in Guatemala) e Anibal Hernandez. Si tratta invece per il rinnovo di Mario Regueiro, Fleurquin, Ignacio Risso e Adrian Luna, mentre si cerca di trattenere ancora in prestito il centrale classe ’83 Nicolas Coto Correa, di proprietà dei colombiani del Santa Fe. L’ andata della semifinale della Copa è in programma all’ Estadio Defensores del Chaco per il 22 Luglio e i tifosi viola si augurano di avere tutti arruolabili, chiedendo ragionevolmente uno sforzo alla società.

Hamilton Pereira
Hamilton Pereira

RIVER PLATE – Guillermo Almada rimane sulla panchina dei Darseneros (nonostante le richieste insistenti dal calcio arabo) e avrà al fianco un nuovo preparatore atletico come Gonzalo Bocha Barreiro. Il suo River Plate non dovrebbe stravolgere l’ organico: “abbiamo le idee chiare, vogliamo cambiare poco e in porta daremo spazio a Danilo Suarez o Gaston Olivera”. Se ne va infatti il numero 1 Damian Frascarelli, direzione Nublense in Cile: “grazie al River per due anni fantastici, ho ricevuto una proposta dai dirigenti cileni dopo avermi visto nella gara contro il Defensor e ho accettato”. Oltre a lui, è stato chiuso il trasferimento di Hamilton Pereira ai messicani del Morelia, mentre si segnalano dei sondaggi esteri nei riguardi del 20enne Martin Alaniz. Torna ad allenarsi invece al Parque Saroldi il brasiliano Gabriel Marques, aggregati anche cinque ragazzi della Primavera. Il River ha giocato una bella stagione, sfortunata però come poche: titolo di Apertura e qualificazione alla Libertadores soltanto sfiorate, ma i ragazzi di Almada hanno voglia di sorprendere ancora in veste di guastafeste. Prossimo impegno internazionale sarà quello di Copa Sudamericana contro i più quotati cileni della U Catolica.

Altri movimenti significativi in uscita sono stati ufficializzati. Il Rentistas saluta due pezzi pregiati come il portiere Guillermo Reyes e l’ attaccante Octavio Rivero, che con nove reti siglate nel Clausura ha contribuito in modo determinante alla qualificazione dei Bichos Colorados alla Copa Sudamericana (primo turno contro il Cerro Porteno). Entrambi sono attesi in Cile, alla corte di Huachipato e O’ Higgins. Ai titoli di coda anche l’ esperienza di Luis Gorocito con il Racing: le sue tredici realizzazioni stagionali hanno attratto squadre svizzere e messicane, decise a comprare il 22enne. Il Fenix cambia guida, non rinnovato il contratto di Juan Tejera, autore comunque di un ottimo lavoro; si valuta di promuovere dalla Tercera Division una vecchia conoscenza del calcio italiano come Nelson Abeijon. Attenzione anche a un altro dei tanti gioielli futuri uruguayani, infatti il Fenix sta per cedere ad un gruppo europeo l’ appena 18enne Franco Acosta, che ha ben figurato nell’ ultimo Clausura. In conclusione El Tanque Sisley presta per un anno Jonathan Iglesias ai francesi del Nancy. Nel prossimo mese è probaibile che verranno effettuate tante altre operazioni.

Octavio Rivero va all' O' Higgins
Octavio Rivero va all’ O’ Higgins