Uruguay – Al Gran Parque Central c’è Nacional-Defensor, il Penarol può approfittarne

Lo storico Gran Parque Central

Nel weekend andrà in scena l’ 8° turno di Apertura in Uruguay, con i riflettori puntati sullo scontro al vertice tra Nacional e Defensor Sporting: 16 sono i punti del Tricolor, 13 quelli della Violeta. Una partita che potrebbe consentire al Penarol di avvicinarsi agli arcirivali in vetta alla classifica, a patto che gli Aurinegros riescano ad espugnare il campo del claudicante Danubio. La quarta forza del campionato, ovvero il Fenix, farà visita al Villa Teresa ultimo, interessante pure lo scontro tra Wanderers e Tanque Sisley che hanno entrambe 11 punti. A caccia di punti andranno anche il River Plate e il Liverpool, che sognano di insediare le prime posizioni, ma dovranno battere la resistenza delle ostiche Juventud e Sud America. Completano il quadro Plaza Colonia-Cerro e Rentistas-Racing.

Il Complejo Rentistas
Il Complejo Rentistas

Rentistas-Racing, Estadio Complejo Rentistas, sabato 20.30 – Pronostico: goal, x – Il Rentistas non se la passa per niente bene in questo avvio di stagione, in cui ha collezionato 8 punti. La squadra di Valentin Villazan (che per l’ occasione sconterà un turno di squalifica) occupa il quart’ultimo posto nella Tabla del Descenso e sente sempre più il fiato sul collo del Liverpool, che a piccoli passi si sta avvicinando alla zona salvezza. La vittoria manca da quattro partite, ma il Rentistas ha dato segnali di risveglio incoraggianti nell’ ultima sfida terminata 3 a 3 in casa del Sud America. Servirà a tutti i costi una vittoria davanti il proprio pubblico e così Villazan si affiderà ad un attacco giovane e frizzante formato da David Terans (’94), Gustavo Alles (90′) e Lucas Rodriguez (’93). Anche il Racing dal canto suo ha palesati parecchi problemi in questa prima parte di stagione, tant’é che la dirigenza ha optato per l’ esonero di Santiago Ostolaza, al quale è subentrato Dario Larrosa: il tecnico ha esordito con la sconfitta per 3 a 1 con il Penarol e domenica scorsa ha pareggiato 0 a 0 con il Danubio. Adesso c’è bisogno di smuovere sensibilmente la classifica e le speranze racinguistas sono riposte specialmente su Liber Quinones, cannoniere della storia del Club di Sayago. Ad affiancarlo in attacco ci sarà il giramondo Jonathan El Turco Ramis, soltanto panchina per Leandro Ezquerra (finora 3 goal). I tre precedenti in casa del Rentistas sono finiti tutti per 1 a 1.

Il Parque Nasazzi è in realtà la casa del Bella Vista
Il Parque Nasazzi è in realtà la casa del Bella Vista

Villa Teresa-Fenix – Estadio José “Mariscal” Nasazzi, sabato 20.30 – Pronostico: goal, x – Disperatamente a caccia di punti-salvezza il Villa Teresa di mister Vito Beato, che in classifica ha appena 5 punti nonostante abbia sempre tenuto testa ai rivali. Diverse defezioni però gravano sull’ organico biancorosso, dove mancheranno per infortunio Leites, Cristian Gutierrez e Arguinarena e per squalifica l’ attaccante titolare Martinones. Tuttavia l’ umore del Villa Teresa è positivo dopo l’ 1 a 1 strappato in casa del Defensor Sportig, ma fare risultato contro un Fenix così in salute non sarà per niente facile. Infatti, gli Albicelestes guidati da Rosario Martinez, si trovano al 4° posto e fino adesso hanno perso appena una gara contro il Penarol. La batteria di attaccanti del Fenix è sicuramente di tutto rispetto per il torneo locale e il tridente offensivo sarà composto dal 22enne canadese Lucas Cavallini, da Maxi Perez (4 goal) e uno tra il panameno Cecilio Waterman e l’ esperto Martin Liguera.

Il Jardines del Hipodromo
Il Jardines del Hipodromo

Danubio-Penarol – Estadio Jardines del Hipodromo, sabato 20.30 – Pronostico: goal, over 2,5 – Il piatto forte delle tre sfide del sabato è senza dubbio l’ incontro tra i Franjeados e i Carboneros, due squadre di grande tradizione in Uruguay, con il Danubio che spesso e volentieri ha saputo mettere i bastoni tra le ruote sia Penarol sia all’ altro gigante Nacional. Purtroppo però in questo Apertura 2015 ci saranno pochi sogni di gloria per il Danu, che ha dovuto cacciare Jorge Castelli dopo la precoce eliminazione in Sudamericana e i soli 7 punti conquistati in 6 giornate. Al suo posto è stato chiamato Luis Gonzalez (nel 2005 riuscì nel miracolo di vincere l’ Apertura sulla panchina del Rocha), che ha cominciato con lo 0 a 0 contro il Racing una settimana fa. Il match con il Penarol rappresenta di sicuro uno scoglio difficile da superare, ma che potrà dare indicazioni importanti al nuovo tecnico, intenzionato a schierare da subito una formazione votata all’attacco. Il tandem Gonzalo Barreto-Juan Manuel Olivera sarà supportato dagli inserimenti di Grossmuller, attenzione alla voglia dei giovani Marcelo Saracchi (addirittura classe ’98) e Federico Ricca (’94) che dovrebbero agire entrambi sulla fascia sinistra. Il Penarol sembrava aver finalmente ingranato la quinta dopo aver inanellato 3 vittorie di fila, ma lo scorso fine settimana è arrivata la batosta per mano del River Plate a far ricadere lo sconforto nell’ ambiente oro-nero. La prestazione degli uomini di Bengoechea è stata allarmante, ma El Profe sembra orientato a dare fiducia agli stessi undici, con in panchina il neo-acquisto Guillermo Rodriguez (tornato dalle esperienze con Verona e Torino). Confermata dunque la linea a quattro che ha fatto acqua da tutte le parti contro il River, davanti il tridente Forlan-Zalayeta-Ifran, con gli scalpitanti Albarracin, Luque e Palacios pronti a subentrare. Portare a casa l’ intera posta in palio significherebbe mettere ulteriore pressione a Nacional e Defensor che si affronteranno 24 ore più tardi. Il Danubio ha un andamento piuttosto irregolare in casa e l’ ultima volta che ha sconfitto il Penarol era il 2012, quando si impose 3 a 2 con una tripletta di Martinones, gli Aurinegros invece hanno il secondo miglior attacco del torneo (15 reti) e sin qua hanno dato sempre vita a gare ricche di goal.

Il Parque Artigas, in fase di ampliamento
Il Parque Artigas, in fase di ampliamento

Juventud-River Plate – Estadio Parque Artigas, domenica ore 20.30 – Pronostico: goal, over 2,5 – Per quanto riguarda la sfida in quel di Las Piedras l’ interrogativo è soltanto uno: riuscirà Juan Ramon Carrasco a dare un barlume di continuità al grande gioco espresso dai suoi ragazzi nel 4 a 0 contro il Penarol? I tifosi del River sono stanchi di inseguire chimere e vogliono una squadra finalmente capace di giocare bene e fare punti con regolarità, questo anche in trasferta dove il River fin quì ha sempre perso malamente. Vedremo se mister Carrasco sarà in grado di dare un minimo di quadratura tattica ai suoi ragazzi, non dovrebbe essere neanche troppo difficile considerando il livello tattico generale del campionato uruguayano, ma le imbarcate prese finora lontano dal proprio stadio sono state preoccupanti: 3 a 2 col Plaza Colonia, 5 a 1 col Wanderers e 2 a 1 col Nacional. Sommati a quelli subiti in casa, sono 13 in totale le reti subite dalla difesa del River, la peggiore dopo quella del Sud America, nonostante la presenza di gente esperta come Diego Rodriguez, Cristian Gonzalez e del giovane promettente Agustin Ale. Anche a centrocampo non mancano presenze illustri come il ’94 Nando Gorriaran e Bruno Montelongo (4 centri), che dovranno mandare in porta i velocissimi Michael Santos, Santiago Garcia e Martin Alaniz: 69 anni in tre. La Juventud si trova in acque molto tranquille nella Tabla del Descenso e nelle ultime settimane si è ripresa da un avvio piuttosto a rilento, complici le fatiche di Copa Sudamericana. Mister Jorge Giordano, amatissimo da queste parti, intende confermare lo schieramento del recente 1 a 1 contro il Plaza Colonia, sperando di invertire una tendenza molto negativa della Juve con il River Plate: negli ultimi 12 precedenti i Pedrenses hanno trionfato appena 2 volte e perso le restanti 10.

L' Estadio Suppici di Colonia del Sacramento
L’ Estadio Suppici di Colonia del Sacramento

Plaza Colonia-Cerro, Estadio Alberto “Profesor” Suppici, domenica ore 20.30 – Pronostico: 1x, goal –  Saranno 90 minuti delicatissimi quelli tra Plaza e Cerro, rispettivamente penultima e quint’ultima del Descenso. I padroni di casa sono costretti a fare risultato pieno per guardare al futuro con ottimismo e fiducia, ma il Cerro dalla sua è molto più abituato a sfide di questo tipo. Il tecnico delle Patas Blancas, Eduardo Espinel, non cambierà di una virgola l’ undici tipo che ha racimolato 5 punti nelle ultime tre gare, l’ unico dubbio riguarda l’ impiego a centrocampo di uno tra Malan e Ortiz. Per il resto spazio ai giovani come Guillermo Padula, difensore del 1997 recentemente convocato nella Sub-20, il centrocampista Matias Caseras e gli attaccanti, entrambi nati nel 1994, Nicolas Dibble e Ezequiel Velasquez. Sponda Cerro, il timoniere Eduardo Acevedo ha più di un dubbio da sciogliere, considerate le condizioni precarie di Baltasar Silva e Richard Porta. Mancherà anche lo squalificato Nicolas Coto Correa, al posto del quale dovrebbe giocare Pinatares. Tornano arruolabili le punte Santiago Silva, goleador del campionato peruviano 2014, e Joaquin Boghossian, attenzione alla vena del classe ’92 Luis Urruti. Il Cerro storicamente costruisce le sue salvezze nel proprio stadio e come da tradizione anche quest’ anno sta andando malissimo in trasferta, dove perde da 6 partite consecutive.

L' entrata dell' Estadio Belvedere
L’ entrata dell’ Estadio Belvedere

Liverpool-Sud America, Estadio Belvedere, domenica ore 20.30 – Pronostico: 1, goal – I Negros de la Cuchilla rappresentano l’ organico più attrezzato delle tre neopromosse e da quando il bomber Junior Arias è tornato a fare il suo mestiere (3 centri nelle ultime 4) la classifica ha iniziato a sorridere: gli 11 punti conquistati sono già un bel tesoretto per poter aspirare alla salvezza. Logico che quindi il Liverpool non abbia nessuna voglia di fermarsi proprio sul più bello, a partire dalla sfida contro il Sud America, che di punti ne ha 6 ed è penultimo in questo Apertura. Se i padroni di casa allenati da Juan Verzeri hanno l’ infermeria completamente sgombra e non hanno problemi di formazione, altrettanto non si può dire dei Naranjas diretti dall’ argentino Jorge Vivaldo, che dovrà fare a meno di Nicolas Royon, Galvan, Maxi Pereiro e Bebu Luna. Probabile che in attacco al posto di Royon, ci sarà il 33enne Aldave ad affiancare Gaston Colman.

L' Estadio Alfredo Viera
L’ Estadio Alfredo Viera

Wanderers-Tanque Sisley, Estadio Parque Viera, domenica ore 20.30 – Pronostico: goal, under 3,5 – Parola d’ ordine “riscatto” per i Bohemios di Gaston Machado, che dopo una brillante partenza si sono inceppati in maniera inspiegabile. Nelle ultime tre partite è arrivato solo 1 punto contro il Plaza Colonia, dopodiché, due sconfitte di misura contro i non irresistibili Juventud e Cerro, hanno ridimensionato fortemente le aspettative del Club del Prado. Il Wanderers non potrà contare sull’ estro di Gaston Rodriguez (squalificato) così Machado arretrerà Kevin Ramirez (4 reti) chiamato ad innescare le due punte Peinado e Cabrera. C’è bisogno assoluto dei loro goal contro un Tanque Sisley che in trasferta sembra dare il meglio di sé; merito di Julio Antunez che ha saputo dare alla squadra equilibrio, solidità e discrete capacità di segnare in contropiede, ereditando il buon lavoro del predecessore Raul Moller. Tra i titolari sarà assente Ricardo Figueroa, al posto del quale giocherà Yuri Galli, attacco a due formato da Franco Lopez e Maxi Callorda. Quest’ ultimo autore dell’ 1 a 1 domenica scorsa contro il Nacional.

Lo storico Gran Parque Central
Lo storico Gran Parque Central

Club Nacional-Defensor Sporting, Estadio Gran Parque Central, domenica ore 11.30 – Pronostico: 1, over 2,5 – Eccolo il partidazo del weekend, il posticipo che si spera possa essere il coronamento di una giornata ricca di emozioni. Il Nacional con una vittoria potrebbe fare l’ allungo decisivo per mettere le mani sul titolo, tagliando fuori lo stesso Defensor e tenendo comunque a distanza il Penarol. Sarebbe uno scenario perfetto per Gustavo Munua e i suoi ragazzi, che affronteranno un Defensor Sporting per forza di cose mentalmente e fisicamente più stanco dopo la l’ impresa in coppa contro il Lanus. Le varianti di Munua per questa partita saranno tre: il rientrante Jorge Fucile terzino destro, il Colorado Santiago Romero a centrocampo e il nuovo acquisto ex Bologna Mathias Abero avanzato sulla sinistra. In attacco impossibile rinunciare alla vena realizzativa di Sebastian Fernandez e Ivan Alonso, autori di 9 reti complessive. Per quanto concerne il Defensor Sporting, ancora non si hanno notizie su quale sarà l’ assetto dal primo minuto. La Violeta, reduce dal passaggio del turno ai rigori contro il Lanus, riprenderà ad allenarsi il sabato e mister Juan Tejera valuterà le condizioni dei suoi calciatori fino all’ ultimo minuto. In attacco è possibile che Nicolas Olivera faccia rifiatare Hector Acuna, alle sue spalle agiranno la stella Lozano, Felipe Rodriguez e uno tra Castro e Fleurquin. Il Nacional è abituato a fare la voce grossa nel proprio stadio e la tradizione contro il Defensor è abbastanza positiva in termini di risultati, d’ altro canto ci vorrà attenzione per contrastare la rapidità in contropiede dei “folletti” in maglia viola, che non vogliono smettere di stupire.