Uruguay – Plaza Colonia di rimonta, ma Penarol e Nacional non mollano. Incredibile al Fenix: Martinez arrestato e rilasciato prima della partita

I titoli della nona giornata del campionato di Clausura se li prende ancora una volta il Plaza Colonia che continua a comandare la classifica del semestre con un punto sopra le grandi Nacional e Penarol. I ragazzi terribili allenati da Espinel centrano stavolta tre punti contro il Tanque Sisley, diretta concorrente per la salvezza, che significano innanzitutto la (quasi) certa permanenza in Primera Division, traguardo tutt’ altro che scontato ad inizio stagione. La gara però si mette subito in salita per le Patas Blancas perché al 27′ un calcio di rigore di Yuri Galli porta avanti il Tanque facendo calare il gelo sull’ Estadio Suppici. La paura tuttavia dura poco e al 38′ un grande colpo di testa di German Rivero (5° centro) su traversone di Villoldo rimette in parità la situazione. La ripresa è una vera e propria battaglia, ma quando i Verdinegros restano in dieci per il rosso a Dadomo, il Plaza Colonia ne approfitta subito segnando il 2 a 1 al 63′ grazie ad un golazo firmato da Nicolas Milessi che insacca all’ incrocio con una “zuccata” precisa e potente da vedere e rivedere. A fine gara doppia gioia per il Plaza Colonia, che festeggia al meglio i 99 anni di storia ottenendo allo stesso tempo una vittoria che potrebbe valere una storica salvezza. Queste le parole di mister Eduardo Espinel, artefice di un miracolo che ha visto la sua squadra essere addirittura ribattezzata come “Leicester uruguagio”. “E’ inutile girarci intorno, per noi questa partita era come una finale di coppa del mondo. I ragazzi non hanno mai mollato nonostante lo svantaggio e hanno ribaltato il risultato giocando con orgoglio e concentrazione. A questo punto conquistare una qualificazione nelle coppe sarebbe fantastico, vediamo quello che riserverà il futuro, ma in ogni caso ho detto ai miei calciatori di non sentirsi appagati“. L’ euforia per le gesta del Plaza Colonia non devono però oscurare i problemi del Tanque Sisley, che con questa sconfitta si trova terzultimo nella Tabla Del Descenso: la posizione del tecnico Julio Antunez comincia a farsi preoccupante.

Nicolas Milessi (tenfield.com)
Nicolas Milessi (tenfield.com)

Passiamo adesso al match tra Club Nacional e Fenix, altra sfida molto interessante del weekend che ha sì visto trionfare i padroni di casa per 1 a 0, ma che purtroppo verrà ricordata per l’ assurda vicenda legata al tecnico degli Albivioletas, Rosario Martinez, arrestato prima del match e poi rilasciato per sedersi regolarmente in panchina. Pare che il pullman del Fenix fosse oramai nei pressi del Gran Parque Central e in procinto di entrare nello stadio, quando la polizia ha fermato tutto pochi metri prima intimando in maniera aggressiva il bus a cambiare percorso. “Logicamente io e Rosario Martinez siamo andati a chiedere spiegazioni“, racconta il dirigente sportivo Anibal Arbelo, “c’ è stato uno scambio di parole e nulla di più e loro senza pensarci due volte lo hanno ammanettato. E’ stato semplicemente vergognoso, il nostro allenatore portato via come un delinquente“. A quel punto, sparsa la notizia, il Fenix ha comunicato che non avrebbe giocato fino a che il tecnico non fosse stato liberato, incassando la piena collaborazione e solidarietà anche dai calciatori del Nacional e dalle varie associazioni. Alla fine il tecnico si è presentato al Parque Central accompagnato dalla famiglia e da un folto seguito di giornalisti e con oltre un’ ora di ritardo si è cominciato a giocare, nel mentre oltre 15.000 persone sugli spalti si chiedevano il perché di questa inspiegabile attesa. Mister Martinez si è limitato a dire che “uno scambio di parole innocuo mi ha portato ad essere trattato come se mi avessero trovato un chilo di droga in tasca. Uno pensa di andare ad una partita di calcio e si ritrova in situazioni alle quali non è preparato“. Nelle ore seguenti si è parlato anche di aggressioni verso i dirigenti che erano sul pullman, di certo la vicenda non finirà qui. La sfida come detto è stata vinta dal Nacional grazie ad un bel diagonale di Alfonso Espino su tacco di Nico Lopez ad inizio secondo tempo, tuttavia il Fenix anche sul campo non è stato fortunato dato che ha sprecato almeno due ottime occasioni e persino un calcio di rigore di con Maxi Perez.

Martinez arriva al Parque Central (tenfield.com)
Martinez arriva al Parque Central (tenfield.com)

Appaiati al Nacional con 19 punti troviamo i rivali del Penarol, che battono in rimonta 3 a 1 il Rentistas nel finale di gara: vittoria ottenuta ancora una volta grazie ai cambi di Da Silva, dopo un’ ora in cui però gli Aurinegros hanno giocato molto male. Il Rentistas si illude con il goal del vantaggio di Joel Burgueno al 37′, ma non riesce a chiudere la partita e così al 71′ il giovanissimo Diego Rossi (elemento interessante della cantera entrato da soli dieci minuti) semina due uomini per vie centrali ed entrato in area trafigge il portiere. Tra il 73′ e il 90′ ci pensa invece una doppietta di Maxi Rodriguez, altro giocatore subentrato, a mandare in paradiso il Penarol prima con un pallonetto fantastico dalla distanza e poi con una conclusione angolata su passaggio di Novick. “Abbiamo regalato 60 minuti di partita ai nostri avversari, fortunatamente i cambi hanno invertito la rotta nell’ ultima mezzora. Non riusciamo a trovare continuità, peccato perché questa squadra quando preme sull’ acceleratore sa fare buone cose come abbiamo visto“, afferma mister Jorge Da Silva. Il Penarol resta comunque in corsa per il successo finale, il Rentistas invece getta all’ aria un’ occasione d’ oro per staccarsi dal quartultimo posto del Descenso, dove ha appena un punto in più del Tanque Sisley.

Quarto posto con 17 punti per il Cerro di Gustavo Ferrin, che inoltre continua a tallonare Nacional e Penarol nella Tabla Anual, la classifica che determina la qualificazione alle coppe. Gli Albicelestes si impongono all’ Estadio Artigas di Las Piedras superando con un perentorio 3 a 1 i padroni di casa della Juventud. Segnano Maureen Franco, Hugo Silveira e Andres Ravecca con un splendido colpo di testa in tuffo, inutile punto della bandiera pedrense firmato dal provvisorio pari di Juan Boselli. Il Cerro sogna, la Juve invece dovrà ancora soffrire per garantirsi la permanenza nella massima serie.

Nonostante le recenti e improvvise dimissioni di Julio Avelino Comesana, il Sud America comincia con il sorriso la nuova era targata Julio Fuentes, promosso dalle giovanili e almeno per adesso confermato alla guida del Buzon. La gara contro il fanalino di coda Villa Teresa andava vinta a tutti i costi e proprio al 90′ è arrivato un calcio di rigore fondamentale che Maximiliano Arias ha trasformato nell’ 1 a 0 finale. Un trionfo raggiunto con il cuore per il Sud America, che era rimasto in dieci al 55′ e aveva rischiato più volte di capitolare.

Un’ altra gara ricca di emozioni e risolta all’ ultimo respiro è andata in scena all’ Estadio Belvedere, dove il Liverpool tiene accesa la speranza battendo 3 a 2 il Racing in una classica partita del campionato uruguayano in cui è accaduto veramente di tutto tra rigori sbagliati, risse e l’ immancabile espulsione da parte di un arbitro Gimenez che a stento è riuscito a portare in fondo la contesa. Durante l’ ottavo minuto di recupero ci ha pensato comunque un gran goal del bomber Junior Arias (che poco prima aveva fallito il penalty) a regalare al Liverpool sei punti in più nella Tabla del Descenso, un successo che costringe dall’ altra parte il Racing a dover ancora lottare per guadagnarsi la salvezza.

Netto trionfo per il River Plate in casa del Danubio, che addirittura si trova ultimo in questo semestre. La Franja parte bene e colpisce un palo con Juan Manuel Olivera, ma al 20′ subisce il golazo di Angel Rodriguez, che con un terrificante destro all’ incrocio dà il via alla vittoria degli uomini di Carrasco. Il Danubio infatti resta in dieci nella ripresa (cacciato Cristian Gonzalez) e commette ben due falli da rigore che il capitano Michael Santos trasforma in entrambe le circostanze per il 3 a 0 definitivo, il primo addirittura con un pregevole cucchiaio.

L’ unico 0 a 0 di giornata è stato quello tra Wanderers e Defensor Sporting, che a dispetto delle varie occasioni create non si sbloccano dal risultato ad “occhiale” fino al 90′. I Bohemios si mantengono quindi nelle zone medio-basse del Descenso, mentre il Defensor prosegue il suo semestre piuttosto anonimo.

 

RIEPILOGO

Giornata 9
25.04. 00:00 Rentistas  Penarol 1 : 3
24.04. 20:30 Danubio  River Plate 0 : 3
24.04. 20:30 Juventud Cerro CA 1 : 3
24.04. 20:30 Villa Teresa Sud America  0 : 1
24.04. 00:45 Club Nacional Fenix  1 : 0
23.04. 20:30 Liverpool M. Racing Montevideo 3 : 2
23.04. 20:30 Plaza Colonia El Tanque Sisley  2 : 1
23.04. 20:30 Wanderers Defensor Sp. 0 : 0
Giornata 10
29.04. 20:30 Danubio Rentistas
29.04. 20:30 Racing Montevideo Villa Teresa
30.04. 00:00 El Tanque Sisley Juventud
30.04. 02:15 Penarol Liverpool M.
30.04. 20:00 Defensor Sp. Plaza Colonia
30.04. 20:00 Fenix Wanderers
30.04. 20:00 River Plate Cerro CA
01.05. 00:00 Sud America Club Nacional

CLASSIFICA CLAUSURA 2016

EQUIPO PTS.
1 Plaza Colonia
20
2 Nacional
19
3 Peñarol
19
4 Cerro
17
5 Fénix
16
6 Sud América
14
7 Wanderers
12
8 River Plate
12
9 Rentistas
11
10 Villa Teresa
11
11 Racing (U) *
9
12 Juventud
9
13 Defensor Sporting
8
14 Liverpool (U) *
7
15 El Tanque Sisley
7
16 Danubio
5

CLASSIFICA ANNUALE

EQUIPO PTS
1 Peñarol
50
2 Nacional
49
3 Cerro
45
4 Fénix
39
5 Plaza Colonia
37
6 Wanderers
36
7 River Plate
35
8 Sud América
32
9 Rentistas
29
10 Defensor Sporting
29
11 Danubio
27
12 Racing (U)
26
13 El Tanque Sisley
26
14 Liverpool (U)
25
15 Juventud
24
16 Villa Teresa
16

TABLA DEL DESCENSO (le neopromosse raddoppiano il punteggio)

EQUIPO TOTAL
1 Nacional
112
2 Peñarol
105
3 River Plate
89
4 Cerro
79
5 Defensor Sporting
77
6 Fénix
76
7 Danubio
76
8 Plaza Colonia
74
9 Sud América
74
10 Racing (U)
71
11 Wanderers
70
12 Juventud
69
13 Rentistas
63
14 El Tanque Sisley
62
15 Liverpool (U)
50
16 Villa Teresa
32

GOLEADORES

JUGADOR GOLES
Gastón Rodríguez
Wanderers
10
Junior Arias
Liverpool (U)
8
Nicolás F. López
Nacional
7
Germán Rivero
Plaza Colonia
5
Hugo Silveira
Cerro
4
Martín Ligüera
Fénix
4
Facundo Barceló
Juventud
4
Michael Santos
River Plate
4
Nicolás Royón
Sud América
4
Gonzalo Barreto
Danubio
3
Juan M. Olivera
Danubio
3
Maximiliano Goméz
Defensor Sporting
3
Nicolás Olivera
Defensor Sporting
3
Lucas D. Cavallini
Fénix
3
Maximiliano Pérez
Fénix
3
Diego Forlán
Peñarol
3
Maxi Rodriguez
Peñarol
3
Miguel Murillo
Peñarol
3
Matias Mier
Rentistas
3
Facundo Rodriguez
Sud América
3
Adrián M. Balboa
Villa Teresa
3