Uruguay – Nacional, la festa continua. Il Penarol di Montero vince in rimonta, Cristian Techera trascina il River

Ivan Alonso, bomber del Torneo Apertura

Penultimo atto del Torneo Apertura in Uruguay, con il Nacional schiacciasassi che colleziona la sua tredicesima vittoria. Stavolta la vittima di Ivan Alonso e compagni è la Juventud, battuta per 4 a 1 al Gran Parque Central. I campioni salutano così nel migliore dei modi i propri aficionados, con l’ ennesima prestazione da incorniciare. C’è da dire che la Juve, a dispetto del risultato, non ha affatto disputato una brutta gara, anzi, i ragazzi di Jorge Giordano se la sono giocata a viso aperto e sono stati molto sfortunati in alcune circostanze. Infatti sono proprio gli ospiti a passare in vantaggio al 13′, quando su cross di Latorre, Rodrigo Viega segna di testa l’ 1 a 0. Il Nacional non si scompone e sale in cattedra Ivan Alonso: El Terrible pareggia, in leggero fuorigioco, al 26′ su assist di De Pena e poco dopo si guadagna e trasforma il rigore del sorpasso. Sul finire di primo tempo il Bolso rischia l’ autorete con Arismendi, salvato dal palo della porta difesa da Gustavo Munua. Al 51′ il 3 a 1 è firmato da Henri Gimenez, con un bel tuffo di testa su una palla al bacio regalata dal sinistro del Chino Recoba. Nella Juventud il più pericoloso è l’ argentino Cuatrin, che vede negarsi il goal della speranza prima da una grande parata di Munua e poi dal palo. All’ 84′ invece Gaston Pereiro, entrato al posto di un Recoba osannato come al solito, chiude i conti sfruttando un errore del difensore avversario Alejandro Reyes. Continua dunque la festa per il Tricolor, che ha come al solito vari motivi per essere soddisfatto. Alvaro Gutierrez eguaglia il record di vittorie risalente all’ Apertura 2009, che potrà essere superato nell’ ultima giornata contro il Tacuarembo. Ivan Alonso, con questa doppietta sale a quota 14 goal, sempre più capocannoniere. “Nei primi minuti abbiamo sofferto la pressione della Juventud” dice il tecnico Gutierrez ai microfoni, “siamo stati un pò troppo passivi, ma dopo il pareggio ho visto la stessa squadra di sempre, affamata e vogliosa di raggiungere i tre punti”. La cavalcata del Nacional prosegue imperterrita.

La gioia di Montero, con i giovani Rodriguez e Nandez
La gioia di Montero, con i giovani Rodriguez e Nandez

Sorride anche il Penarol, grazie al 2 a 1 in rimonta contro il Fenix. Paolo Montero trova il secondo successo su due partite alla guida del Campeon del Siglo, per merito delle reti di Jonathan Rodriguez e Marcelo Zalayeta, suo grande amico dai tempi della Juventus. Una vittoria ottenuta con carattere e astuzia, nonostante per ampi tratti del match il Fenix abbia dominato sul Penarol. La prima frazione infatti è totalmente da dimenticare per gli Aurinegros, che giocano male e capitolano al 41′, quando su corner è il perentorio cabezazo di Gonzalo Papa a portare in vantaggio i Los de Capurro. Nella ripresa Montero inserisce Lolo Estoyanoff, il giovanissimo Nandez ed Hernan Novick e, dopo il raddoppio sfiorato dal Fenix con Cavallini, il Penarol comincia a svegliarsi. Al 66′ contropiede da manuale orchestrato proprio da Novick e concluso dal facile tap-in di Jonathan Rodriguez, 1 a 1. Passano neanche due minuti e Jona offre a Marcelo Zalayeta la palla del raddoppio, un gioco da ragazzi per il Panteron trafiggere un incolpevole Mejia da pochi passi. Il finale è di puro tormento per il Penarol, ma al triplice fischio possono esultare i tifosi arrivati in migliaia al Parque Viera e assiepati nelle tribune Tito Borjas e Chifle Barrios. Al settimo cielo Paolo Montero, che ha trasmesso tutta la sua carica ai giocatori: “sono davvero contento, i ragazzi hanno saputo ribaltare una partita difficile. Siamo stati fortunati con i cambi, coloro che sono entrati hanno fatto benissimo, però i complimenti vanno all’ intero gruppo”. Come nello scorso turno, è stata fondamentale la classe di Fabian Estoyanoff, ex proprio del Fenix: “la squadra è forte e unita”, afferma El Lolo “siamo stati efficaci al momento giusto”. Montero, stanco di rispondere alle domande su un’ eventuale conferma per il 2015, attende la prossima sfida contro il Racing per inseguire il tris e mantenere il terzo posto in classifica; sponda Fenix invece potrebbe concludersi l’ esperienza di mister Gustavo Bueno, a forte rischio esonero dopo cinque sconfitte di fila.

Cristian Techera, 22enne talento del River
Cristian Techera, 22enne talento del River

Colpaccio del River Plate, che batte 2 a 0 a domicilio il Racing (già matematicamente secondo) e continua ad appaiare il Penarol con 25 punti. A brillare è la stella di Cristian Techera, che avrà incantato presumibilmente gli osservatori del calcio francese presenti sulle tribune del Parque Roberto. Un match in cui gli equilibri si sono rotti già al 12′, grazie ad un’ azione individuale di Techera conclusa con un imparabile sinistro nell’ angolino, e chiuso all’ 88′ dal sigillo di Jonathan Ramirez, appena entrato in campo al posto dell’ altro talento biancorosso Leandro Rodriguez. I Darseneros hanno meritato appieno la vittoria, contro un Racing parso abbastanza appagato, mostrandosi ancora una volta squadra letale in trasferta. Peccato che come al solito sarà impossibile dare continuità allo stesso gruppo di giocatori, dato che molti di essi sono nel mirino di vari Club stranieri. Lo stesso tecnico, Guillermo Almada, ha ricevuto diverse richieste dall’ Europa e questa potrebbe essere l’ ultima stagione alla guida del River.

Si dividono la posta in palio Wanderers e Defensor Sporting, che impattano 1 a 1. L’ infinito Andres Scotti porta in vantaggio la Violeta, sulla cui panchina sedeva per la prima volta Silva Cantera, al 14′ con una bellissima punizione; all’ 80′ Diego Riolfo trova la zampata che vale il pari per i Bohemios. Stesso esito tra Danubio ed El Tanque Sisley al Jardines del Hipodromo: primo tempo di marca ospite suggellato dal gran goal di Gaston Machado, nella ripresa reazione della Franja che segna con un altrettanto bel diagonale di Matias Castro. Torna a sorridere il Rentistas, autore di una strepitosa prestazione contro il CA Cerro. I Bichos Colorados si impongono 3 a 1, mostrando un calcio a sprazzi esaltante. Merito del tecnico El Fito Baran, che ha stravolto la squadra dopo il 4 a 0 subìto dal Penarol, dandole nuova verve e determinazione. Sugli scudi Guillermo Maidana (doppietta al 25′ e 57′) e José Rulo Varela, in goal con un tiro a giro al 60′; inutile punto della bandiera per i Cerrenses, che rimangono quartultimi nel Descenso, con Mario Regueiro su rigore.

Veniamo agli incontri che hanno visto protagoniste le tre squadre in zona retrocessione. L’ Atenas, terzultimo, non va oltre lo 0 a 0 in casa contro il Sud America, sotto un diluvio incessante, ma quantomeno rosicchia altri due punti al CA Cerro. Pareggio che non serve a nessuno tra Rampla e Tacuarembo. Dopo un primo tempo avaro di emozioni, sono i Rojos del Norte ad andare in vantaggio con Oscar Padula Castro al 50′; tuttavia l’ illusione della seconda vittoria in campionato non dura nemmeno un minuto per El Tacua, raggiunto immediatamente da Paul Dzervus, migliore in campo del Rampla. I due equipos tentano fino al 90′ di ottenere i tre punti, però la storia non cambia e il pareggio scontenta entrambi.

RIEPILOGO

RISULTATI
23.11. 21:00 Fenix Penarol 1 : 2
23.11. 20:30 Rampla Juniors Tacuarembo 1 : 1
23.11. 13:30 Racing Montevideo  River Plate 0 : 2
22.11. 21:00 Club Nacional Juventud 4 : 1
22.11. 20:30 Danubio El Tanque Sisley 1 : 1
22.11. 20:30 Rentistas Cerro CA 3 : 1
22.11. 20:30 Wanderers Defensor Sp. 1 : 1
21.11. 23:00 Atenas Sud America 0 : 0

CLASSIFICA APERTURA 2014

 

EQUIPO PJ PG PE PP GF GC PTS
Nacional 14 13 0 1 33 7 39
Racing 14 9 2 3 29 24 29
Peñarol 14 7 4 3 26 13 25
River 14 8 1 5 25 16 25
El Tanque 14 6 4 4 18 18 22
Rentistas 14 6 2 6 18 21 20
Wanderers 14 6 1 7 21 20 19
Atenas 14 6 1 7 20 22 19
Defensor 14 5 3 6 26 22 18
Sud América 14 4 5 5 16 17 17
Juventud 14 5 2 7 18 22 17
Danubio 14 4 5 5 15 19 17
Rampla 14 5 2 7 18 25 17
Fénix 14 4 2 8 17 25 14
Cerro 14 3 2 9 10 29 11
Tacuarembó 14 1 4 9 17 27 7

TABLA DEL DESCENSO (*raddoppiano i punti)

Equipo PJ Pts
Nacional 44 96
Wanderers 44 80
River Plate 44 82
Peñarol 44 77
Danubio 44 74
Racing 44 68
Rentistas 44 65
El Tanque 44 55
Defensor 44 54
Fénix 44 53
Sud América 44 52
Juventud 44 49
Cerro 44 48
Atenas* 14 38
Rampla* 14 34
Tacuarembó* 14 14