Uruguay – Il Plaza Colonia miete un’ altra vittima e resta da solo in vetta

Nel weekend è ripartito il campionato uruguayano e arrivati alla sesta giornata di questo Torneo di Clausura in testa troviamo ancora la matricola Plaza Colonia, capace di vincere la sua terza partita in trasferta, stavolta sul campo del River Plate, e di prendersi nuovamente i titoli in prima pagina. La compagine allenata da Eduardo Espinel segna il goal del successo al 40′ grazie ad un colpo di testa di Santiago de Avila (classe 1993) su angolo calciato da Nicolas Milessi, dopodiché blinda l’ 1 a 0 chiudendosi a riccio e resistendo fino alla fine per merito anche degli interventi del portiere Kevin Dawson. Tuttavia, oltre alla grande prestazione di Dawson, è davvero impossibile trovare una nota stonata in questo Plaza Colonia, dove ogni giocatore fa umilmente la propria parte seguendo alla lettera le indicazioni del tecnico Espinel, che dal canto suo ha saputo dare una quadratura tattica che raramente si vede nel campionato uruguayano, specialmente nelle squadre neo promosse. Ecco le sue parole ai microfoni nel post partita: “ogni allenatore confida nel proprio lavoro, ma onestamente se mi avessero detto che ci saremmo trovati in questa posizione non c’ avrei davvero creduto. Sapevamo che la partita di oggi sarebbe stata equilibrata e che probabilmente avremmo avuto bisogno di un episodio per sbloccarla: siccome il River difende a zona sulle palle inattive non è un caso che la rete della vittoria sia arrivata su calcio d’ angolo. Ho fatto i complimenti ai miei calciatori, ora però dobbiamo restare concentrati perché la salvezza non è ancora raggiunta“. Intanto le Patas Blancas con questo trionfo sommano altri sei punti nella Tabla del Descenso, dove salgono addirittura al decimo posto con 9 punti in più del Rentistas terzultimo. La classifica del Clausura invece vede il Plaza Colonia primo con 16 punti, con 3 lunghezze in più di Penarol e Cerro.

Plaza Colonia: il sogno prosegue (tenfield.com)
Plaza Colonia: il sogno prosegue (tenfield.com)

Un Penarol che all’ Estadio Centenario ha faticato parecchio per aver la meglio di un Racing che avrebbe meritato quantomeno il pari, ma nonostante il gioco non eccelso dei suoi ragazzi il tecnico Da Silva è soddisfatto: “contava solo vincere. Oggi per noi era come una finale di coppa del mondo perché venivamo da una serie di brutti risultati e i tre punti sono fondamentali per il morale. Il mio Penarol dispone di calciatori forti tecnicamente, ma vestire questa maglia è complicato e spesso il nervosismo prende il sopravvento. Spero vivamente che questo successo serva a recuperare la serenità necessaria per il resto della stagione“. Una cosa però è certa, se il Penarol batte il Racing mantenendo la porta inviolata è grazie ad un golazo di Maxi Rodriguez (destro all’ incrocio dei pali a metà gara) e alle parate di Guruceaga che ha tenuto in piedi la baracca nei momenti più difficili.

Guruceaga di nuovo decisivo dopo le critiche ricevute in Copa Libertadores (tenfield.com)
Guruceaga di nuovo decisivo dopo le critiche ricevute in Copa Libertadores (tenfield.com)

Accanto agli Aurinegros troviamo un’ altra squadra che sta piacevolmente sorprendendo. Parliamo del Cerro di Gustavo Ferrin che con un’ ottima prestazione supera per 1 a 0 una grande come il Nacional, dimostrando ancora una volta quanto la squadra si esalti nella partite interne giocate nel bollente Estadio Troccoli di Villa del Cerro. I tre punti inoltre consentono di scavalcare proprio il Nacional al secondo posto della Tabla Anual, dove il Cerro può attualmente ambire alla qualificazione in Libertadores. Lo 0 a 0 perdura fino all’ 82′, momento in cui gli Albicelestes piazzano il colpo del ko sfruttando un calcio d’ angolo: la parabola parte dalla destra dal piede di Lucas Hernandez e arriva sulla testa di Luis Urruti che svetta più alto di tutti e insacca il goal che fa impazzire gli spalti. A fine gara però scoppia la polemica perché quelli del Nacional (giustamente) si lamentano delle condizioni disastrate del campo, davvero impresentabile a questi livelli: “è vergognoso per il calcio uruguayano che si consenta di disputare una partita su un campo del genere. Oggi non voglio analizzare la partita perché non si è giocato a calcio“, tuona il tecnico tricolor Gustavo Munua, amareggiato per una sconfitta che lascia la sua squadra con soltanto 10 punti in classifica. Dall’ altro lato invece si festeggia per un Cerro che sta lottando nelle posizioni di vertice e sogna un approdo nelle coppe internazionali.

Il Cerro festeggia la vittoria a fine gara (tenfield.com)
Il Cerro festeggia la vittoria a fine gara (tenfield.com)

A quota 12 resiste il Fenix di Rosario Martinez, unica imbattuta assieme al Plaza Colonia, che esce con un buon pareggio dal campo di un Rentistas sempre più con l’ acqua alla gola. La squadra di Valentin Villazan è anche sfortunata, perché dopo essere passata in vantaggio al 49′ con Matias Mier, si è fatta raggiungere in pieno recupero da Maxi Perez al termine di una incredibile mischia selvaggia in area di rigore. Una beffa che allontana il Rentistas dalla salvezza e forse anche il tecnico Villazan dalla panchina dei Bichos: “devo valutare a freddo la situazione, non so dire se continuerò oppure no“.

Comincia a farsi preoccupante anche la posizione di Luis Gonzalez, tecnico di un Danubio che ha perso in casa del Sud America la quarta partita su sei del semestre e si trova al penultimo posto con 4 punti. All’ Estadio Casto Martinez i Naranjas ipotecano il successo portandosi sul doppio vantaggio con le reti di Facundo Rodriguez e Gonzalo Viega, inutile per la Franja la solita firma di Juan Manuel Olivera quando ormai è troppo tardi per evitare l’ ennesima sconfitta. Se in casa Danubio ci si interroga sul futuro, quelli del Sud America possono invece godersi il quinto posto nel Clausura e una salvezza raggiunta ormai da tempo sotto la guida di Julio Avelino Comesana.

Luis Gonzalez (ovaciondigital.com)
Luis Gonzalez (ovaciondigital.com)

Passiamo alla sfida più spettacolare del weekend, quella tra due squadre pericolanti come Juventud e Wanderers che impattano per 3 a 3 al Parque Artigas di Las Piedras regalando emozioni a non finire, anche se il pareggio mantiene entrambe le squadre poco al di sopra della zona retrocessione. Il match comincia subito con due golazos: il vantaggio della Juventud viene siglato da José Varela con un tiro all’ incrocio al termine di una splendida azione corale e al 25′ il Wanderers pareggia con un pennellata su punizione di Alex Silva. Le squadre giocano in maniera spregiudicata e al 51′ i Bohemios effettuano il sorpasso per merito di un contropiede perfettamente orchestrato e concluso con l’ assist di Riolfo per il tiro vincente di Gaston Rodriguez, tuttavia al 64′ i padroni di casa trovano il 2 a 2 con un calcio da fermo dal limite dell’ area ancora di José Varela, che complice una deviazione inganna il portiere. Arrivati 77′ il Wanderers torna a condurre segnando il 3 a 2 grazie alla doppietta del talentuoso Rodriguez, servito splendidamente dal folletto Riolfo, ma non finisce qui perché già all’ 81′ la Juve fissa il punteggio sul 3 a 3 definitivo con un rocambolesco goal di Matias Mirabaje.

Gaston Rodriguez, 24 anni (tenfield.com)
Gaston Rodriguez, 24 anni (tenfield.com)

Concludiamo con le sfide che hanno visto coinvolte le altre due squadre neo promosse, Liverpool e Villa Teresa, che nonostante una situazione di classifica ormai disperata (penultimo e ultimo nel Descenso) riescono ad ottenere i tre punti nei match contro Defensor e Tanque Sisley. Per il Liverpool si tratta del primo sorriso dopo cinque sconfitte di fila che di fatto hanno minato il sogno salvezza dei Negriazules, che da poco sono stati affidati a Mario Saralegui. Come al solito i goal portano il nome del bomber Junior Arias, che con una doppietta trascina i suoi segnando al 90′ la rete del 2 a 1, dopo il momentaneo pareggio del giovane Maxi Gomez, quest’ ultimo elemento davvero interessante in casa di un Defensor Sporting che si è molto indebolito durante il mercato. Per il Villa Teresa invece è sufficiente una zampata di Octavio Colo per avere la meglio di un Tanque Sisley che dal canto suo perde una chance importantissima per rilanciarsi e resta quartultimo nella Tabla del Descenso.

RIEPILOGO

Giornata 6
20.03. 20:30 Juventud  Wanderers 3 : 3
20.03. 19:00 Cerro CA Club Nacional 1 : 0
20.03. 14:30 River Plate Plaza Colonia 0 : 1
20.03. 00:00 Racing Montevideo Penarol 0 : 1
20.03. 00:00 Sud America  Danubio 2 : 1
19.03. 20:30 Fenix Rentistas 1 : 1
19.03. 00:00 El Tanque Sisley Villa Teresa 0 : 1
21.03. 00:00 Finale Defensor Sp. 1 – 2 Liverpool M.
Giornata 7
02.04. 22:00 Club Nacional El Tanque Sisley
02.04. 22:00 Danubio Racing Montevideo
02.04. 22:00 Liverpool M. Fenix
02.04. 22:00 Penarol River Plate
02.04. 22:00 Plaza Colonia Juventud
02.04. 22:00 Rentistas Sud America
02.04. 22:00 Villa Teresa Defensor Sp.
02.04. 22:00 Wanderers Cerro CA

CLASSIFICA CLAUSURA 2016

EQUIPO PTS.
1 Plaza Colonia
16
2 Peñarol
13
3 Cerro
13
4 Fénix
12
5 Sud América
11
6 Nacional
10
7 Villa Teresa
10
8 Racing (U)
8
9 El Tanque Sisley
7
10 Defensor Sporting
6
11 Wanderers
5
12 Juventud
5
13 Rentistas
5
14 River Plate
5
15 Danubio
4
16 Liverpool (U)
3

TABLA ANUAL

EQUIPO PTS
1 Peñarol
44
2 Cerro
41
3 Nacional
40
4 Fénix
35
5 Plaza Colonia
33
6 Wanderers
29
7 Sud América
29
8 River Plate
28
9 Defensor Sporting
27
10 Danubio
26
11 El Tanque Sisley
26
12 Racing (U)
25
13 Rentistas
23
14 Liverpool (U)
21
15 Juventud
20
16 Villa Teresa
15

TABLA DEL DESCENSO (le neopromosse raddoppiano i punti)

EQUIPO TOTAL
1 Nacional
103
2 Peñarol
99
3 River Plate
82
4 Cerro
75
5 Defensor Sporting
75
6 Danubio
75
7 Fénix
72
8 Sud América
71
9 Racing (U)
70
10 Plaza Colonia
66
11 Juventud
65
12 Wanderers
63
13 El Tanque Sisley
62
14 Rentistas
57
15 Liverpool (U)
42
16 Villa Teresa
30

GOLEADORES

JUGADOR GOLES
Gastón Rodríguez
Wanderers
7
Nicolás F. López
Nacional
5
Martín Ligüera
Fénix
4
Nicolás Royón
Sud América
4
Hugo Silveira
Cerro
3
Juan M. Olivera
Danubio
3
Maximiliano Goméz
Defensor Sporting
3
Facundo Barceló
Juventud
3
Junior Arias
Liverpool (U)
3
Diego Forlán
Peñarol
3
Miguel Murillo
Peñarol
3
Germán Rivero
Plaza Colonia
3
Facundo Rodriguez
Sud América
3
Gonzalo Barreto
Danubio
2
Felipe Rodríguez
Defensor Sporting
2
Nicolás Olivera
Defensor Sporting
2
Lucas D. Cavallini
Fénix
2
Maximiliano Pérez
Fénix
2
José P. Varela
Juventud
2
Cristian E. Malán Arenas
Plaza Colonia
2
Pablo Caballero
Racing (U)
2
Gonzalo M. Mastriani Borges
Rentistas
2
Matias Mier
Rentistas
2
Diego G. Vega Martinez
Sud América
2
Adrián M. Balboa
Villa Teresa
2
Jonathan Souza Motta
Villa Teresa
2
Diego N. Riolfo Pérez
Wanderers
2