Uruguay, il Nacional fa sul serio: Placente subito, Boghossian a ore, Crespo è il sogno

Marcelo Gallardo (foto Urugol)

Confermarsi non sarà facile, perchè i cugini del Penarol hanno intenzione di rinforzarsi seriamente, ma il Nacional non teme nessuno e, dopo l’ingaggio di Recoba, è pronta a sparare altre due cartucce. Grazie al suo nuovo tecnico Marcelo Gallardo, la squadra campione in carica potrebbe fare leva sulle amicizie di quest’ultimo ed arrivare a giocatori veramente di spessore.

ECCO PLACENTE – Diego Placente, difensore argentino mancino, è ufficialmente un rinforzo per la squadra del Muneco. Placente, che può disimpegnarsi sia da centrale che da laterale sinistro, vanta ottime esperienze in giro per il mondo (Argentinos Juniors, River Plate, Bayer Leverkusen, Celta de Vigo, San Lorenzo, Bordeaux)  ma a 34 anni ha ancora molto a dire sul piano fisico e tecnico.

BOGHOSSIAN PIACE – La sua esultanza mimando due pistole in Argentina spopolava, quando Joaquin Boghossian dava spettacolo con la maglia dei Newell’s Old Boys. Costretto a partire alla volta dell’Europa, causa una crisi economica pesante della Lepra, Boghossian ha tentato l’avventura austriaca nei Red Bull di Salisburgo ma non si è mai ambientato del tutto e, un ritorno – in prestito – nel suo paese potrebbe rivelarsi un tocca sana. L’età c’è, il talento pure, del fiuto del gol non parliamone nemmeno;insomma, sarebbe il degno sostituto del Morro Garcia, trasferitosi in Brasile all’Atletico PR.

IL SOGNO CHIAMATO CRESPO – Il Valdanito e Gallardo sono amici fraterni dai tempi del River Plate. Per questo, quando nei giorni scorsi è stato contattato dal Muneco, Crespo non ha rifiutato ma ha preso tempo. E’ più un’idea che altro, ma vedere l’ex Parma, Milan ed Inter con la maglia del Nacional sarebbe quanto meno esaltante. Se son rose…