Uruguay: cade ancora il Nacional, Wanderes batte Danubio. Un’ alluvione ferma le due capolista

Rodriguez e Blanco stendono il Danubio (tenfield.com)
Rodriguez e Blanco stendono il Danubio (tenfield.com)

La pioggia si abbatte su Montevideo. Sospese alla mezzora di gioco sia Rentistas-River Plate sul parziale di 0 a 0, sia Juventud-Fenix sul risultato di 1 a 1 (reti di Anibal Hernandez e Dario Flores). Non si è giocata neanche Miramar-Penarol, questo perchè mancavano le misure di sicurezza per garantire il normale svolgimento della partita all’ Estadio Centenario. Dunque la nona giornata resta incompleta, in attesa di vedere quando saranno completate le ultime tre gare. Nel frattempo non si sono fermate però le altre sfide, anzi: il Wanderers si impone 3 a 2 sul Danubio e balza provvisoriamente al terzo posto, il Club Nacional non esce dal tunnel e viene sconfitto dal Liverpool.

Partiamo dal big match, quello del Parque Viera, in cui per l’ appunto Wanderers e Danubio hanno dato vita a una gara molto divertente e spettacolare. Ad aprire le marcature al 17′ è Gaston Rodriguez su assist di Pastorini e al 33′ invece è Chapita Blanco a offrire la palla allo scatenato Rodriguez, che firma la sua doppietta trafiggendo Salvador Ichazo. Primo tempo quindi di marca Bohemios, nella ripresa il tecnico del Danubio Leo Ramos inserisce Zambrana, Tabarez e Martinones per dare più spinta in fase offensiva e al 74′ una bella rovesciata dello stesso Martinones riporta in gara i Los de la Curva. Sembra in difficoltà il Wanderers e invece già al 77′ il solito Sergio Blanco trasforma su calcio di rigore il 3 a 1, concesso per un fallo di mano di Jadson Viera. Il Danu non si arrende e all 84′ Jonathan Alvez accorcia ancora le distanze con un cabezazo, ma saranno inutili gli ultimi assalti degli ospiti. Trionfa il Wanderers, trascinato dalle ottime prestazioni di Rodriguez e Blanco. Tre punti che al momento portano i Bohemios di Alfredo Arias a ridosso del duo in vetta alla classifica, a quota 16.

De Arrascaeta: miglior giocatore della giornata secondo Ovaciondigital.com
De Arrascaeta: miglior giocatore della giornata secondo Ovaciondigital.com

Un punto sotto troviamo il Defensor Sporting che batte 2 a 1 il Racing e adesso è appaiato al Danubio con 15 punti. Come di consueto ormai, sugli scudi c’è Giorgian De Arrascaeta, autore del vantaggio della Violeta. Il numero 10 rompe gli equilibri al 44′, quando parte palla al piede ed entra in area infilandosi tra le maglie dei difensori racinguistas, concludendo con un tocco morbido che supera Contreras. Nella seconda frazione il Defensor resta in dieci al 54′ per il doppio giallo a Gaston Silva e sulla conseguente punizione Leandro Ezquerra pennella la rete del pareggio per il Racing. Al 66′ ristabilita la parità numerica per l’ espulsione di Cayetano e quando la gara sembrava incanalarsi verso l’ 1 a 1, ecco che arriva la zampata di Ignacio Risso: azione tipica della Violeta tutta in velocità, De Arrascaeta-Olivera-Gedoz mandano in tilt la difesa avversaria ed è facile il tap-in di Risso su passaggio di Gedoz. Premiati gli sforzi dei ragazzi di Fernando Curutchet, che ha provato a vincerla con i cambi e c’è riuscito a tempo quasi scaduto. Adesso concentrazione massima per la trasferta peruviana di Copa Libertadores.

Doveva essere la giornata della riscossa per il Club Nacional, un punto per ripartire e tornare a farsi vedere nei piani alti della classifica. Purtroppo per i ragazzi di Pelusso arriva invece l’ ennesima bruciante sconfitta, stavolta contro la Juventud, che mina forse definitivamente ogni velleità di tornare in lotta per il titolo. Nonostante il Tricolor tenti sin dalle prime battute di fare sua la partita e andare in rete, si sgretola troppo facilmente la resistenza dell’ undici di Pelusso, visibilmente demoralizzato ed insicuro. L’ ingresso di Chevanton nella ripresa ha dato grande spinta al Liverpool, che al 75′ ha trovato l’ affondo vincente con un colpo di testa di Fernandes Caue, che ha fatto esplodere il Luis Franzini. Quinta derrota in nove turni per il Bolso, una partenza da incubo in campionato, con Don Pelu che non sa più a chi aggrapparsi: “non c’è logica in questa situazione, anche oggi non abbiamo sfruttato le molte palle goal iniziali e dopo abbiamo perso fiducia fino alla rete subìta. Se esiste un santo in cui confidare, meglio andare a fargli visita…”. Entusiasmo alle stelle invece in casa Negriazules, il Liverpool non aveva mai avuto la meglio del Nacional sia nell’ Apertura che nel Clausura. Tra i migliori sicuramente Agustin Pena e Paulo Pezzolano, fondamentale l’ ingresso in campo di Chevagol.

Infine lo 0 a 0 tra Sud America e Tanque Sisley certifica le difficoltà dei Buzones a togliersi dalle sabbie mobili che in questo momento li vedono penultimi nella Tabla del Descenso e con sempre meno speranze di salvezza. Una salvezza alla quale è sempre più vicino il CA Cerro, che si impone 2 a 1 contro il Cerro Largo. Le reti di Delgado e del bomber Romario Acuna stendono i ragazzi di Eduardo Uzal, in rete solo al 91′ con il settimo sigillo di Leonardo Rivero. Traballa la posizione del tecnico Uzal, probabile l’ esonero nelle prossime ore.