Uruguay, 5a – La Federazione rinvia Atenas-Rampla. Il Penarol affronta il Sud America, Danubio-Nacional è il piatto forte

Quinta giornata di Clausura in Uruguay, con una novità piuttosto particolare. Infatti la AUF, capeggiata dal presidente Wilmar Valdez, ha deciso di non fare disputare il match tra Atenas e Rampla Juniors dopo i gravi scontri verificatisi settimana scorsa nel match tra quest’ ultimi e il Danubio. I tifosi del Rampla, furiosi per la sconfitta, avevano aggredito sia i giocatori del Danubio, sia l’ arbitro Federico Arman, creando scompiglio e attimi di paura. Un’ iniziativa, quella di rimandare la gara, che è stata proposta proprio dalla classe arbitrale, stufa dei continui atti di insubordinazione dei tifosi uruguayani che oramai caratterizzano tristemente ogni weekend. Tanta confusione dunque intorno al Rampla, la situazione in classifica è già critica di per sè, ma così rischia davvero di precipitare la squadra di Jorge Barrios, intorno alla quale non c’è mai un momento di tranquillità. Il presidente del Club di Villa del Cerro, Lucas Blasina, ha cercato di spiegare: “gli arbitri devono capire che noi, come società, siamo dalla loro parte. Non siamo responsabili dei comportamenti dei nostri tifosi, ma siamo disponibili a trovare una soluzione assieme alla AUF“. Sicuramente i vertici del futbol uruguayo dovranno preoccuparsi di migliorare le strutture della “casa” del Rampla, ovvero quell’ Estadio Olimpico tanto suggestivo quanto antiquato. Chi questa partita voleva giocarla “senza se e senza ma”, era comunque l’ Atenas, che sta vivendo un periodo di forma straordinario e staziona al secondo posto di questo Clausura. Il tecnico ateniense Edgardo Arias si è così espresso: “rinviare questa partita è un grave danno per noi, significa distoglierci da ciò che a noi interessa: giocare a calcio. Stiamo attraversando un buon momento e affrontavamo un Rampla con un sacco di squalificati, cosa che ci avrebbe certamente favorito. Non far scendere in campo le squadre non è la soluzione adatta a queste problematiche“. Alle sue parole è seguito un comunicato del Club di San Carlos, in cui sia il presidente Elis Caballero, sia i calciatori, si esprimono in maniera contraria alla scelta della Federazione Uruguagia. Vedremo cosa verrà fuori, il clima è pesante, ma servono provvedimenti differenti dal rimandare le partite e chiudere gli stadi al pubblico.

Detto questo, il turno si aprirà domani alle 20.00, quando la capolista Penarol dovrà vedersela al Centenario con il Sud America. L’ ambiente aurinegro ha finalmente trovato un pò di serenità in questo avvio di 2015 e si culla le gesta di Urretaviscaya, definito in settimana da mister Pablo Bengoechea come “elemento di categoria superiore“. Sarà lui naturalmente a completare l’ attacco con Pacheco e Zalayeta nella sfida contro i Naranjas, per la quale verranno aggregati i giovani della Sub-20 Nandez, Guruceaga e Facundo Rodriguez. Il Sud America invece non avrà nulla da perdere e potrà giocarsi le sue carte, sperando di bissare la grande vittoria di un mese fa contro il Nacional. Mister Jorge Vivaldo ha preparato duramente i suoi durante gli allenamenti al Centro Deportivo La Naval, in cui ha provato in attacco sia Argacha che Mauricio Alonso al fianco del titolarissimo Maureen Franco. Al Jardines del Hipodromo invece si affrontano due squadre che non se la passano proprio benissimo, Danubio e Nacional. La Franja ha ottenuto un discreto bottino di 7 punti sinora in campionato, martedì però è arrivata la sconfitta di Libertadores contro il Corinthians che di fatto ha estromesso i ragazzi di Leo Ramos dalla coppa; per battere il Nacional e provare a disputare un torneo al vertice il Danubio deve vincere questa partita, nella quale verrà dato spazio a Gonzalo Barreto ed Hamilton Pereira, al posto degli indisponibili Matias Velasquez e Matias Castro. Un solo risultato a disposizione però anche per il Nacional, che di punti ne ha appena 4 e ha cominciato la stagione in maniera deludente, a partire dal preliminare perso contro il Palestino. La squadra di Alvaro Gutierrez è ancora convalescente e alcune sirene di mercato che arrivano dal Brasile non fanno di certo piacere ai tifosi del Bolso: pare infatti che alcuni Clubs verdeoro (Sport Recife, Gremio, Flamengo) abbiano chiesto informazioni su Arismendi e Ivan Alonso in vista dell’ inizio del Brasileirao 2015 che partirà a maggio. Intanto Gutierrez ha provato a scuotere i suoi: “come si esce da questa crisi? semplice, facendo tre punti. Abbiamo lavorato sodo questi giorni e l ‘obiettivo ad ora è battere il Danubio“. Alcune assenze in difesa potrebbero agevolare l’ esordio di Carlos Valdes al fianco di Polenta, mentre in attacco Pereiro giocherà la sua ultima gara prima di partire con la Sub-20 per la tournée europea (inutili i tentativi per trattenerlo da parte della società).

Cancellare la sconfitta col Penarol e ritrovare immediatamente noi stessi“, è quello che chiede mister Mauricio Larriera al suo Defensor Sporting nella sfida con il Cerro. Due equipos che hanno obiettivi molto diversi, con i primi che ambiziosamente vogliono insediare il primo posto, mentre i secondi sono chiamati al miracolo-salvezza. Alcune defezioni di rilievo costringono la Violeta a rivedere il proprio undici titolare: probabilmente Larriera darà una chance ai due classe ’95 Guillermo Fratta in difesa e Mauro Arrambarri a centrocampo; davanti torna arruolabile Nicolas Olivera, in ballotaggio con Jaime Baez e Maxi Barreiro. Nel Cerro Miguel Falero sembra orientato a confermare coloro che hanno sconfitto il Tacuarembo la scorsa settimana, affidandosi al tandem Regueiro-Boghossian. “Venderemo cara la pelle contro chiunque“, ha proclamato il tecnico, “la corsa verso la salvezza è complicata, ma non ci arrendiamo di certo adesso”. Test importantissimo per il River Plate, che se vuole candidarsi come sorpresa del campionato deve sconfiggere il Rentistas. Al Parque Saroldi mister Guillermo Almada non disporrà di Robert Flores (out per due settimane), mentre lo squalificato Herrera verrà sostituito da Torrecilla; davanti il solito tridente delle meraviglie dovrà caricarsi la squadra sulle spalle contro un Rentistas già salvo e voglioso di stupire con i suoi giovani David Terans ed Erick Cabaco.

Altre tre battaglie completano la quinta giornata di Primera Division. All’ Estadio Saturnino Goyenola c’è Tacuarembo-Juventud, con gli ospiti alla caccia della terza vittoria consecutiva che li allontanerebbe ulteriormente dal terz’ ultimo posto nel Descenso. Al Campeones Olimpicos di Florida invece Tanque Sisley e Fenix si affrontano in un match in cui soprattutto i secondi dovranno fare punti, visto che la situazione si sta facendo critica. Infine desta particolare interesse Racing-Wanderers: i primi, nonostante stiano mostrando un ottimo calcio, sono stati finora molto sfortunati e i soli tre punti conquistati non rendono gloria ai ragazzi di Pablo Alonso, al contrario i Bohemios stanno stentando in questo avvio (appena 2 punti e poca concentrazione in generale), ma se questo contribuisce agli ottimi risultati visti in Libertadores, beh, i tifosi se ne faranno una ragione.

Giornata 5 – Primera Division- Clausura 2015
21.03. 20:00 Sud America Penarol
21.03. 23:00 Defensor Sp. Cerro CA
22.03. 00:30 Atenas Rampla Juniors
22.03. 20:00 Danubio Club Nacional
22.03. 20:00 El Tanque Sisley Fenix
22.03. 20:00 Racing Montevideo Wanderers
22.03. 20:00 River Plate Rentistas
22.03. 20:00 Tacuarembo Juventud