UFFICIALE – Scolari-Grêmio, 18 anni dopo ancora insieme

Un allenatore in cerca di rivincita per un club che ancora non ha trovato la rotta giusta. Potrebbe essere un matrimonio perfetto oppure improbabile, a seconda dei punti di vista. Di certo, il ritorno di Luiz Felipe Scolari sulla panchina del Grêmio sa tanto di amarcord, 18 anni dopo la fine della seconda e ultima esperienza dell’ex commissario tecnico del Brasile sulla panchina tricolor.

A dare l’ufficialità è stato il club gaúcho, attualmente decimo in campionato dopo il ko di domenica col Coritiba, costato la panchina a Enderson Moreira. Nell’annuncio, il Grêmio ricorda i frutti delle prime due avventure di Scolari: un campionato statale nella prima (1987), quando Felipão non era ancora Felipão, e poi campionato, Copa do Brasil, Libertadores, Recopa Sudamericana nella seconda, durata dal 1993 al 1996. “Provo un grande affetto per il club, sono contento di tornare qui” le prime parole del nuovo-vecchio allenatore, che ha firmato fino a fine anno con opzione di prolungamento fino al termine del 2015. La presentazione ufficiale è prevista per domani pomeriggio, alle 16 italane; l’esordio in panchina tra due settimane. Per il tecnico di Passo Fundo, nuova esperienza in Brasile dopo l’ultima, dolce-amara, al Palmeiras: coppa nazionale e retrocessione in 6 mesi, nel 2012. Da dimenticare c’è anche quella delusione, oltre all’ignobile chiusura di Mondiale poche settimane fa.

  • Manuel

    Il ritorno di Scolari al Gremio me l’aspettavo dopo l’esonero…curioso di vedere come andrà!

  • Francesco Madeo

    Alcune domande per gli esperti di calcio brasiliano: a quanto ammontava lo stipendio di Scolari come c.t del Brasile e quanto guadagnerà adesso? Qualche delucidazione sul contratto di Dunga (durata, compenso)? Infine, come giudicate il calciatore Douglas (per quanto mi riguarda, un illustre sconosciuto fino a pochi giorni fa), che a quanto si dice è stato acquistato dal Barça per 8 milioni di euro? Grazie anticipatamente.

  • giovanni

    Douglas Pereira (Sao Paulo)24 anni laterale destro è una scommessa,
    In Brasile si stupiscono di questa operazione il giocatore deve ringraziare il suo procuratore dicono,
    per loro
    Cedric ( Sporting Lisbona 21 anni), Danilo (Porto 21 anni), De Sciglio (Milan 20 anni), Adam Matthews (Celtic de Glasgow, 21 anni) sono più giovani e più forti di questo Douglas.
    Speriamo non sia un’altra meteora blaugrana come Henrique(Napoli)
    o la punta Keirrison ritornato mestamente in Brasile.

    Dunga di nuovo ct della nazionale brasiliana ha firmato un contratto fino al giugno 2018 e guadagnerà circa 1,8 milioni di euro all’anno, più di un milione di euro in meno di Scolari, fonte Gazzetta dello Sport.

  • Manuel

    per quanto riguarda douglas concordo pienamente…buon giocatore ma non da Barcellona… per me sarebbe da una squadra di media alto livello in europa e non un top team europeo… ma dovrebbe arrivare l’anno prossimo e ora hanno bloccato il mercato dei catalani per tutte e 2 le sessioni del 2015 quindi si complica credo!

    Dunga ct del brasile ha pare un controsenso…e comunque non cambierà molto,i dirigenti sono gli stessi o chi subentrerà non cambierà granchè quindi rimarrà uguale…e anzi nelle selezioni giovanili vedendo il livello generale non mi sembrano nemmeno li giocatori eccezionali ma probabilmente mi sbaglierò…chissà!