Tercera bandeja: sarà realtà?

mundo-boca-2184292w620

Barrio de la Boca, Estadio Alberto J. Armando, alias La Bombonera: sì, stiamo parlando di uno dei templi del calcio mondiale, da sempre fiore all’occhiello e talismano del Club Atletìco Boca Juniors che, improvvisamente, pare esser diventato un problema. Il club xeneize conta attualmente 174.273 soci tra attivi ed aderenti la cui maggioranza, ogni domenica, rimane fuori dall’impianto per mancanza di posti disponibili (lo stadio riesce ad accogliere attualmente 60.000 persone massimo, ndr); motivo per cui il Presidente Daniel Angelici avrebbe in mente di costruire una Nueva Bombonera sui terreni immediatamente adiacenti alla struttura attuale, così da regalare al club un nuovo gioiello da 80.000 posti, tutti a sedere.

Ora, nonostante questa soluzione riuscirebbe a garantire l’ingresso di 20.000 soci in più per ogni fecha di campionato, non andrebbe a risolvere pienamente il problema e, nel contempo, risulterebbe estremamente sgradita agli occhi dei tifosi più passionali, follemente innamorati di quell’impianto storico situato nella zona di La Ribera. E allora che si fa? Sembrerebbe che i vertici del club azul y oro stiano seriamente pensando alla costruzione di una tercera bandeja (terzo anello, ndr) che andrebbe a dominare il teatro già presente, in grado di contenere 12.000 hinchas: questa soluzione pare essere la più quotata dopo aver scartato altre ipotesi, come quella che prevedeva l’allontanamento degli spalti dal terreno di gioco di circa 7 metri così da costruire una populàr circolare sotto le plateas già esistenti. Alcuni problemi, tuttavia, sono presenti anche in questo caso: il progetto dell’architetto sloveno Tomaz

Camernik, incaricato di realizzare l’opera, non sarebbe in linea con l’ambiente circostante, in quanto l’eventuale terzo anello invaderebbe a 20 metri d’altezza lo spazio aereo di alcune case presenti su calle Del Valle Iberlucea , la strada situata dietro questo settore (lo stesso problema affligge il Cilindro di Avellaneda da moltissimi anni). Alla luce di questi vincoli urbanistico-architettonici, riuscirà la tercera bandeja a divenire realtà?

Lorenzo Ciccotosto