Suicidio Olimpia, il Cerro Porteño è a -2!

L'Independiente batte l'Olimpia 3 a 0 Incredibile a Campo Grande! l’Independiente batte l’Olimpia 3 a 0 (!) ed esce, forse, definitivamente dalla zona descenso. Ne approfitta il Cerro Porteño che vìola Presidente Franco portandosi a -2 dalla vetta. Quanti rimpianti per il Superclásico perso…

Cominciamo, però, da sabato. Nell’anticipo (quello di venerdì aveva visto la vittoria del Libertad per 2 a 1 sul Tacuary) tra Nacional e Guaraní nessun vincitore e nessun vinto. Con questo risultato chi ne trae più vantaggio è decisamente il Repollero, saldamente al terzo posto e con una partita in meno. Parte meglio il Guaraní, che confeziona gioco e diverse azioni molto pericolose, ma un grande Agüero chiude la porta del Tricolor. Si sveglia anche il Nacional, che si avvicina alla porta dell’Aborigen, ma l’imprecisione – e l’arbitraggio insufficiente – non permettono grande spettacolo. In ogni caso, al 36′ del primo tempo, il Legendario passa in vantaggio; il giovanissimo Óscar Ruiz dalla sinistra mette un pallone in area che Iván González spinge di testa in rete. Nella seconda frazione la gara sembra più equilibrata. Ma al 15′ minuto succede l’episodio destinato a cambiare la partita: De la Cruz, appena entrato per il Guaraní, viene espulso con roja directa e l’Aurinegro rimane in dieci. Resiste stoicamente fino al 30′, quando Javier González (anche lui appena entrato) confeziona una buona palla per Cabral che rimette le cose a posto. Ma questa partita è strana: due minuti dopo lo stesso Javier González viene espulso per somma di ammonizioni, ripristinando la parità anche in campo. Non succede più niente e il pareggio è il risultato più meritato.

Domenica felice per il Sol de América che batte fuori casa il Rubio Ñu, per 3 a 0. I gol per il Danzarín arrivano al 15′ con Ciz, al 63′ e 75′ con Enzo Prono. Irriconoscibile l’Albiverde (che, però, ha giocato dal 31′ con un uomo in meno…) e adesso è penultimo nella classifica dell’Apertura (tranquillissimo in chiave descenso).

Un empate che sa di titoli di coda (o quasi) quello tra Sportivo Caraperguá e Sportivo Luqueño. Uno 0 a 0 che non serve a nessuno e, anzi, li affossa sempre di più in chiave retrocessione dove sono rispettivamente penultimo e ultimo.

Il Cerro Porteño fa quello che doveva fare, vincere e sperare in un passo falso dell’Olimpia. E così è stato, contro ogni previsione.  Sigla il gol dell’iniziale vantaggio Guillermo Beltrán, che premia la fiducia del tecnico che per la prima volta lo fa partire titolare. Si risveglia, però, il Ciclón del Este, che pareggia con Delvalle al 26′ e il Cerro Porteño, rivive per un rato quello che aveva vissuto l’Olimpia, cioè la prestazione maiuscola da parte del club di Presidente Franco, e il pareggio imposto in casa proprio dal Cerro Porteño (PF). I fantasmi vengono scacciati appena tre minuti dopo: punizione al limite dalla destra, Walter López colpisce di testa e palla in rete per il 2 a 1 Azulgrana. Sul finire del primo tempo, proprio Walter López viene espulso per somma di ammonizioni. Il secondo tempo è parco di emozioni ed occasioni da gol, col Cerro Porteño tutto chiuso a difendere il vantaggio, e il Ciclón del Este che fa poco o niente per provare a pareggiare. Vittoria importantissima per il Club del Pueblo che si porta a soli due punti dalla vetta, sconfitta pesantissima per il Cerro Porteño (PF) che si riavvicina alla zona retrocessione.

Che vittoria dell’Independiente! Il Campograndense era nella peggior situazione da quando è ritornato in Primera, ma nonostante questo schiaffeggia con tre reti un’Olimpia irriconoscibile. Se prima il Franjeado poteva avere la scusa della Libertadores (una eliminazione ancora inspiegabile), adesso non ha altri alibi: è solo crisi. Al termine della primera rueda, la “O” aveva sette tranquillizzanti punti di vantaggio sul Cerro Porteño ed era imbattuta in campionato. Adesso, quei punti si sono ridotti a due. Nel primo tempo l’Inde chiude già la partita, con i gol di Francisco García (8′) e Michel Godoy (14′). Nessuna reazione vera da parte dell’Olimpia. Nel secondo tempo, la musica è uguale. Olimpia disordinata, Independiente che controlla e, al 73′, arrotonda ancora con Iriberri, che chiude il discorso.

Risultati:

Venerdì

Libertad – Tacuary: 2-1 (PT 27′ Giménez (T); ST 23′ Ayala, 36′ Camacho (L)

Sabato

Nacional – Guaraní: 1-1 (PT 36′ Gonzáles (G); ST 30′ Cabral (N)

Domenica

Rubio Ñu – Sol de América: 0-3 (15′ Ciz, 63′ e 75′ Enzo Prono)

Sportivo Carapeguá – Sportivo Luqueño: 0-0

Cerro Porteño (PF) – Cerro Porteño: 1-2 (10′ Beltrán (CP); 26′ Delvalle (CPPF); 29′ Diego López (CP)

Independiente – Olimpia: 3-0 (8′ García, 14′ Godoy, 73′ Iriberri)