Sudamericano sub20 – Argentina, due schiaffi al Brasile. Vincono Colombia ed Uruguay

download

Due gol per andare in fuga. Due reti per allontanare i rivali di sempre e, di fatto, estrometterli dalla lotta per il titolo. L’Argentina continua a mietere vittime nel Sudamericano sub20; la serata di domenica è fatale al Brasile di Alexandre Gallo, sconfitto 2-0 dall’Albiceleste con un uno-due fatale nei minuti finali. I tre punti conquistati dalla truppa di Grondona permettono alla Seleccion di prendersi il primo posto per differenza reti, in coabitazione con l’Uruguay, al quale basta un tempo per sbarazzarsi (sempre 2-0) di un modestissimo Paraguay. Occhio però alla Colombia: i Cafeteros battono 3-1 il Perù e rimangono in corsa per vincere la manifestazione, soprattutto se giovedì notte dovessero avere la meglio sull’Uruguay.

GOL DALLA PANCHINA –Ero certo che la squadra avrebbe giocato una grande partita, ma non potevamo mostrare il fianco al Brasile. Siamo stati attenti e poi abili a colpirli“. Sono queste le dichiarazioni di Humberto Grondona dopo il triplice fischio finale di un’Argentina – Brasile che i tifosi dell’Albiceleste ricorderanno per un bel pezzo. Le due nazionali, deludenti due anni fa, oggi si sono giocate praticamente tutte le possibilità di vincere il Sudamericano; alla fine l’ha spuntata proprio la Seleccion, che ai punti merita questo successo più del solito Brasile spento, che durante il torneo ci ha ormai abituato a prestazioni scialbe inframezzate da giocate estemporanee dei suoi talenti. Il più fulgido dei quali, Gabriel Barbosa, parte ancora dalla panchina. Anche i due match-winner però inizialmente si accomodano fuori, e a sbloccare il risultato è proprio un attaccante redivivo come Maxi Rolon, talento “made in Barça” che fino ad oggi ha trovato davvero poco spazio nell’affollato reparto offensivo argentino. Partita bruttina, con qualche giocata qua e là, che l’Argentina gestisce bene sin dall’inizio, e che a metà ripresa non sblocca a causa di un errore marchiano di Simeone, a porta vuota, con la traversa a negargli il gol numero otto al sub20. Poco dopo sale in cattedra Corréa; l’asso dell’Atletico prima di esterno smarca Rolon (entrato  per l’1-0, poi imbastisce la trama per Espinoza che pesca la testa di Contreras per il raddoppio. Un raddoppio che, di fatto, stronca ogni speranza alla Canarinha, ormai concentrata solo più sul quarto posto da blindare per guadagnarsi l’accesso al Mondiale.

BENE COLOMBIA E URUGUAY – Due vittorie come da pronostico. Con Perù e Paraguay a fare da comprimarie, Colombia e Uruguay approfittano del turno agevole e si rifanno sotto in classifica all’Argentina. Convincente la vittoria della Colombia, che prima svariona permettendo al Perù di passare in vantaggio grazie al solito Succar, poi – trascinata dalla vena di Santos Borré e Lucumì – si scatena e ne segna tre. Ancora protagonista l’esterno dell’America de Cali, che pareggia e chiude con il 3-1 finale, inframezzando il tutto con una prova superba. In mezzo arriva anche il gol di Borré, tra i migliori di questa nazionale e già intercettato in orbita mercato. Con i gol di Franco Acosta e Gaston Pereiro l’Uruguay si sbarazza del Paraguay e raggiunge, nel posticipo, l’Argentina a quota sette punti. Alla squadra di Coìto basta un tempo giocato ai mille all’ora per abbattere le resistenze guaranì, tirando il freno a mano nella ripresa, con la testa già alla Colombia. “Ci giochiamo tutto nelle prossime due partite – dice Arambarri, talentuoso centrocampista della Celestecon Colombia ed Argentina non possiamo fallire. Vincere? Basta fare sei punti. Tutto dipende da noi“.

CLASSIFICA
Argentina 7
Uruguay 7
Colombia 5
Brasile 4
Paraguay 1
Perù 0

  • Manuel

    Non ricordo in quante si classificano per i Mondiali Under20??? e torneo olimpico già qui o dipende dalle posizioni al mondiale u20 prossimo? grazie

  • giovanni

    Ciao Manuel ,ai Mondiali under-20 si qualificano le prime 4 dell’esagonale,
    alle Olimpiadi invece vanno le prime 2 (non considerando Brasile padrone di casa)
    ma la seconda dovrà disputare uno spareggio contro una nazionale della Concacaf.

    Uruguay e Argentina sono in perfetta parità, differenza reti e gol segnati, se si mantiene così fino all’ultimo turno dove si affronteranno e magari ci scappa il pareggio,
    il vincitore del torneo si deciderà con il lancio della monetina,
    vi sembra giusto secondo voi?
    Avrei preferito i tempi supplementari
    e se necessario o direttamente i calci di rigore, la formula del torneo a mio avviso va completamente rivista.

    Matematicamente Peru è ancora in corsa quando si dice così significa che è virtualmente eliminato,
    una squadra che perde con 2 reti di scarto (o anche di goleada vedi fase a gironi)
    e si è qualificata solo per via del biscotto
    non merita assolutamente di partecipare ai Mondiali nè alle Olimpiadi mi dispiace ma io sono per il calcio pulito e serio, se già si sapeva con assoluta certezza dal primo minuto che la partita sarebbe finita in parità contro i paraguaiani tanto valeva non presentarsi in campo, il calcio è bello perchè imprevedibile tutto può succedere anche in ridotta percentuale 1% qualsiasi altro risultato però se è già scritto a tavolino evitando di tirare in porta non superando la propria metà campo e beccandosi i fischi del pubblico presente allo stadio eh no miei cari amici, io non ci sto.
    Capisco non farsi male negli ultimi minuti e accontentarsi del punticino allora sì ci può stare ma non una partita intera che sa di sceneggiata,RIDICOLI!
    Alla fine la giustizia sta trionfando e mi sta dando ragione come sempre o quasi modestamente,
    ovvero sia Peru e Paraguay eliminate entrambe ci siamo dai olé,
    si dovranno accontentare dei Giochi Panamericani che valgono poco in confronto ai Mondiali di categoria e alle Olimpiadi dove prevalgono i valori veri di lealtà, onestà dello sport pulito e serio senza imbrogli ma frutto della sana competizione.

    Di questo Peru sub-20 quanti giocatori esploderanno per affermarsi nei principali campionati europei bah non ne ho proprio idea,
    il maggior responsabile di questa figuraccia è principalmente lui
    Rivera si sta dimostrando un pessimo ct purtroppo, la mano dell’allenatore non si vede, non c’è talento ,corsa, pressione al rivale nè tecnica di un organico monco e poco omogeneo,
    Rivera ha rispolverato il centrale Abram di nuovo tra i peggiori in campo
    mal posizionato perde il duello nel gioco aereo colpevole nei gol compreso il raddoppio che nasce da un suo fallo stupido e inutile non ne ho visto la necessità sinceramente,
    c’è stato il debutto di Reategui male anche lui lasciava scoperta la difesa non conosce il ruolo nè il senso della posizione,
    Rostaing che avevo tanto reclamizzato aveva iniziato bene, di certo preferibile al debole Perleche, per poi farsi travolgere dallo scatenato Lucumi,
    sulla fascia sinistra Cossio non spinge e non copre ormai non è una novità,
    in porta confermato Grados stranamente rispetto a Prieto
    un pò di coraggio nelle uscite ma non impeccabile tuttavia,
    a centrocampo o gioca Garces o Aquino la musica è la stessa praticamente
    in ritardo sull’avversario,volenteroso Canales ma poco altruista a dare una mano in copertura a Cossio,
    Pena perde palla come al solito e non riesce a fare la differenza troppo lento in una nazionale che non ha nella velocità il suo punto di forza,
    davanti Da Silva abulico, Succar solo il gol e nulla più mal rifornito ok ma quando ha il pallone tra i piedi non riesce a far salire la squadra come si dice in gergo l’ecuadoregno Parrales per me era superiore tecnicamente così come Cevallos aveva dimostrato di essere, come direbbe qualcuno non sempre a proposito ma in questo si può utilizzare l’espressione “nettamente” superiore a Pena nello specifico, peccato però Ecuador nazionale in crescita nel torneo sia già a casa.
    I cambi nel secondo tempo non hanno prodotto alcun effetto, sostituzioni poco chiare sia nell’ordine e chi ha ceduto il posto non stava demeritando come per esempio Ugarriza l’unico forse a strappare una sufficienza seppur stentata nel disastroso Peru che ha giochicchiato una ventina di minuti scarsi del primo tempo con un paio di azioni segne di nota anche se con il dai e vai concedendo ampi spazi al rivale (palo) ma che nella ripresa i colombiani potevano arrotondare il risultato se non fosse per la mira imprecisa di Santos Borré che sciagurato si è mangiato 2 gol
    sarebbe stato hat-trick personale, peccato per lui ma ancora di più per il popolo dei cafeteros.

    Colombia decantate le qualità tecniche di Lucumi gran bel giocatore,
    a tratti anche Barrera, attento nel primo tempo il portiere Montero, altro che Abram
    un centrale che da più solidità al reparto è Quintero
    e Orejuela potrebbe entrare tra i futuri terzini della nazionale maggiore.
    In Colombia, a differenza di Peru che concentra tornei giovanili solo nella capitale,
    c’è più varietà di tornei a livello regionale non a caso giusto per citare Cali e Medellin producono più giocatori della capitale stessa Bogota e la qualità dei tornei ne trae beneficio.
    Antioquia è un dipartimento di Medellin di cui il club Envigado ha un’ottima cantera che ha partecipato spesso al torneo di Viareggio, Tello dovrebbe approdare alla Vecchia Signora anche se è quello che mi ha convinto di meno rispetto ai suoi compagni,
    ultimamente però c’è da registrare una notizia ahimè che può far male al calcio colombiano,
    Envigado è stato inserito nella lista Clinton delle società i cui proventi finanziari derivano dal narcotraffico, peccato davvero.

    Uruguay si conferma la squadra più forte
    vince e convince,
    Amaral il migliore e tutti gli altri sufficienza piena se non oltre per qualcuno Pereiro, Castro e Suarez, Acosta sta continuando a segnare buon per lui,Ale non ha fatto rimpiangere Lemos,
    Paraguay inconsistente ct Genes nel pallone toglie Bogado una delle poche note positive nel primo tempo.

    Argentina vince ma non convince in pieno,
    c’erano assenze dall’una e dall’altra parte niente scuse,
    decisivi i cambi soprattutto quello di Espinoza modestamente ci avevo visto giusto anche qui,
    Contreras se contro i boliviani si era mangiato più di un gol,
    ora contro una nazionale più seria Brasile segna a differenza di Simeone incredibile il gol divorato il pallone era solo da spingere dentro, roba da mai dire gol.
    Brasile ha avuto le occasioni per segnare ma il portiere, si parla di Real Madrid, Battaglia non si è fatto cogliere impreparato,
    anche qui il ct Gallo non mi ha convinto con le sue scelte togliere Gerson uno dei migliori in campo, evidentemente era stanco o acciaccato ma non sembrava.
    Ma tranquilli Brasile dovrà giocare contro Peru,
    quale avversario più comodo per potersi rialzare?
    Non vincere sarebbe motivo di sfottò da parte degli argentini i quali però si devono vergognare di Compagnucci giocatore sporco e villano mettere le dita nell’occhio al povero Barrera,
    all’errore della svista arbitrale la Conmebol finalmente ha preso un provvedimento giusto escludendo il giocatore dal torneo.
    Applausi.

    Buona giornata!

  • Manuel

    Ok grazie giovanni, allora credo che per il mondiale u20 si qualificheranno le prime 4 che ci sono attualmente mentre per le olimpiadi è più difficile visto che è 1+1(allo spareggio la seconda), formula che andrebbe cambiata, il calcio alle olimpiadi non è lo sport principale ovviamente ma andrebbero ampliate le qualificate, per me argentina prima e uruguay allo spareggio!