Sudamericano Perù 2011: la Top 11 di Calcio Sudamericano

Archiviata la fine del torneo Sudamericano Sub’20, che ha visto il Brasile trionfare grazie ai suoi gioielli Neymar e Lucas, è arrivato il tempo dei bilanci. Dopo aver parlato del Brasile, andiamo a conoscere la Top 11 che Calcio Sudamericano vi propone. La formazione è stata fatta a discrezione dell’autore, schierata con il 4-2-3-1 e guidata dal tecnico del Brasile Ney Franco.

Il Sudamericano Sub’20 ha messo in mostra parecchi talenti, molti dei quali hanno trovato spazio sul nostro portale dove abbiamo cercato di proporveli per farveli conoscere meglio; in molti casi, ad esempio quelli di Federico Rodriguez, Orozco e Cepellini, vi abbiamo anticipato le loro schede prima ancora che il mercato di gennaio li portasse in Europa. Oggi, come anticipato, andiamo a conoscere la Top 11 del torneo, che schiereremo col 4-2-3-1.

In porta non ci sono dubbi, la vera sorpresa è JOHN SEBASTIAN JARAMILLO (LDU Quito, 15.09.1991), che milita nella LDU con la quale ha già collezionato qualche panchina in prima squadra. Di lui ne sentiremo parlare presto, dato che anche Bauza, tecnico della LDU, sembra intenzionato a riproporlo nel prosieguo del campionato.

Nella difesa a 4 confermatissima la coppia centrale verdeoro, di gran lunga la migliore del torneo, che ha visto il talentuosissimo JUAN (Internacional, 11.06.1991) affiancarsi al più esperto ALEX SANDRO (Santos, 26.01.1991) in una cerniera praticamente imperforabile.

Sulla destra, il posto è assicurato per la freccia uruguagia FEDERICO PLATERO (Defensor Sporting, 7.02.1991) che ha già molti estimatori in Europa, soprattutto dalle parti di Bologna; a sinistra NICOLAS TAGLIAFICO (Banfield, 31.08.1992), una spina nel fianco di tutte le difese affrontate con le sue scorribande mancine. Ha anche segnato una rete.

Sulla mediana un posto è assicurato al neo acquisto del Wolfsburg YOHANDRI OROZCO (Wolfsburg, 19.03.1991), regista abile nella fase offensiva che ha dispensato assist a raffica. Questa scelta è anche un premio per il giocatore, che pur militando in mezzo alla pochezza tecnica del Venezuela, ha saputo farsi notare e, soprattutto, segnare il gol più bello del torneo. Accanto a lui, la classe del centrocampista brasiliano CASIMIRO (Sao Paulo, 23.02.1992), un vero faro del centrocampo di Ney Franco dove ha fatto la differenza messo a confronto dei suoi pari età.

Dietro all’unica punta c’è l’imbarazzo della scelta. Noi abbiamo scelto, come regista avanzato, il neo cagliaritano PABLO CEPELLINI (Cagliari, 11.09.1991) una della più piacevoli sorprese del torneo. Passato dal Bella Vista al Penarol, ha appena il tempo di essere presentato che Cellino lo porta in Sardegna, dove potrebbe iniziare un’importantissima carriera. Sulla destra agisce Lucas Rodrigues Moura da Silva, più semplicemente conosciuto come LUCAS (Sao Paulo, 13.08.1992) che dopo questo torneo troverà sicuramente più spazio nel suo club; sulla corsia mancina c’è posto per uno dei pochi argentini che si salvano dalla spedizione peruviana, l’esterno FACUNDO FERREYRA (Banfield, 17.03.1991), una garanzia se si necessità di velocità e dribbling.

Centravanti? Beh, ovviamente NEYMAR (Santos, 5.02.1992); capocannoniere del torneo, ha segnato un gol più bello dell’altro. E’ sparito solo nel match contro l’Argentina, dove è stato marcato durissimo dagli avversari perchè ogni volta che prendeva la palla era un potenziale pericolo. Per il resto, il giocatore si conosceva già alla vigilia; lo vogliono tutti, in Europa pare che il Barcellona abbia trovato l’affondo decisivo per ingaggiarlo. Un potenziale campione che, presto, ammireremo da noi.

  • Amedeo Adinolfi

    Ma Luna dell’Uruguay? Ha giocato un grande Sudamericano. E’ vero che sono un po’ di parte, ma personalmente lo avrei inserito 😀

  • mario

    c’era lucas piazon ? ciao grazie

  • Pingback: Banfield, Valencia chiama Ferreyra | Calcio sudamericano()

  • Nicola

    ciao sono nicola avete fatto bn a metttere lucas moura e neymar sono 2 giocatori fortissimi.!!!!!
    😀 😀 😛

    • Andrea Bracco

      Ciao Nicola e benvenuto…
      Sicuramente sono due ragazzi che conosciamo già da tempo, ben prima del Sudamericano; quest’estate saranno protagonisti di qualche spostamento e, molto probabilmente, Neymar sbarcherà in Europa.
      Noi ovviamente seguiremo le loro vicende quindi mi raccomando seguici…

      A presto

      Andrea Bracco 😀

  • Silvestro

    Solo per dire che anche io stimo i calciatori sudamericani con preferenze assolute per gli argentini e Uruguaiani in quanto tantissima percentuale di entrambi hanno DNA italiano e , per tanto, adattissimi al nostro calcio da sempre e, particolare non tanto trascurabile, hanno come gli italiani, classe immensa.
    Saluti !!!