Statali, anticipi: Palmeiras e Vasco ok, Grêmio Prudente retrocesso

Molte gare giocate nella notte di sabato nei campionati di San Paolo e Rio de Janeiro: sono però due sole le grandi scese in campo, entrambe vincendo. Nel Paulista c’è anche la retrocessione del Grêmio Prudente, che ha collezionato due discese in quattro mesi e ora rischia seriamente il fallimento economico.

Lincoln in azione contro il Grêmio Prudente (Rivaldo Gomes/Folhapress)

PAULISTÃO – Una sola big è scesa in campo nelle gare del sabato: è il Palmeiras leader del campionato, autore di un comodo 2-0 al Grêmio Prudente, risultato che costa al Barueri l’addio alla prima divisione. Verdão in vantaggio al 29′ grazie a Thiago Heleno, abile ad anticipare la difesa sul calcio d’angolo di Assunção; raddoppio al 75′ per effetto dell’autorete di Douglas Silva. Il Mirassol coglie la qualificazione agli ottavi con un perentorio 3-0 ai danni dell’Ituano, mentre il Paulista fallisce il match point perdendo in casa contro il Portuguesa, 0-1 deciso a tempo scaduto da Jael. Il São Bernardo ipoteca la salvezza vincendo lo scontro diretto con il Santo André: dopo il vantaggio ospite di Anderson Cléber, in due minuti c’è la rimonta bernardina grazie a Kauê e Bady, tra il 75′ ed il 77′. Chiude il quadro delle partite il pareggio tra Mogi Mirim e Botafogo-SP: per il Fogão la salvezza non è ancora matematica (a meno che la Linense non perda questa sera contro il Bragantino), per i padroni di casa è invece certa l’esclusione dal lotto delle prime otto.

CARIOCA – In attesa della supersfida di questa sera tra Botafogo e Flamengo, è solo il Vasco da Gama a giocare nel lotto delle nobili: contro la Cabofriense il Gigante dura fatica per strappare i tre punti, ma infine ci riesce e mette una seria ipoteca sulla qualificazione alle finali della Taça Rio. Bianconeri avanti al 20′ con Bernardo su cross di Éder Luís, in sospetta posizione di fuorigioco sul lancio di Felipe, ma al 34′ c’è il pari: dopo due splendidi interventi di Fernando Prass, al terzo tentativo Zotti riesce a segnare, ribadendo in rete un tiro respinto ancora dal portiere. Nella ripresa arriva l’espulsione di Assunpção (doppia ammonizione), ma i padroni di casa non sfruttano la superiorità numerica fino all’86’: Éder Luís viene steso in area, è rigore. Al dischetto va Alessandro, che calcia in modo perfetto e regala ai suoi il successo. L’unico altro successo della serata lo firma il Madureira, 2-1 in rimonta al Boavista con la doppietta di Maciel. Nelle restanti gare tre pareggi: 1-1 in Nova Iguaçu – Bangu e Macaé – América-RJ; 0-0 in Volta Redonda – Olaria, ennesima occasione sprecata dagli ospiti di aumentare il proprio vantaggio in classifica e ipotecare il passaggio alla fase finale.