Spettacolo in Brasile, Racing protagonista in Uruguay

Atletico MG

Brasile – Giornata di derby verdeoro: Atletico-MG ok sul Cruzeiro, ora è primo posto

Sei giornate, un ultimo turno scoppiettante, tre clásicos e una sola capolista. A comandare il Brasileirão dopo un mese e mezzo è l’Atletico Mineiro; il club di Belo Horizonte sta viaggiando su ottime medie pur non eccellendo in nulla, e nell’ultimo weekend il Galo ha saputo dare una sterzata decisiva al suo cammino andando a vincere il derby cittadino contro il Cruzeiro.

Al Mineirão è un gol di Roger Guedes, reietto di casa Palmeiras, a regalare tre punti decisivi agli alvinegros; l’esterno offensivo sta trovando finalmente la continuità che a San Paolo gli era stata tolta, e ormai, a suon di prestazioni, si è ritagliato un posto da protagonista in un reparto offensivo molto esperto, completato da Luan e Ricard Oliveira. Continua invece la crisi della Raposa in campionato, che tradotta significa sette punti in sei giornate, con due sole vittorie e tanta discontinuità. Atletico MG

Il secondo clásico di giornata si è giocato a San Paolo, dove il Tricolor Paulista ha la meglio sul Santos di misura grazie al secondo gol in campionato di Diego Souza, leader di un San Paolo che al momento non sta brillando, ma è l’unico club che non ha ancora mai perso una partita. Per contro, il Santos perde un’ottima occasione per riagganciarsi alle posizioni che contano.

A Rio de Janeiro si è giocato Flamengo – Vasco, derby molto teso e nervoso per due squadre che hanno anche da affrontare l’ultimo affondo in Copa Libertadores. In campo finisce 1-1, con quattro espulsi nel finale (due per parte), ma a recriminare maggiormente saranno i rubronegros, che dopo essere andati in vantaggio con il solito Vinicius Junior prima si fanno riprendere da Wagner, per poi – nella ripresa – sfiorare ripetutamente il gol del raddoppio. Un assalto frontale ma inutile, per un Flamengo ora fermo a quota 11 a pari merito con Palmeiras e Corinthians.

È ancora Miguel Borja il protagonista in casa Verdão: dopo i gol pesantissimi segnati in Libertadores, il colombiano ex Livorno si mette in mostra anche nel match interno contro il Bahia, dove con un assist apre la partita, sbloccata da Willian dopo tre minuti e chiusa da Antonio Carlos, per poi puntellare il finale con una rete nel finale. Al Corinthians non basta invece Roger per avere la meglio sullo Sport Recife, che guadagna un punto fondamentale in chiave salvezza. A ridosso delle grandi sale il Fluminense: nonostante il mercato in entrata praticamente inesistente, i carioca stanno girando a pieno regime e anche nell’ultima partita hanno evidenziato un ottimo stato di forma. A risolvere la contesa contro l’Atletico-PR ci hanno pensato Thiago Heleno – con un autogol – e Marcos Junior. A far capolino tra le grandi c’è anche l’America-MG, imbattibile in casa con tre vittorie su tre, l’ultima delle quali ottenuta contro il Botafogo grazie a un gol di Juninho.

Nella parte bassa si risolleva il Vitoria, grazie a un 2-1 rifilato al fanalino di coda Ceará firmato da Wallyson e dall’ex ragazzo prodigio Neilton, approdato nei rossonero per dare una svolta alla propria carriera. Lo 0-0 tra Paraná e Gremio rappresenta un’occasione persa per l’Imortal, mentre i cugini dell’Internacional non ci mettono molto a sbarazzarsi di una spenta Chapecoense: al Beira Rio è Lucca ad aprire le danze, seguito da Rodrigo Moledo e Patrick, che scrivono il 3-0 finale nella ripresa e certificano il percorso quasi netto delle squadre locali in questa sesta giornata di Brasileirão. Atletico-MG – Flamengo e Internacional – Corinthians saranno i piatti forti del prossimo weekend, che – con lo stop definitivo dei campionati in Europa – avrà un ruolo fondamentale nel palinsesto di tutti gli appassionati.

Uruguay – Buona partenza del Racing, attardate le due grandi

Il Torneo Intermedio uruguagio è iniziato con un nome nuovo iscritto alla lista delle possibili sorprese. È quello del Racing di Montevideo, unica squadra rimasta a punteggio pieno dopo tre giornate. Dopo aver battuto Liverpool e Wanderers, i biancoverdi hanno avuto la meglio di misura anche sul Fenix. I ragazzi di Rodrigo Lopez non giocano un calcio appariscente, segnano poco ma sono terribilmente concreti, e anche contro il Fenix hanno sfruttato una delle poche occasioni create per portarsi a casa la vittoria. La rete decisiva è stata segnata da Maicol Cabrera, mezzapunta e anima del gioco racinguista, con un bel destro da media distanza.

Mentre il Racing si gode il primato, Nacional e Peñarol arrancano. E non inganni il 6-0 del Manya rifilato al malcapitato River Plate, perché la truppa di Ramos ha evidenziato gli stessi problemi tattici e organizzativi del Torneo Apertura. In ogni caso, la goleada alla Banda porta se non altro un po’ di tranquillità e la consapevolezza, quella sì, che la fase offensiva funziona a meraviglia. Palacios, con una doppietta, è il protagonista della serata, corredata dai gol dei due Rodriguez e di Arias (oltre a un’autorete). Niente da fare, invece, per il Nacional, bloccato al Coloso del Parque dal Liverpool: nerazzurri avanti col solito Guastavino, pari del Bolso firmato da Maxi Oliva, sul quale paiono esserci gli occhi di diversi scout europei, Udinese in primis.

Se nel Gruppo 1 la classifica si gioca al rialzo, nel 2 Torque e il già menzionato River Plate sono le capolista a quota 4 punti. Entrambe sconfitte nell’ultimo turno, primeggiano in un girone dove le altre cinque squadre seguono a una sola lunghezza di distanza. Da segnalare la vittoria del Defensor Sporting, trascinato ancora dal suo leader difensivo Ernesto Goñi, mancino goleador bravo dalla distanza e nel gioco aereo. Uno dei top di questo campionato che, finalmente, sta entrando nel vivo.

Colombia – Torneo Apertura nel vivo: al via le semifinali

Due conferme e due sorprese. È questo il verdetto dei quarti di finale di Liga Postobon colombiana, arrivata alle semifinali di un Apertura tanto emozionante quanto impronosticabile. A giocarsi il primo titolo del 2018 saranno le due squadre di Medellin, Atletico Nacional e Independiente, che nel penultimo atto se la vedranno con Atletico Huila e Deportes Tolima.

 I Verdolagas di Almiron, impegnati anche in Libertadores, hanno avuto la meglio sul Deportivo Cali nel quarto di finale più equilibrato, com’era facilmente pronosticabile. Dopo aver perso 1-0 al Pascal Guerrero, giustiziati dal nuovo obiettivo dell’Ajax Nicolas Benedetti, il Nacional è riuscita a ribaltare la contesa con il 2-0 maturato tra le proprie mura. Decisivo, ancora una volta, Dayro Moreno, autore di una doppietta decisiva tanto per la squadra quanto per lui, alla miglior stagione in carriera sotto la cura Almiron.

Una doppietta del bomber argentino Cano contro l’Atletico Junior ha invece regalato la semifinale al DIM, che a breve passerà sotto il controllo del Football City Group, ma nel frattempo cerca un altro acuto sognando, magari, una finale contro i rivali di sempre. Huila e Tolima, infine, hanno avuto la meglio su Patriotas e Once Caldas: entrambe hanno poche possibilità di vincere, ma proveranno comunque a sorprendere il paese e gli addetti ai lavori.

Perù – Torneo nuovo, protagonisti vecchi: al via l’Apertura, Herrera implacabile

Archiviato il Torneo de Verano, in Perù è cominciato il Torneo Apertura 2018. Sono stati proprio i campioni in carica dello Sporting Cristal ad aprire le danze, in un derby “minore” di Lima contro lo Sport Boys. Al Callao il Cervezero non parte benissimo, gioca un pessimo primo tempo e va sotto per mano di Vega. Al momento del rientro sul terreno di gioco, però, il Cristal si trasforma, e complice la stanchezza del club rosado, reagisce bene trovando il pari con il solito Herrera, sempre più bomber del campionato.

Mentre l’Universitario, sempre alle prese con problemi economici e blocco del mercato, si prende un buon punto contro il Melgar (al gol di Vazquez ha risposto Cuesta), l’Alianza cade in casa dello Sport Rosario, trascinato ancora una volta dal centravanti argentino Etchemaite, autore di una doppietta. Per i Grones è l’ennesima delusione di una stagione nata male e proseguita peggio, corollata dalle pessime figure maturate in Libertadores. A pagare per tutti sarà Bengoechea, vicino all’esonero, ma l’impressione è che la squadra abbia carenze strutturali nate dopo la pessima gestione del calciomercato in entrata.

Negli altri match di giornata vince l’Union Comercio (2-0 al Cantolao), mentre Binacional – Deportivo Municipal e San Martin – UTC di Cajamarca terminano a reti inviolate.