Saragò amareggiato dopo l’eliminazione: “Incredibile perdere in questo modo”

Saragó da indicazioni ai suoi calciatori (foto: Nelson Pulido)
Saragó da indicazioni ai suoi calciatori (foto: Nelson Pulido)
CARACAS – Il Deportivo La Guaira non è riuscito a ribaltare la situazione contro il Caracas nella gara di ritorno dell’octagonal del Torneo Clausura. L’arancia meccanica dell’italo-venezuelano Eduardo Saragò ha fatto di tutto nei 180 minuti per sfondare la porta difesa da Wilker Fariñez, ma senza riuscirci. “Siamo stati eliminati, adesso bisogna pensare alla prossima stagione” ha dichiarato il tecnico di origine calabrese subito dopo il triplice fischio dell’arbitro.
In questo doppio confronto il Deportivo La Guaira è stato poco cinico sotto porta, caso contrario dei rojos del Ávila che hanno saputo approfittare al meglio gli svarioni difensivi degli arancioni. Reiner Castro, autore dei tre gol (due reti all’andata ed uno al ritorno) che hanno eliminato il Deportivo, è stato come una sorta di bastone negli ingranaggi dell’arancia meccanica.
“Incredibile perdere un confronto in questa maniera. Nelle due gare abbiamo attaccato, abbiamo avuto il possesso palla, siamo stati superiori ed abbiamo perso entrambi i match. Abbiamo perso senza che il rivale facesse un tiro in porta. Undici tiri in porta all’andata e nove al ritorno e non siamo stati capaci di buttarla dentro. Ma questo è uno sport non di chi gioca meglio, ma di chi segna più gol” racconta Saragò a fine gara.
L’ex tecnico del Centro Italiano Venezolano di Caracas e del Deportivo Italia non nasconde la sua amarezza per l’eliminazione “Perdere in questo modo ti frustra un po’, ma siamo anche tranquilli perché sappiamo che abbiamo fatto un ottimo lavoro, siamo stati superiori in entrambe le gare”.
In questa fetta di stagione Eduardo Saragò ha disputato 29 partite sulla panchina del Deportivo La Guaira, dove ha lottato su tre fronti: Torneo Clausura, Coppa Venezuela e Coppa Suramericana. Il mister ha stilato il suo bilancio dopo la sua prima esperienza alla guida degli arancioni.
“Il bilacio è abbastanza positivo, abbiamo chiuso la stagione giocando ad un buon livello e siamo stati protagonisti della miglior prestazione di una squadra venezuelana nella Coppa Suramericana. Penso che con un po’ di fortuna avremmo continuato ad avanzare nel torneo locale”.
Dopo la sosta delle nazionali, il Caracas sfiderà il prossimo 20 novembre lo Zulia a Maracaibo nella gara d’andata delle semifinali dell’octagonal. L’altra semifinale avrà come protagonisti il Deportivo Táchira e l’Atlético Venezuela: gara d’andata a San Cristóbal e ritono al Brigido Irarte.