Sanchez stende il San Lorenzo, al River Plate la Recopa

IMG

Ancora, inesorabilmente River Plate. Da un anno a questa parte la squadra di Marcelo Gallardo ha inanellato una serie di successi impressionante, soprattutto alla luce della recente storia societaria. Un gol segnato da Carlos Sanchez consegna ai Millonarios anche la Recopa Sudamericana, vinta contro un San Lorenzo regolato sia all’andata che al ritorno, con il medesimo finale e la consapevolezza che nei momenti importanti, la Banda risponde sempre presente.

Dopo l’Apertura nel 2013 e la Superfinale vinta, il River ha inanellato un doppio successo in campo internazionale, portando a quattro i titoli vinti nell’arco di un anno o poco più. Un ruolino decisamente invidiabile.

POCHE EMOZIONI – Al Nuevo Gasometro di calcio se ne vede poco, perchè nonostante i padroni di casa provino a fare la partita nel cercare di riequilibrare la sconfitta del Monumental, la retroguardia del River Plate regge bene e concede poco. Anche il gol in mischia, segnato da Carlos Sanchez (a proposito, il colombiano sta di nuovo tornando su livelli eccelsi), è più frutto di un’amnesia difensiva del Ciclón che un’azione manovrata. A questo punto ci si interroga su come le due squadre arrivino all’esordio in campionato, dove il San Lorenzo ospiterà alla prima il Colon mentre il River se la vedrà con il neopromosso Sarmiento. Gallardo, visibilmente commosso a fine gara, riporta così il titolo più prestigioso del Sudamerica a Nuñez 17 anni dopo la prima volta. “Dobbiamo considerare questa serata come un punto d’inizio – dice il Muñecoe non come la chiusura del cerchio. Quest’anno la stagione sarà massacrante e noi dobbiamo farci trovare pronti per tutto“.

DELUSIONE BAUZA –Ci abbiamo provato ma la palla questa sera non voleva entrare – è il commento sconsolato di Bauza – purtroppo abbiamo caricato molto i ritmi della preparazione per arrivare pronti alle partite iniziali. Non dimentichiamoci che noi abbiamo anche la Libertadores, e questo peserà molto“. Gli fa eco Julio Buffarini, cacciato nel finale: “L’espulsione? Esagerata. Avevamo la possibilità di dare una gioia ai nostri tifosi ma non ce l’abbiamo fatta. Ci rifaremo presto“. Capitolo singoli: da sottolineare la prova di Maidana e Kranevitter, due dei pilastri molto spesso mancati alla truppa di Gallardo.

TABELLINO
0. San Lorenzo: Sebastián Torrico; Julio Buffarini, Mauro Cetto, Matías Caruzzo e Emmanuel Más; Franco Mussis (m.15, Facundo Quignón) (m.66, Gonzalo Verón), Juan Mercier, Pablo Barrientos (m.56, Mauro Matos) e Héctor Villalba; Sebastián Blanco; Martín Cauteruccio. DT: Edgardo Bauza.
1. River Plate: Marcelo Barovero; Gabriel Mercado, Jonatan Maidana, Ramiro Funes Mori e Leonel Vangioni; Carlos Sánchez, Matías Kranevitter e Ariel Rojas; Leonardo Pisculichi (m.61, Gonzalo Martínez); Rodrigo Mora (m.84, Germán Pezzella) e Teófilo Gutiérrez (m.74, Camilo Mayada). DT: Marcelo Gallardo.

Gol: 0-1, m.67: Carlos Sánchez.
Arbitro: Néstor Pitana Espulsi: Ramiro Funes Mori (m.81) e Julio Buffarini (m.90) Ammoniti: Villalba, Blanco, Barovero, Mercado, Maidana, Vangioni e Carlos Sánchez.

Leer más: http://www.mundodeportivo.com/20150212/futbol/0-1-river-plate-vence-a-san-lorenzo-y-suma-la-recopa-a-su-palmares_54427149097.html#ixzz3RW6BjV3U
Síguenos en: https://twitter.com/@mundodeportivo | http://facebook.com/MundoDeportivo.com