Russia 2018 – Parte bene la Colombia, Teofilo e Cardona battono il Perù per 2 a 0

foto El Pais
foto El Pais

Inizia col piede giusto l’ avventura della Colombia alle qualificazioni valide per i mondiali di Russia 2018. A Barranquilla la selezione colombiana riceveva il Perù ed i Cafeteros sono stati bravi ad avere la meglio di un avversario ben messo in campo e molto organizzato. La squadra di Pekerman ha vinto per 2 a 0 davanti ai propri tifosi e Teofilo Gutierrez, autore della prima delle due reti messe a segno dai colombiani, si è pure tolto la soddisfazione di segnare la rete numero 100° della propria nazionale in casa alle fasi eliminatorie. La gara – Fin dal primo minuti la Colombia capisce che non sarà facile avere la meglio di un Perù schierato con un 4-4-2 molto corto e con entrambe le fasce ben presidiate per evitare le scorribande di Cuadrado da una parte e Cardona dall’ altra, lasciando a Pizarro e Guerrero il compito di fare male alla difesa di casa. La Colombia per la prima mezz’ ora soffre questo atteggiamento degli ospiti e in particolare Teofilo Gutierrez non riesce quasi mai a ricevere palloni giocabili in quanto chiuso dalla morsa dei centrali peruviani molto ben sistemati. Il primo pericolo per la Blanquirroja arriva al 30′ minuto quando una punizione dalla sinistra di Cardona trova Bacca libero in area, ma il numero 7 non riesce a trovare l’ impatto col pallone sciupando un’ ottima occasione da gol. Passano 5 minuti però e la Colombia riesce a guadagnarsi un corner dalla destra, alla battuta va sempre Cardona che pesca Zapata ben appostato al centro dell’ area, il colpo di testa del difensore del Milan viene deviato in rete da Teo Gutierrez appostato a pochi passi da Gallese e tenuto in gioco dai difensori peruviani, esplode di gioia la punta e con lui anche il Metropolitano e i 50.000 tifosi presenti. Molto bravo “Teo” a farsi trovare al posto giusto al momento giusto e a non sbagliare seppur da pochi passi, il gol è il giusto premio per un primo tempo che ha visto Gutierrez andare a rubare palloni e lottare anche in zone del campo non sue. La prima frazione si chiude senza altre occasioni e si va alla pausa sul risultato di 1 a 0 per la Colombia. La ripresa incomincia con la più grande occasione per gli ospiti di tutti i 90′ minuti: Guarin perde uno sciagurato pallone nella sua metà campo e Carrillo servito da un compagno si trova libero sulla sua fascia, bel passaggio basso per Paolo Guerrero, ma il barbaro colpisce un palo incredibile con Ospina immobile a guardare il pallone che si fa tutta la linea ma non entra. Incredibile errore dell’ attaccante del Flamengo che da quella posizione doveva assolutamente fare gol. Passato lo shock la Colombia si riorganizza con Cuadrado sempre pronto a far ripartire l’ azione, ma Bacca è fuori partita e il solo Gutierrez non basta per chiudere la gara, rischiando di complicare le cose dato che il Perù di Gareca non molla mai e va vicino al gol del pari in almeno due occasioni con reyna (entrato nella ripresa) e Guerrero. Ma anche il pacchetto difensivo di Pekerman è ben disposto e ha nei due centrali, Murrillo e Zapata due ottimi interpreti. Proprio nel momento di maggior difficoltà, in cui i padroni di casa hanno rischiato grossissimo con l’ incredibile occasione di Reyna al 88′ che sbaglia malamente a tu per tu con Ospina, la Colombia chiude la gara con una grande azione di Cuadrado, che riceve palla a metà campo e spacca in due un Perù sbilanciato alla ricerca del pareggio, servendo un assist all’ accorrente Cardona, che con un tocco d’ esterno destro scavalca Gallese e chiude i conti, mandando in delirio il pubblico di casa. Buon inizio per la Tricolor il cui prossimo impegno sarà contro l’ Uruguay fuori casa. Non male nemmeno il debutto del Perù, la squadra di Gareca ha dimostrato di essere un cliente scomodo per tutti e con un pizzico di attenzione e di fortuna in più avrebbe potuto racimolare almeno un pareggio.

Tabellino della gara:

Estadio: Metropolitano Asistencia: 50.000 espectadores

Árbitro: Antonio Arias (Paraguay)

Colombia: David Ospina, Santiago Arias, Cristian Zapata, Jeison Murillo, Frank Fabra, Carlos Sánchez, Fredy Guarín, Juan G. Cuadrado, Edwin Cardona, Teófilo Gutiérrez y Carlos Bacca. Cambios: Mejía por Guarín (63), Falcao por ‘Teo’ (75) y Castillo por Bacca (90). DT: José Pékerman

Perú: Pedro Gallesse, Luis Advíncula, Carlos Zambrano, Carlos Ascues, Jair Céspedes, Carlos Lobatón, Josepmir Ballón, Cristian Cueva, André Carrillo, Claudio Pizarro y Paolo Guerrero. Cambios: Reyna por Pizarro (73), Ramos por Zambrano (79) y Hurtado por Carrillo (81). DT: Ricardo Gareca

Goles: 1-0: ‘Gutierrez’ (35). 2-0: Cardona (94).