River Plate, un ottavo per ritrovare la versione “copéra”

imagesR2URBGSN

Dal nostro collaboratore Lorenzo Ciccotosto – A volte, ci si trova davanti ad un bivio tra il passato che non vuole morire ed il futuro che non riesce a nascere: in questo punto morto il Millonario proverà a difendere quel titolo di Campeòn de Amerìca conquistato un anno fa contro il Tigres, precisamente a Quito contro l’Independiente del Valle (la squadra locale lascerà il suo stadio e si trasferirà, per questa notte, all’Olimpico Atahualpa situato nella Capitale ecuadoregna, in grado di contenere 32.800 persone, la cui capienza appunto consentirà non solo ad accogliere più gente possibile, ma anche di contribuire materialmente alle spese per la ricostruzione delle città del nord del paese gravemente colpite dal terremoto la scorsa settimana, in quanto gran parte dell’incasso verrà destinato a ciò, ndr) ad un’altura di 2850 metri sopra il livello del mare, nonostante il River arrivi all’appuntamento in condizioni poco ottimali, sia dal punto di vista fisico che da quello psicologico. “Arriva il meglio, ciò che più ci piace. Siamo coscienti di come si gioca a queste latitudini, abbiamo esperienza, dovremo giocare una partita intelligente qui a Quito per poi concludere la pratica al Monumentàl”, ha affermato l’attaccante argentino-uruguagio Rodrigo Mora.

Gallardo, che ha adottato alcune precauzioni per non soffrire eccessivamente l’altura durante l’incontro, ha un unico dubbio, ovvero la sostituzione dell’infortunato Nacho Fernandez sulla mediana, al cui posto dovrebbe giocare quasi sicuramente Leo Ponzio o, in secondo luogo, Nicolàs Bertolo, per accompagnare l’inamovibile Nico Domingo. L’Inde non sarà un avversario facile, in quanto imbattuto come locàl nel torneo continentale (tre vittorie ed un pareggio, ndr), ma il River non ha occasione migliore per riscattare un quadrimestre calcisticamente povero, che sta vedendo la squadra cruzada affrontare la Primera senza un minimo di stabilità. “Questo gruppo sa bene che passare ai quarti di finale ci permetterebbe di recuperare la forza che ci ha permesso di vincere tutto. Sogno di diventare campione per la seconda volta consecutiva, ed oggi sarà il primo passo verso questo obiettivo”, affermò nuovamente Mora in conferenza stampa. Ore 19.30 (orario argentino, ndr), canale Fox Sports.

PROBABILI FORMAZIONI

Independiente del Valle: Daniel Librado Azcona; Christian Núñez, Arturo Mina, Luis Caicedo, Luis Ayala; Mario Rizotto, Jefferson Orejuela, Bryan Cabezas, Junior Sornoza; Julio Angulo e José Angulo DT: Pablo Repetto.
River Plate: Marcelo Barovero; Gabriel Mercado, Jonatan Maidana, Éder Álvarez Balanta, Milton Casco; Camilo Mayada, Nicolás Domingo, Leonardo Ponzio, Andrés D’Alessandro; Rodrigo Mora e Lucas Alario DT: Marcelo Gallardo.

Arbitro: Heber Lópes (BRA) Assistenti: Rodrigo Correa e Guillermo Días.