Rinascita Cruzeiro: 2-0 all’Atlético e titolo in cassaforte

Dopo due sconfitte consecutive (di cui una era costata l’eliminazione dalla Libertadores) il Cruzeiro si riprende e con una prova magistrale conquista il suo trentaseiesimo Mineirão battendo 2-0 l’Atlético Mineiro: in un finale tesissimo, con tre espulsioni, decidono i gol di Wallyson (75′) e Gilberto Melo (87′).

 

Cruzeiro: titolo in rimonta (cruzeiro.com.br)

Alla fine il titolo è arrivato: nonostante il momento di difficoltà, nonostante i dubbi nati dopo la finale d’andata, a conquistare il campionato mineiro 2011 è stata la squadra che più se l’è meritato nel corso dell’anno. Il Cruzeiro si rialza all’ultimo momento utile, batte 2-0 i rivali dell’Atlético Mineiro all’Arena do Jacaré e festeggia il suo trentaseiesimo titolo statale, il settimo in dieci anni. La rimonta arriva nell’ultimo, nervosissimo quarto d’ora: apre Wallyson al 75′, viene espulso Serginho all’86’, raddoppia Gilberto un minuto dopo, e nel recupero la Raposa subisce le due espulsioni dello stesso Gilberto Melo e di Roger.

CRUZEIRO A TUTTA BIRRA – Dopo due batoste consecutive, l’imperativo per il Cruzeiro è riprendersi: e la Raposa dimostra tutta la sua forza entrando subito in partita a ritmi allucinanti, con un pressing che parte già dagli attaccanti e diventa asfissiante man mano che si va verso la porta di Fábio. L’Atlético è stordito, e fa la cosa più naturale: si chiude in difesa. La tattica sembra funzionare, almeno fino al 22′: cross di Marquinhos, liscio di Guilherme Santos e conclusione a botta sicura di Roger, ma grande parata di Renan Ribeiro. Al 31′ però il portiere sbaglia un rilancio, favorendo Wallyson: l’attaccante, incredibilmente, invece di tirare in porta cerca un improbabile cross, consegnando la sfera tra le braccia dell’estremo difensore e beccandosi una sonorissima lavata di capo da parte di Roger. Sono queste le due principali occasioni del primo tempo, che va in archivio sullo 0-0.

VOLONTÀ PREMIATA – Nella ripresa l’Atlético Mineiro cambia schieramento, con Richalyson e Leléu in campo per dare più copertura. Ma non cambia nulla. Il Cruzeiro continua a crederci e a spingere con rara caparbietà, andando vicino al sospirato gol al 56′: bella azione in velocità sull’asse Gilberto-Thiago Ribeiro-Roger, ma il centrocampista dopo l’inserimento perfetto rovina la scena con un pessimo tiro che va sul fondo. Cuca capisce che è il momento di osare, e passa ad un 3-4-3 inserendo André Dias per Everton, ottenendo più che altro di intasare l’area di rigore creando confusione. Al 29′ l’Atlético va vicino al colpaccio: bella azione di Magno Alves che arriva anche a saltare Fábio, ma perde troppo tempo nell’azione favorendo il ritorno di Victorino, che salva tutto. Come spesso accade nel calcio, gol sbagliato gol subìto: sul ribaltamento di  fronte, magia di Wallyson che supera due avversari e segna con un gran destro.

FINALE AL CALOR BIANCO – Gli ultimi cinque minuti sono – a dir poco – infernali: si comincia con l’espulsione di Serginho Mineiro, che conquista il suo secondo cartellino giallo stendendo Thiago Ribeiro al limite; sulla punizione che ne segue, Gilberto trova la traiettoria perfetta e inizia a scrivere il nome della propria squadra sulla coppa 2011, segnando il 2-0. Da bordo campo, il già sostituito Roger esagera un po’ nei festeggiamenti, prendendosi un cartellino giallo: essendo già stato ammonito in corso di gara, viene espulso a sua volta. Ma non è finita: in pieno recupero lo stesso Gilberto si fa cacciare, ripristinando la parità di uomini in campo. Per l’Atlético ormai però è tardi: il titolo 2011 è del Cruzeiro.

 

TABELLINO

Cruzeiro 2-0 Atlético MG (agg. 3-2)

75′ Wallyson, 87′ Gilberto

CRUZEIRO (4-3-1-2): Fábio; Leandro Guerreiro, Gil, Victorino, Everton (André Dias); Marquinhos Paraná, Henrique (Fabrício), Gilberto; Roger (Léo); Thiago Ribeiro, Wallyson. all. Cuca

ATLÉTICO (4-2-3-1): Renan Ribeiro; Patric, Réver, Leonardo Silva, Guilherme Santos (Bernard); Serginho, Fillipe Soutto; Renan Oliveira (Leléu), Giovanni Augusto, Mancini (Richarlyson); Magno Alves. all. Dorival

Arbitro: Wilson Seneme

NOTE – Ammoniti: Leonardo Silva, Mancini, Serginho, Bernard (A); Victorino, Gil, Gilberto (C); espulsi: Serginho (A) all’86’, Roger (C) all’87’, Gilberto (C) al 90’+1, tutti per somma di ammonizioni.