Recife, l’1-0 non basta: Santa Cruz campione pernambucano 2011

Lo Sport batte il Santa Cruz grazie al gol di Marcelinho (su rigore) ma non riesce ad ottenere il sesto titolo pernambucano di fila: grazie al 2-0 ottenuto all’Ilha de Retiro una settimana fa, il Tricolor può festeggiare il venticinquesimo titolo e sperare che questo sia finalmente l’anno della rinascita.

 

Santa Cruz, un titolo per ripartire (Gazeta press)

Col Santa Cruz era iniziata, col Santa Cruz finisce: la serie di titoli consecutivi conquistati dallo Sport Recife si ferma a cinque, solo uno meno del record storico segnato dal Náutico negli anni Sessanta. Nonostante la vittoria esterna infatti i rossoneri non riescono a ribaltare lo 0-2 subìto all’andata e lasciano al Tricolor il titolo pernambucano 2011. I tifosi del Santa Cruz sperano che questo titolo sia l’antipasto della tanto agognata rinascita: nel 2006 la squadra disputava la Série A, ma poi un gravissimo dissesto finanziario è costato ben tre retrocessioni consecutive, e oggi la squadra disputa per la terza volta nella sua storia la Série D.

LA PARTITA – Davanti ad oltre 62.000 spettatori, il Santa Cruz si prepara già a festeggiare il titolo: solo un ko con tre o più reti di scarto negherebbe la gioia dello scudetto agli uomini di Zé Teodoro. La partita è frizzante, e le occasioni non mancano: la prima è per gli ospiti, con il colpo di testa fuori misura ad opera di Bruno Mineiro, al 9′; tre minuti dopo risponde la squadra di casa con la conclusione di Landú, fermato dal portiere in uscita. Il Santa Cruz tende a controllare la gara e ad abbassare i ritmi, ma gli ospiti sono lanciati e diventano difficili da fermare: la foga agonistica messa in campo dal Leão diventa però presto il suo stesso limite, con molte azioni sprecate per troppa fretta. Nella ripresa sugli spalti inizia il count-down, e la squadra di casa assume il completo controllo del gioco impegnado Magrão prima con Gilberto, poi con Thiago Cunha. A tempo scaduto, dopo essere rimasto in dieci per l’espulsione di Alex Bruno, il Recife ottiene finalmente la vittoria, anche se fine solo a sé stessa: Renato viene steso in area, e l’arbitro comanda rigore; al dischetto va il veterano Marcelinho che con freddezza firma l’1-0. È il 93′, tempo scaduto.