Racing, si lavora per la Libertadores: Maxi Moralez subito, tentativo per Lisandro Lopez

IMG

Con il titolo fresco di conquista sotto il braccio, il Racing si appresta a vivere un 2015 che giocoforza lo annovera tra le società favorite per fare incetta di trofei. L’impegno in Coppa Libertadores sarà significativo in tal senso, dato che nei giorni scorsi il presidente Blanco stesso si è detto fiducioso per la campagna continentale, tanto da rispondere con un chirurgico (tutto può succedere” ai tifosi che gli chiedevano il trofeo.

PROFILO DI RITORNO – Se però parlare di Libertadores è ancora prematuro, l’argomento calciomercato mai come oggi diventa attuale. Anche perchè l’Academia punta pezzi da novanta da inserire in un contesto ben collaudato da Cocca, costruttore – nel 2014 – di un gruppo saldo e pronto ad ogni tipo di battaglia. Per dare respiro a Milito ed alternarsi con Bou, il Racing punta forte su Lisandro Lopez; il centravanti ex Lione oggi gioca in Qatar, nell’Al Gharrafa, ma già da tempo ha fatto capire come la sua avventura in Oriente sia arrivata all’epilogo. L’endorsement al Racing era scontato: “Tornerei volentieri in Argentina. Dove? Solo una squadra può farmi muovere da qui in tempo zero, ed è il Racing“. La Licha ad Avellaneda ci è cresciuta professionalmente, ha giocato le sue partite più importanti con quel numero 9 sulle spalle, e da sempre ne è rimasto tifoso. Tuttavia la situazione non è semplice come le parole dei diretti interessati potrebbero far trasparire: “Noi lo porteremmo subito qui – ha detto Miguel Jimenez, vice del presidente Blanco, a Radio La Red – però il suo contratto scade a giugno e il suo club ci terrebbe a finire la stagione con lui in rosa“. Se non è oggi sarà in estate, dunque: “Ma ci impegneremo per averlo in Libertadores“, conclude Jimenez.

UN MAXI… ARRIVO? – Chi invece pare ad un passo dal vestire la maglia biancoazzurra è Maximiliano Moralez. Su di lui c’è forte concorrenza da parte del Velez, altro suo ex club, ma il “Frasquito” avrebbe (condizionale d’obbligo) dato già la disponibilità all’Academia. Il nodo pesante rimane la formula, dato che l’Atalanta vorrebbe monetizzare subito per poi buttarsi su un altro obbiettivo di mercato, mentre il Racing ha chiesto il prestito semestrale con riscatto nel prossimo giugno. Se ne parlerà ancora, soprattutto perchè in Argentina molti media rimangono ottimisti sulla riuscita dell’affare. Dopo il rinnovo di Bou, ufficializzato fino al 2017, si dovrà guardare anche al capitolo uscite prima di incorporare altri eventuali giocatori. Perchè, come ha detto Jimenez, “se uno entra un altro deve uscire, ma ci sono giocatori (Lopez e Moralez ndr) sui quali certi discorsi non possono ricadere“.