Racing, per Sava manca solo l’annuncio

Sava-Técnico-2

L’ufficialità deve ancora arrivare, ma si può quasi certamente dire che sarà Facundo Sava a dirigere il Racing nel 2015. Il Colorado ha trovato l’accordo con il Quilmes per lo svincolo e – nelle prossime ore – si accorderà con l’Académia.

A mettere le carte in tavola ci ha pensato il numero uno del Racing, Victor Blanco: “Sava è sempre stata la nostra scelta numero uno. Gli altri nomi (Barros Schelotto, Alfaro, Sabella ndr) riguardano tecnici che stimo, ma non rientrano nei nostri piani“.

La storia tra Facundo Sava ed il Racing è di lungo corso, perché l’ormai ex tecnico del Quilmes è quasi una bandiera dalle parti del Cilindro. I colori biancoazzurri sono entrati nel cuore di Sava tra il 2006 ed il 2008; un amore scoccato subito, per la grinta e i colpi di questo centravanti sgraziato ma terribilmente concreto. Cresciuto calcisticamente nel Ferro Carril, Sava ha collezionato una fugace apparizione nel Boca Juniors prima di fermarsi cinque anni a La Plata, sponda Gimnasia. Dopo il Racing, anche una fugace scappatella in Europa per giocare con Celta e Lorca. Entrambe esperienze negative.

Da allenatore invece ha avuto subito successo: nel 2012 salva il San Martín, l’anno dopo sfiora il miracolo con l’Union. Poi, all’O’Higgins, sfiora due volte i playoff per il titolo, prima di rientrare in patria al Quilmes, condotto ad un’agevole salvezza con la squadra presa a metà stagione. Oggi il Racing, squadra reduce da un terzo posto e fresca di qualificazione in Libertadores. E che oggi conta già un rinforzo di livello come Lisandro Lopez. Dal 2016 non si scherza più.