Quilmes, è Boghossian l’erede di Cauteruccio; l’uruguayano torna in Argentina dopo i fasti con il Newell’s

Boghossian torna in Argentina: giocherà nel Quilmes
Boghossian torna in Argentina: giocherà nel Quilmes

Quando spaccava le porte con la maglia del Newell’s Old Boys, il futuro di Joaquin Boghossian pareva roseo e destinato in grandi platee europee. Ora il bomber di Montevideo si rimette in discussione, lasciando il Vecchio Continente e salutando definitivamente i Red Bull di Salisburgo, che dalla Lepra lo avevano prelevato a peso d’oro.

Boghól ritorna in Argentina e sarà il nuovo centravanti del Quilmes. Dopo aver perso Cauteruccio e Menendéz, il Cervezero ha pensato a lui per sistemare un reparto offensivo decisamente sterile dopo la perdita dei pezzi grossi, e Boghossian – dal canto suo – si è detto entusiasta di accettare la sfida. Il ragazzo classe 1987 arriva con molte aspettative sull’ambiente, fortemente voluto dal neo tecnico Nelson Vivas, che lo seguiva da tempo.

Il suo score europeo non è invidiabilissimo. In due stagioni piene ha segnato un solo gol in 25 apparizioni tra Red Bull e Cercle Bruges, club belga nel quale ha giocato in prestito.