PRIMERA DIVISIÓN Il Caracas ha omaggiato il suo ex bomber Salisú

salisuCARACAS – Il Caracas ha reso omaggio ad uno dei migliori stranieri che ha calcato i campi della Primera División: il ghanese Ibrahim Salisú.

Durante l’intervallo del ‘clásico’ i dirigenti del Caracas hanno consegnato al bomber una targa di riconoscimento alla carriera e una maglia con il suo numero: il 21, mentre sul maxischermo dello stadio apparivano le immagini dei momenti più salienti della sua vita calcistica. Il calciatore, che tra l’altro ha indossato anche la maglia della Vinotinto, ha giocato per i ‘rojos del Ávila’ negli anni ’90 a cavallo delle stagioni 1991 e 1996. Nell’evento erano presenti i suoi ex compagni di squadra: Gaby Miranda, César Baena, Edgar Bolívar e Polín  Páez Pumar.

L’esordio in campionato del bomber africano risale al 26 gennaio del 1992, con la vittoria per 5-0 contro gli Industriales del Caroní: match disputato nello stadio Brigido Iriarte. Il giocatore ghanese giocò dal primo minuto e segno uno dei gol.

“I migliori desideri per questo club, spero che il Caracas ottenga molte vittorie e titoli nell’arco di tutta la sua storia” sono state le parole dell’ex attaccante.

Salisú in carriera ha segnato 21 gol nella Primera División, durante il suo periodo con la compagine capitolia ha segnato in due occasioni una tripletta: contro il Deportivo Italia nel (1992) e il Maritimo (1993)

Nella sua carriera in ambito internazionale, Salisú ha giocato in tre edizioni della Coppa Libertadores (1993, 1995 y 1996) e in una Coppa Conmebol 1993. In venti gare disputate segnó 8 reti, quelle specialmente ricordate dai tifosi sono state le segnate contro il River Plate (Argentina), Cerro Porteño (Paraguay), e la doppietta contro i peruviani dello Sporting Cristal.

 

FDS