Preliminari Copa Libertadores 2015: Il Palestino centra l’ impresa. Nacional eliminato, qualificazione anche per l’ Estudiantes

Missione compiuta per il Palestino, che dopo 36 anni d’ attesa ritrova la fase a gironi della Copa Libertadores, e lo fa, eliminando il Nacional di Recoba. Inutile dire la portata di tale impresa, il club allenato da Pablo Guede scrive una pagina importantissima di storia, per sè e per i propri tifosi, divisi tra Cile e Palestina. Nell’ altra e ultima partita valida per la  fase preliminare della Copa, ribalta il risultato l’ Estudiantes, che in casa davanti ai suoi tifosi schianta per 4 a 0 l’ Independiente del Valle che all’ andata aveva vinto 1 a 0.

Club Nacional – Palestino 2 – 1 (Renato Ramos 38′, German Lanaro (autogol) 41′, Gaston Pereiro 44′)

Senza pubblico la sfida giocata al Parque Central, i tifosi del Bolso infatti, scontano la squalifica inflittagli dalla Conmebol il marzo scorso a seguito, degli incidenti accaduti in occasione della partita contro il Newell’s.  A partire forte sono gli ospiti, che al 3′ minuto sugli sviluppi di un corner hanno l’ occasione per passare in vantaggio, bravo il portiere Munua a bloccare il pallone in due tempi. La risposta del Nacional non si fa attendere troppo ed arriva 6 minuti più tardi, quando il giovanissimo Gaston Pereiro è bravo a servire nello spazio Romero che però trova l’ attenta risposta di Melo Pulgar. Altra grande occasione per i padroni di casa arriva al 30′, quando Ivan Alonso controlla un pallone al limite dell’ area e scarica una bordata di sinistro che termina di poco a lato alla sinistra di Pulgar. Minuto ’37 passa il Palestino: Valencia prende palla sulla trequarti avversaria, scarica sulla destra dove si trova Marco Riquelme, che mette in mezzo un bel cross sul quale si avventa Ramos che fa 1 a 0 per il Tino. Quattro minuti dopo però, è gia 1 a 1: lancio dalla difesa del Nacional che mette in moto Fernandez sulla destra, bravo l’ esterno a crossare forte e teso in mezzo all’ area, dove trova la sfortunata deviazione di Lanaro che devia il pallone nella propria porta. Nacional di nuovo in partita e discorsi qualificazione riaperti. Il Palestino sembra accusare il colpo e 3 minuti più tardi arriva il 2 a 1. Merito del talento di Gaston Pereiro (il canterano è anche il giocatore urugauyo ad aver segnato più gol nel ultimo sub20 concluso la settimana scorsa). Un pallone recuperato dalla difesa del Nacional, viene girato a metà campo a Ivan Alonso che di prima senza guardare lancia in velocità Pereiro che si beve Farias in velocità, salta Pulgar e deposita in rete il gol del vantaggio. Si va al riposo con l’ inerzia della gara tutta a favore del club di montevideo. Ma chi si aspettava un Nacional arrembante nella ripresa si sbaglia di grosso, i padroni di casa rientrano dalla sosta privi di idee. Al contrario i cileni tornano più compatti e messi meglio in campo. Infatti provano si ad attaccare, ma senza lasciare tutti quei metri di campo che hanno portato ai due gol del Nacional. Apparte qualche punizione di Recoba il gioco lo fanno gli uomini di Pablo Guede. In una notte come questa succede anche che l’ arbitro si trovi costretto al 70′ ad interrompere il gioco a causa dei lacrimogeni lanciati al esterno dallo stadio dalla polizia, intenta a disperdere un gruppo di tifosi locali. Fino al 90′ non arrivano occasioni per il Nacional, anzi l’ ultima grande occasione capita a Marcos Riquelme al 96′ ma il centrocampista argentino sbaglia clamorosamente. Incontenibile la gioia al fischio finale degli ospiti, che festeggiano per loro e per tutti quelli ai quali stanno regalando un  bellissimo sogno. Il club di Osorno giocherà la Copa come detto dopo 36 anni e si regalerà una bellissima trasferta alla Bombonera settimana prossima. Al Jazeera naturalmente si è assicurata i diritti per trasmettere  tutte e sei le partite della fase a gironi. Premiato il lavoro di Guede, la cui squadra gioca un calcio offensivo e propositivo. Le altre squadre del gruppo 5 oltre al Boca sono i venezuelani dello Zamora e gli uruguayi del Montevideo Wanderers.

 

 Estudiantes la Plata – Independiente del Valle 4 – 0 (Leandro Desabato 13′,Guido Carrillo 28′, Leandro Desabato 51′, Arturo Mina (autogol) 90′)

 Nell’ altro match in programma ieri notte, non riesce l’ impresa all’ Independiente del Valle, che doveva difendere la vittoria di misura dell’ andata per 1 a 0.  L’ Estudiantes trionfa per 4 a 0 allo stadio “Ciudad de la Plata”.  Protagonista del incontro è il 36 enne difensore del Pincha, Leandro Desabato che firma il primo ed il terzo gol dei biancorossi. Gli altri due gol del incontro, sono stati segnati uno da Carrillo, mentre l’ altro è stato un autogol di Arturo Mina. La squadra di Mauricio Pellegrino debutterà nel gruppo 7 della Copa, contro il Barcelona di Guayaquil. Le altre squadre che compongono il girone sono i colombiani dell’ Atletico Nacional e i paraguayi del Libertad. Partita senza storia, troppo poco l’ Independiente del Valle che dopo la vittoria dell’ andata accarezzava il sogno della qualificazione, ma in Argentina è stata enorme la differenza di gioco  di organizzazione delle due squadre. Un abisso separava ieri i Los Pincharratas dal club allenato da Pablo Repetto.