Porto Alegre epicentro, Internacional e Gremio comandano il Brasileirão

O jogador Aylon do Internacional comemora gol durante a partida entre Santos e Internacional RS, válida pela 4ª rodada do Campeonato Brasileiro 2016, no estádio Vila Belmiro, em Santos (SP), neste domingo (29).

O jogador Aylon do Internacional comemora gol durante a partida entre Santos e Internacional RS, válida pela 4ª rodada do Campeonato Brasileiro 2016, no estádio Vila Belmiro, em Santos (SP), neste domingo (29).

Brasilia? Rio de Janeiro? San Paolo? No, oggi la capitale del Brasile è Porto Alegre; Internacional e Gremio comandano il Brasileirão dopo quattro turni ed un ultima giornata molto convincente, anche se in maniera diversa. Infatti, se i ragazzi allenati da Roger Machado hanno passeggiato nel 2-0 al Coritiba, il Colorado ha risolto con pazienza, attenzione ed un pizzico di fortuna il match contro il Santos, penalizzato dalle tante assenze cause infortuni e Copa America. Rimane nella parte alta della classifica anche il Santa Cruz, mentre il Corinthians inanella il secondo successo di fila con una prova finalmente convincente, salendo al quarto posto.

L’EROE DELLA VILA A Vila Belmiro il Santos cade in casa contro l’Internacional; il Colorado di Argel Fucks vince un match molto equilibrato e praticamente privo di emozioni, e lo fa grazie proprio ad una mossa vincente del tecnico che nel finale pesca il jolly dalla panchina. Pochi istanti dopo essere entrato, Aylon di testa stacca al limite dell’area piccola su angolo di Vitinho e insacca la palla alle spalle dell’incolpevole Vanderlei, lanciando l’Inter in vetta alla classifica. Non mancano le polemiche in casa santísta, in cui si punta violentemente il dito contro la nazionale, “rea” di aver portato via al Peixe la coppia gol composta da Gabriel Barbosa e Ricardo Oliveira, con quest’ultimo rientrato anzitempo perché malconcio. Un paio di ore più tardi il Gremio risponde ai rivali battendo il Coritiba; le due reti della vittoria arrivano a cavallo tra i tempi con Everton e Luan (su rigore), entrambi bravi ad approfittare delle amnesie di un deconcentrato Coxa. “Vittoria importante – ha commentato Machado, tecnico del Gremio – dobbiamo proseguire il buon lavoro degli anni scorsi“.

PIAZZE D’ONORE – Continua a non perdere il Santa Cruz, una delle poche squadre (quattro, per l’esattezza) ad essere sempre andata a punti sino ad oggi. Sul campo della Chapecoense la Tricolor va avanti con Arthur nel primo tempo, ma viene ripresa da uno sfortunato autogol di Tiago Costa. Assente ingiustificato Grafite, che dopo i sei gol nelle prime tre uscite è rimasto inceppato per novanta minuti. Chi invece ha convinto in pieno è il Corinthians, corsaro a casa dello Sport Recife per 2-0; dopo un’ora di gioco passata a prendere le misure degli avversari, il Timão affonda il colpo a metà ripresa con le reti di Lucca e Marquinhos Gabriel in rapida sequenza. Appaiano il Corinthians in classifica tre grandi del calcio brasiliano: Flamengo, Fluminense e San Paolo. Il Fla espugna Campinas regolando 2-1 in rimonta la Ponte Preta, fresca giustiziera del Palmeiras due turni fa. Per i rubronegros decidono un’autorete di Azevedo e un gol di Jorge, dopo il momentaneo vantaggio locale di Wellington Paulista. Un gol di Fred decide il clasíco di Rio tra Fluminense e Botafogo appannaggio dei primi, che nel finale potrebbero addirittura dilagare ma si divorano due gol con Gustavo Scarpa e Cicero. Il San Paolo vince il derby (sentitissimo) contro il Palmeiras; a decidere la gara è un gol in avvio di Ganso, bravo di testa a scherzare Thiago Martins e battere Prass. Nella ripresa il portiere del Verdão sale in cattedra, mantenendo il match in equilibrio dopo le super parate su Ganso e Kelvin.

LE ALTRE GARE – Il classe 1996 Ewandro è il talento da copertina di questo turno; il centrocampista offensivo dell’Atletico-PR apre la contesa contro la Figueirense e serve a Thiago Heleno la palla del raddoppio. Solo nel finale gli ospiti escono fuori, accorciando con Bruno Alves e cogliendo una clamorosa traversa all’ultimo minuto. Il Cruzeiro non va oltre l’1-1 nel derby contro l’America-MG: al gol ospite di Vitinho risponde De Arrascaeta all’82°, ma al termine del match per la Raposa ci sono solo fischi. Altro 1-1 nell’ultimo incontro di giornata, dove a Bahia sono Vitoria ed Atletico-MG a spartirsi la posta in palio: vantaggio Galo con l’ex laziale Patric, pari a pochi minuti dal termine di Kieza.

RISULTATI E CLASSIFICA