Perù – “U” inarrestabile: anche il Cesar Vallejo va k.o.

(peru21.pe)

Gutiérrez e Flores aggravano la crisi del team di Trujillo

(peru21.pe)
(peru21.pe)

Vittorie anche per Cristal ed Alianza

Dal nostro inviato speciale a Lima, Davide Bozzano

Continua in vetta la marcia solitaria dell’ Universitario Lima, il cui quarto successo consecutivo permette a Balbìn e compagni di mantenere il rassicurante margine di +6 sulla più immediata inseguitrice. Impegnato in casa del sempre più in crisi Universidad Cèsar Vallejo (4 punti nelle ultime 5 partite), i ragazzi di Carranza (ancora “out” mister Chale convalescente dalla recente operazione) risolvono la pratica nel secondo tempo, quando mettono a segno la doppietta decisiva. Al 61’ è Gutiérrez a sbloccare il match su assist di Polo, mentre in pieno recupero (95’) è Flores a raddoppiare su calcio di rigore, con i padroni di casa ormai in doppia inferiorità numerica in seguito alle espulsioni di Cruzado (secondo giallo al 44’) e Ciucci (rosso diretto al 78’). Una prima parte di stagione nettamente dominato dalla “U”, come dimostrano anche i numeri: miglior attacco (24 reti), miglior difesa (8) e di conseguenza miglior differenza reti (+16), con una sola sconfitta fin qui subita. Preoccupa, invece, la crisi de “los poetas” ultimi in classifica a -5 dal quartultimo posto. Pare non funzionare, finora, la cura del neotecnico Comizzo, tra l’altro ex dell’incontro (vinse con il sodalizio dell’Ate il titolo nel 2013).

Ad inseguire le scatenate “merengues” troviamo lo Sporting Cristal, distante 6 punti dalla vetta. Dopo un periodo opaco, che aveva pure messo in discussione la panchina del giovane tecnico Soso, “los cerveceros” tornano al successo superando di misura l’Ayacucho per 1-0. “Hombre del partido” è il giovane Succar, bravo a sfruttare al 10’ l’incursione sulla destra di Revoredo. Un successo striminzito, ma meritato, come testimoniano le numerose palle – gol avute e fallite con i vari Avila, Succar, Ramùa e Rodrìguez.

Torna al successo lo Juan Aurich dopo ben sette turni di astinenza da vittoria e lo fa espugnando il campo del giovane Universidad San Martìn. A decidere il match è un colpo di testa del panamense Tejada al 55’ su calcio d’angolo calciato da Cedròn, facendosi così perdonare il grossolano errore commesso al 18’ quando, dopo aver superato Gallese in uscita sempre su imbeccata del numero ventidue, non riesce a concludere in rete a porta praticamente sguarnita.

Tre punti anche per la terza big della capitale, l’Alianza Lima, a cui basta il diagonale del colombiano Pajoy al 43’ su intelligente verticalizzazione di Vìlchez per superare l’ostico Sport Huancayo.

Termina a reti inviolate (0-0) la sfida fra il Real Garcilaso ed il Deportivo Municipal, con una divisione della posta in palio che sa tanto di “brodino caldo” per entrambe le compagini, che si allontanano così dalla zona alta della classifica. Parecchie le occasioni da gol avute dalle due contendenti, con una rete per parte annullata (Orejuela e Corzo).

Nel primo anticipo di giornata, l’U.T.C. Cajamarca dimostra di essere in un buon stato di forma (11 punti sugli ultimi 15 a disposizione) e continua a risalire la china della classifica in virtù del successo casalingo ai danni del Defensor La Bocana per 2-1. Passati in vantaggio al 25’ grazie a Mendoza, i padroni di casa raddoppiano nella ripresa al 70’ con il neo entrato Vergara (fuori Neyra), mentre cinque minuti più tardi è un calcio di rigore del “solito” Borges (ottava rete stagionale per l’attaccante uruguagio) a rendere più intenso e vibrante il finale.

Nuova delusione per i campioni in carica del Melgar, sconfitto di misura (1-0) nel “forno” (32° circa) di Sechura. I ragazzi di Reynoso, dopo la deludente campagna in Coppa Libertadores (zero punti), sfoderano una prestazione abulica e deludente al cospetto dell’ Alianza Atlético ed incappano così nella quarta sconfitta in undici incontri fin qui disputati. La rete che regala i tre punti (e la zona alta della classifica) arriva al 49’, complice un’ingenuità della retroguardia rossonera. Triangolazione in area in “salsa” colombiana fra Vélez ed Aponzà, cross dalla sinistra indietro da parte del bomber scelto del campionato (9 reti) per l’accorrente Uribe, la cui conclusione vincente passa in mezzo a due difensori e portiere dopo il clamoroso liscio di Villamarìn.

Chiudiamo con l’importante vittoria in chiave – salvezza per l’Uniòn Comercio sul Comerciantes Unidos per 3-2 al termine di un incontro vivace e divertente. L’inizio di match è un autentico Mayora – “show”, capace di andare a segno ben due volte nel primo quarto d’ora (7’ e 13’) sfruttando al meglio i suggerimenti prima di Còrdoba e poi di Velarde. Neanche il tempo di gioire e Ardiles accorcia le distanze un minuto dopo, mentre al 35’ Rios completa l’operazione – rimonta (assist di Ardiles). Quando ormai il pareggio sembra concretizzarsi sullo stadio di Moyobamba, all’88’ i locali trovano i preziosi tre punti grazie ad un calcio di rigore trasformato da Velarde.

RISULTATI E CLASSIFICA