Perù – Cristal, ma che combini? Sporting sconfitto a domicilio

La capolista perde 2-1 in casa del fanalino di coda César Vallejo.

Dietro ne approfitta solo l’Alianza.

peru

Dal nostro inviato speciale a Lima, Davide Bozzano

Nella seconda giornata delle “liguillas” spicca la clamorosa sconfitta fra le mura amiche della capolista Cristal contro il fanalino di coda César Vallejo. Dietro ne approfitta solo l’Alianza, che sfrutta al massimo il turno casalingo contro l’U.T.C. Mezzo passo falso per “U” e Melgar, mentre il “Muni” viene travolto in casa da un caparbio e spumeggiante Juan Aurich e lo Sport Huancayo cade a Sullana.

Liguilla A

Sconfitta inaspettata per lo Sporting Cristal, regolato in casa del fanalino di coda Universidad César Vallejo in quello che sembrava essere un “testa-coda” dal risultato scontato a favore del sodalizio limeño. E’ un inizio… “shock” quello della compagine celeste, già sotto di due gol dopo appena dodici minuti di gioco. Al 4’ Bernaola porta… in vantaggio gli avversari con una sfortunata deviazione con un gluteo sul tentativo di cross dalla destra di Chàvez, mentre otto minuto più tardi è Vidales a raddoppiare di testa su un traversone sempre dalla destra da parte di Quinteros. “Los cerveceros” accusano il colpo e faticano a reagire, ma quando lo fanno (39’) trovano la via della rete: su un calcio d’angolo Rojas salta più in alto del suo diretto marcatore Quinteros ed insacca di testa, appoggiandosi però probabilmente sulle spalle del difensore locale, ma per l’arbitro è tutto regolare. Nella ripresa, il Cristal prova a riversarsi nella metà campo ospite, ma il “fortino” messo su da Ciucci e compagni resiste senza troppi affanni e così “los poetas” conducono in porto un successo preziosissimo in chiave – salvezza.

Clamoroso tonfo casalingo per l’ambizioso Deportivo Municipal, surclassato per 4-1 da un Juan Aurich finora protagonista di un campionato zeppo di alti (pochi) e bassi (molti). Una vittoria in salsa… panamense viste la tripletta del bomber Tejada e del connazionale Addles. Dopo un primo tempo sostanzialmente grigio ed anonimo, nella ripresa il match si vivacizza con ben 5 reti complessive. Al 50’ Tejada sfrutta al meglio di testa un cross dalla destra di De la Haza e raddoppia su un’azione simile al 76’ dopo aver vinto un contrasto in area con Contreras. Un colpo di testa dell’argentino Velasco all’82’ dopo una “torre” sempre di Contreras prova a riaprire l’incontro, chiuso poi definitivamente da due fulminei contropiedi su cui la difesa locale non è esente da colpe. A cinque minuti dalla fine è ancora lo scatenato Tejada a “bruciare” in velocità Contreras su un preciso lancio di Cedròn ed a triplicare, mentre in pieno recupero (94’) è il neo entrato Addles a calare il poker approfittando di una respinta del portiere Delgado su conclusione di Cedròn, a sua volta lesto nell’approfittare di un clamoroso svarione difensivo di Alfageme.

Vittoria scaccia crisi per il Real Garcilaso nella delicata ed inaspettata (alla vigilia del torneo gli andini auspicavano sicuramente a ben altro rendimento…) sfida salvezza contro il Defensor La Bocana. Impegnata di fronte al pubblico amico, la “maquina celeste” s’impone con un netto 4-2 al termine di un match quasi sempre dominato. I ragazzi di Valencia partono forte e prima della mezzora, nel giro di un minuto, ipotecano l’incontro con le reti di Valverde al 28’ e Cosme sessanta secondi più tardi si assist dell’uruguagio Gallegos. Nel recupero di primo tempo (47’), Faiffer serve ad Aponte la sfera che accorcia le distanza e rida fiato alle speranze degli ospiti, ma al 71’ è ancora Valverde, su imbeccata di Villamarìn a riportare i locali a +2 dagli avversari. Il finale è scoppiettante: un calcio di rigore del difensore Reanos all’82’ rimette in carreggiata la matricola allenata da Miranda, ma due minuti più tardi è Villamarìn a chiudere definitivamente i conti capitalizzando al meglio il suggerimento del neo entrato paraguaiano Neumann. Il vero successo per gli andini, però, è stato… il poter scendere in campo, dopo che nei giorni precedenti alla sfida la federazione aveva minacciato di escludere il team de “la ciudad imperial” a causa di alcune irregolarità burocratiche al momento dell’iscrizione al campionato.

Finisce con il classico risultato ad “occhiali” (0-0) la sfida fra Uniòn Comercio e Melgar, pareggio che fa comodo soprattutto agli attuali campioni in carica “arequipeños”, che rimangono così in piena corsa play off.

Liguilla B

Buon punto per il Comerciantes Unidos, capace di fermare di fronte al pubblico amico la seconda forza del torneo, l’Universitario Lima sull’1-1. Passati in svantaggio al 20’ a causa della rete del trequartista “tascabile” Tito su assist di Rengifo, i padroni di casa ottengono il definitivo pareggio con un calcio di rigore del paraguaiano Pérez.

Una rete di Pando a due minuti dalla fine, regala un successo fondamentale all’ Alianza Lima (2-1 alla fine) nella corsa verso i play off. Impegnati in casa contro la diretta rivale dell’U.T.C. Cajamarca, i biancoblu trovano il vantaggio al 2’ grazie ad un colpo di testa del difensore uruguagio Ibanez al 2’ su un perfetto traversone proveniente dalla sinistra da parte di Trujillo. La gioia del pubblico de “los intimos” dura poco: nove minuti più tardi, infatti, un calcio di punizione di Neyra proveniente dalla trequarti trova la difesa locale impreparata e così è Mendoza a metterci lo “zampino” a due passi dalla porta difesa da Butròn. Per il resto della gara, in pratica si gioca ad una porta. Sono sempre i ragazzi di Mosquera a tenere in mano le redini del gioco, sfiorando più volte la rete… un po’ con tutti: Manco (2 volte), Pajoy, Pando, Mimbela e Ramìrez ci provano in tutti i modi, ma la porta avversaria sembra stregata. All’88’ gli sforzi della compagine de La Victoria vengono premiati. Manco difende caparbiamente la sfera sulla fascia destra all’altezza della trequarti e scodella in area un perfetto traversone per la testa di Pando, la cui conclusione non da scampo a Begazo.

Nella giornata in cui quasi tutte le inseguitrici del Cristal non approfittano della sconfitta casalinga della capolista, lo Sport Huancayo perde una ghiotta occasione per avvicinarsi alla vetta cedendo per 3-1 sul difficile campo di Sullana al cospetto dell’Alianza Atlético. Il primo tempo è decisamente equilibrato con lo stesso numero di reti (una per parte), di occasioni (idem) e quasi sotto il profilo del possesso palla (52-48% per i locali). Al 13’ il colombiano Valencia porta in vantaggio i padroni di casa con una staffilata dalla lunga distanza su tocco orizzontale di Aguirre, ma al 40’ è Guzmàn a trovare il pareggio con una deviazione vincente da pochi passi dopo una bella discesa sulla destra di Ross con il proprio diretto marcatore Fernàndez lasciato praticamente sul posto. Nella ripresa i biancoblu spingono sull’acceleratore e si aggiudicano il match. Al 52’ è il difensore Rabanal a riportare in vantaggio la compagine amazzone dopo aver raccolto la sfera terminata sul palo in seguito al colpo di testa di un compagno, mentre nove minuti più tardi è un calcio di rigore del colombiano Aponzà a chiudere definitivamente i conti.

Delicata e fondamentale sfida salvezza al Callao fra l’Universidad San Martìn e l’Ayacucho, terminata con un salomonico. Un risultato che gli andini possono vedere in due modi come nel classico bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Da un lato i ragazzi del tecnico argentino Leeb posso gioire per aver mantenuto un buon +4 in classifica sui diretti rivali, dall’altro c’è il rammarico per non aver messo una grossa ipoteca sulla salvezza essendosi trovati in vantaggio fino ad otto minuti dalla fine. Il team della “ciudad de la semana santa” sblocca infatti il risultato al 22’ con Arieta ben imbeccato da Noronha ed è lo stesso attaccante colombiano a fallire in seguito due ghiotte possibilità per chiudere il match. All’82’, come detto, arriva il pareggio de “los santos”: calcio di rigore decretato per un dubbio contatto in area e rete di Ortiz dopo che il portiere ospite Villasanti aveva intuito e respinto la conclusione dagli undici metri del difensore argentino.

RISULTATI E CLASSIFICA