Penarol – Battuto in amichevole l’ All Boys, dal mercato arrivano Urretaviscaya e Aguiar. Tentativo per il talento Michael Santos del River

La curva del Penarol
La curva del Penarol

Finalmente un pò di serenità e buone notizie in casa Penarol. Dopo un avvio di 2015 da incubo, culminato con i due Clasicos persi in amichevole contro il Nacional, gli Aurinegros trovano più di un motivo per sorridere, specialmente sul fronte mercato. Intanto, nella notte di sabato è arrivata la prima vittoria di questo precampionato, con un 2 a 0 agli argentini dell’ All Boys. A suonare la carica, a dispetto dei suoi 38 anni, ci ha pensato capitan Antonio Pacheco. Sua la doppietta che ha deciso l’ incontro disputato all’ Estadio Artigas di Paysandù, nel Nord-Ovest dell’ Uruguay. Era la prima apparizione nel nuovo anno della bandiera penarolense, finora rimasto ai box per recuperare dai guai fisici, e il suo carisma pare aver risvegliato dal torpore anche i compagni di squadra. Pacheco ha giocato in tandem con Marcelo Zalayeta e non è un caso che, con loro due in campo, tutto il gruppo abbia offerto una prova convincente. Hanno destato ancora una volta un’ ottima impressione i giovani Octavio Colo e Facundo Rodriguez, in cui mister Bengoechea sembra riporre importanti aspettative.

Jonathan Urretaviscaya
Jonathan Urretaviscaya

Lunga intervista in conferenza stampa per Pablo Bengoechea, che ha toccato diversi punti interessanti. “La squadra sta crescendo” afferma il tecnico, “è normale che ci voglia tempo per conoscerci e raggiungere certi obiettivi, ma sono fiducioso per il futuro del Penarol. Ho il dovere di ripagare i tifosi per l’ appoggio che ci danno quotidianamente“. Sui giovani Octavio Colo e Facundo Rodriguez: “stanno facendo bene, puntiamo molto su quello che il settore giovanile può darci in ottica della prima squadra. Presto avremo a disposizione pure Guruceaga e Nandez. Tuttavia dobbiamo lasciarli liberi di migliorare, senza criticarli quando arriveranno le prime difficoltà“. Alla domanda sul modulo da utilizzare quest’ anno, Bengoechea è chiaro: “non dobbiamo avere avere uno schema tattico obbligatorio, io manderò in campo chi è al massimo della condizione e in base a chi giocherà sceglieremo il modulo più congeniale“. Sugli ormai ufficiali ritorni in maglia oro-nera di Urretaviscaya e Aguiar: “Urreta è già pronto per giocare e si allenerà con noi a Los Aromos in questa settimana. Avevamo bisogno di uno con la sua rapidità. Per Aguiar so che le parti sono vicine, è un calciatore molto amato dai nostri tifosi. Ci daranno sicuramente una mano“. Un pensiero anche su Diego Forlan, sogno di società e tifosi, ma attualmente ancora sotto contratto con il Cerezo Osaka: “lui è un emblema a livello internazionale. Abbiamo parlato, so che il suo desidero è di tornare qua da noi, ricordiamoci però che non sono facili le contrattazioni per certi giocatori. La porta resta comunque aperta“. Infine, Bengoechea trova giustamente un minuto per soffermarsi sull’ addio al calcio di Juan Roman Riquelme: “un grande calciatore, nel suo ruolo tra i migliori al mondo. Unico per come accarezzava la palla, gente come lui dovrebbe poter giocare per sempre“.

Michael Santos
Michael Santos

Non solo Urretaviscaya (dal Pacos Ferreira) e Aguiar (dal Vitoria), infatti il Penarol prova a stringere al più presto per altri giocatori. Svariate le opzioni che la dirigenza sta vagliando da qualche settimana. Da alcune ore circola il nome di Rodrigo Aguirre, fino ad ora mai utilizzato dall’ Empoli in Serie A e tornato quindi all’ Udinese, legittima proprietaria del cartellino. Difficile da una parte far tornare in prestito in Uruguay il classe ’94, preso dai friulani appena sei mesi fa dal Liverpool, dall’ altra però il ragazzo ha voglia di giocare e il Penarol potrebbe dargli l’ occasione. Se Forlan resta il sogno proibito, più fattibile sembra la pista che porta a Michael Santos del River Plate di Montevideo. L’ attaccante 21enne si è messo in evidenza nell’ ultimo Apertura con la maglia dei Darseneros, dove ha collezionato ben 11 reti in 15 apparizioni. Sarebbe un bel colpo, ma sulle sue tracce ci sarebbero interessamenti concreti anche dall’ estero. Vedremo. Continuano le voci su Aguirregaray dell’ Estudiantes, piacciono l’ ex Botafogo Mario Bolatti e l’ ex Nazionale Sub-20 Gianni Rodriguez, attualmente al Benfica B. In Uruguay parlano di un interesse dei Carboneros nei riguardi di Ruben Olivera (Brescia) e Nicolas Freitas (Wanderers), si tratterebbe anche in questo caso di due ritorni che però non convincono appieno Pablo Bengoechea. Sul fronte cessioni invece è ormai definita l’ estenuante trattativa che ha portato Jonathan Rodriguez al Benfica. I portoghesi hanno raggiunto l’ accordo col Penarol e fatto firmare al Cabecita un contratto di cinque anni. Esterno offensivo potenzialmente fortissimo e già nel giro della Celeste, qualcuno racconta di averlo visto piangere al momento di dare l’ addio ai suo compagni: “sarei voluto rimanere per vincere il campionato col Penarol, i tifosi lo sanno bene quanto sono attaccato a questa maglia. Nella vita però non sai mai se occasioni come il Benfica si possano ripresentare e ho accettato di andare in Portogallo per la mia carriera“. Altro tassello importante che ha fatto le valige è El Lolo Estoyanoff: il 33enne saluta dopo due anni e 25 goal segnati e firma un contratto di sei mesi con l’ Al Nasr, squadra saudita di Riyad e allenata dall’ uruguayano Jorge Da Silva. In attesa delle prossime ufficializzazioni, il popolo penarolense freme di conoscere i nuovi innesti, mentre la squadra si prepara alla prossima amichevole internazionale in programma venerdì. All’ Estadio Profesor Alberto Suppici di Colonia arrivano gli argentini del Lanus.

 

  • Manuel

    Bell’articolo…speriamo bene, il Penarol deve trovare presto nuovi giocatori forti e avere di nuovo una squadra per poter davvero vincere il campionato! Bisogna tornare presto al vertice anche in vista del nuovo stadio…a proposito si sa già quando sarà pronto per l’uso???

  • giovanni

    Ciao Manuel il nuovo stadio Campeon del Siglo almeno tra un anno sarà pronto circa febbraio 2016,
    bisogna vedere però come procedono i lavori.
    Lo stadio sarà senza la pista di atletica così il pubblico si sentirà di più mettere pressione alla squadra rivale
    e le tribune verranno dipinte in perfetto stile british con i colori del club giallonero.

  • Federico Gulotta

    esatto.. l’ idea credo fosse quella di renderlo agibile già per l’ inizio della prossima stagione, ma è probabile che sarà pronto per il clausura 2016

  • Manuel

    Ottimo allora tra un anno avremo finalmente il nuovo stadio…e speriamo che il Penarol lo festeggi con almeno la qualificazione alla Libertadores del 2016 che è fondamentale!