PARAGUAY – Un altro pari del Cerro accorcia la classifica: Libertad e Olimpia in agguato

IMG

Il terzo pareggio consecutivo del Cerro Porteño riapre la Primera paraguayana, arrivata in questo weekend alla quindicesima giornata di un Clausura in cui – fino ad oggi – “el club de barrio obréro” aveva fatto la voce grossa. Invece, contemporaneamente all’inopinato stop casalingo del Cerro, Libertad ed Olimpia si rifanno sotto con prepotenza, in attesa di un turno infrasettimanale nel quale la capolista potrebbe essere ulteriormente fermata dal Guaranì, terza forza del campionato.

Il turno si è aperto venerdì sera con l’anticipo tra General Diaz e 12 de Octubre, vinto 1-0 dai padroni di casa che giocano una gara d’assalto, trovando il vantaggio solamente al 90° grazie ad un gol di Espinola. Poche ore dopo, il Guaranì perde una ghiottissima occasione di tornare in vetta alla classifica, cadendo al “Luis Alfonso Giagni“, tana del Sol de America trascinato ancora una volta dal talento classe 1993 Claudio Cesar Corréa. L’attaccante di casa segna una doppietta fondamentale che contribuisce a scrivere il 3-1 finale, dopo che Cabral aveva siglato il momentaneo pari a fine primo tempo. Di un altro giovane virgulto, Cecilio Dominguez, il punto del 3-1.

L’Olimpia corsaro vince uno dei “clasicos” della capitale; con le reti di Guerreño ed Ovelar su rigore, il Decano si porta a casa tre punti importanti per riavvicinare le prime posizioni, scacciando così il Nacional dalla zona coppe. Partita nervosa, ma già si sapeva, accesa fin dall’inizio ma infuocatasi verso l’80° quando l’arbitro caccia il portiere del Nacional, Don, per un fallo da rigore trasformato poi da Ovelar. Pochi istanti più tardi si accende una mischia a gioco fermo, e a prendersi il rosso è Candia. Insomma, non ci si è annoiati.

In una “Olla” strapiena di entusiasmo, il Cerro Porteño non riesce ad andare oltre l’1-1 contro un ben organizzato Rubio Ñu. Il botta e risposta arriva nei primi minuti: al 4° Dani Guiza apre alla sua maniera per gli azulgrana, ma quaranta secondi dopo la difesa di casa si dimentica di Hobecker che – indisturbato – segna l’1-1. Da qui in poi è un monologo, seppur a tratti sterile, di un Cerro che ha mollato per strada troppi punti, e che non vince da quasi un mese. Ok, la casellina delle sconfitte lascia ben sperare, ma urge una spallata seria al semestre. Magari già da mercoledì.

Nelle ultime due partite della giornata vincono Libertad e Sportivo Luqueño, che si impongono con il medesimo risultato (2-1) su 3 de Febrero e Deportivo Capiatà. Il Gumarelo, ora secondo, va sotto in avvio per mano di Ruiz Peralta, ma con una grande reazione trova nel finale la forza per sorpassare la matricola fresca di eliminazione in Sudamericana. Al 79° Balbuena in mischia trova il pari, e poco più tardi Santacruz mette dentro la palla del 2-1.

RISULTATI 15° TURNO
General Díaz 1 – 0 12 de Octubre
Sol de América 3 – 1 Guaraní
Nacional Asunción 0 – 2 Olimpia
Sportivo Luqueño 2 – 1 3 de Febrero
Cerro Porteño 1 – 1 Rubio Ñú
Libertad 2 – 1 Deportivo Capiatá

CLASSIFICA
Cerro Porteño 28
Libertad 27
Guaraní 26
Olimpia 24
Sportivo Luqueño 24
Nacional Asunción 21
General Díaz 21
3 de Febrero 18
12 de Octubre 15
Sol de América 13
Deportivo Capiatá 12
Rubio Ñú 12