Paraguay – Libertad solo in testa, cade l’Olimpia contro il General Caballero. Rientra in gioco il Guaraní

L'Olimpia si infrange sul muro del General Caballero (credito: abc.com.py)
L'Olimpia si infrange sul muro eretto dal General Caballero (credito: abc.com.py)
L’Olimpia si infrange sul muro del General Caballero (credito: abc.com.py)

Turno infrasettimanale dalle parti di Asuncion e dintorni. La diciannovesima giornata dell’Apertura paraguayo ci restituisce una sola capolista, il Libertad che, contro un Cerro Porteño più che rimaneggiato, ottiene i 3 punti utili a proiettarla da sola in vetta.
La trappola per l’Olimpia porta il nome del piccolo General Caballero che in un Defensores del Chaco semideserto liquida la squadra di Jubero 2 a 1.
Sembrano calare le velleità di titolo per il Sol de America che ottiene un solo punto a Luque di fronte ad uno Sportivo Luqueño battagliero.
Bene anche il Guaraní che infila l’ottava vittoria consecutiva e si avvicina a piccoli passi alle prime posizioni.

LIBERTAD D’ASTUZIA – Partiamo dalla sfida della nuova capolista solitaria dove il Cerro Porteño è costretto a mandare in campo i giovani visto che la prima squadra era già a Buenos Aires per affrontare l’impegno di Libertadores contro il Boca Juniors.
Chi si aspettava una passeggiata del Libertad ha dovuto ricredersi sin da subito. I ragazzi guidati da Hector Blanco, assistente di Morinigo, forniscono una buonissima prestazione fatta di corsa ed entusiasmo (per molti era il debutto in Primera) e possono anche recriminare quando nel finale l’arbitro Galeano non concede un penal per un chiaro fallo di Antolin Alcaraz su Matias Rojas.
Ed è proprio Rojas uno dei migliori in campo insieme al portiere argentino Cristian Alvarez, autore di un paio di interventi degni di nota.
Il Libertad, forse sceso in campo poco concentrato, si limita a qualche sporadica accelerata trovando il gol poco dopo il quarto d’ora con un cabezazo di Sergio Vergara.
Ciò che più conta per i ragazzi del Tiburon Torres è l’aver portato a casa i punti che servono per il titolo.
Nelle parole di Blanco rimane tutta la soddisfazione per aver visto all’opera dei ragazzi che scriveranno il futuro del Ciclon: “Prima della partita i ragazzi mi hanno giurato che avrebbero dato tutto e così hanno fatto. Per loro può essere un punto di partenza e l’aver giocato alla pari contro una grande come il Libertad dà enorme soddisfazione”.

CROLLO OLIMPIA – Chi si fa sfuggire il primo posto è l’Olimpia di Fernando Jubero che non riesce ad avere la meglio sul neopromosso General Caballero. La settimana del Decano è stata caratterizzata dalla polemica con il capo degli arbitri Andino, reo di aver accusato alcuni giocatori di essere dei boceadores (dei tuffatori). Non si è logicamente fatta attendere la risposta del presidente Trovato che dopo qualche tweet polemico ha richiesto delle scuse ufficiali. La vicenda non è ancora chiusa e si attendono sviluppi.
Passando all’aspetto sportivo ha pesato come un macigno l’assenza per infortunio del gioiello William Mendieta, uscito anzitempo nella vittoria dello scorso weekend contro lo Sportivo Luqueño.
Tanto possesso palla ma un gioco tutt’altro che brillante hanno permesso alla squadra di Victor Genes di dimenticare il 7-1 dell’andata. La vittoria del piccolo club del barrio Zeballos Cue porta le firme del capitano Oscar Gimenez, bravo a farsi trovare pronto nell’area piccola e Richard Franco che al minuto 57 sovrasta Salcedo e batte Barreto. Proprio del giovane centrale paraguayo era stata la rete del pareggio al termine del primo tempo.
Nel finale la muraglia eretta dall’arquero Ruben Escobar non fa passare nulla ed El Matarife può festeggiare 3 punti d’oro utili per la salvezza.

TRAMONTA IL SOL? – Terza partita senza vittoria per il Sol de America che sembra aver esaurito un pochino di birra nelle ultime uscite.
Nella gara inaugurale di questa 19° giornata la squadra di Garnero era attesa dallo Sportivo Luqueño di Rolando Chilavert.
Dopo un inizio di studio e quando la prima frazione sembra incanalta sullo 0-0, Arevalos porta avanti El Kure-Luque iniziando e finalizzando un’azione in collaborazione con Garcete, abile a superare Servin ed a servire un assist al bacio all’attaccante ex San Lorenzo, al suo 3° centro del semestre.
Al Danzarin serve una vittoria per rimanere agganciato alla vetta e ad inizio ripresa una zuccata del Loco Abreu rimette in carreggiata gli ospiti.
Ad un minuto dalla fine una corta respinta di Ortiz ed un destro su cui lo stesso Ortiz si fa trovare poco reattivo, permettono a Juan Escobar di infilare il 2-1 facendo esplodere il Felicano Caceres.
L’auriazul non ha però fatto i conti con la sfortuna, cosicché l’altro Loco, Dionicio Perez, pareggia i conti due minuti più tardi. El Rolo Chilavert deve rimandare la prima vittoria del suo nuovo corso a Luque.

GUARANÍ INARRESTABILE – L’ottava vittoria consecutiva (cioè tutte quelle a disposizione nel girone di ritorno) ed un gioco sempre più convincente fanno del Guaraní la squadra più in forma del momento.
Protagonista di giornata è Nestor Camacho che nella ripresa fa letteralamente ammattire la difesa del Rubio Ñu andando a segno a metà tempo e nel finale dopo che Fabio Escobar aveva rimesso la squadra di Jara in partita.
Le marcature erano state aperte nel primo tempo da Marcelo Palau che diventa così il miglior marcatore dei suoi con 6 tantos all’attivo.
Los Aborigenes sono attesi ora da 3 scontri diretti. Saranno infatti ospiti di Olimpia (prossima giornata) e Libertad (ultima). Nel mezzo l’impegno all’Estadio Livieres contro il Sol de America.

PAREGGI INUTILI – Nelle rimanenti due gare sia General Diaz-Nacional che River Plate-Deportivo Capiatá terminato con un 1 a 1 che non fa felice nessuno.
Il 16° gol stagionale di Brian Montenegro non serve al Nacional che viene raggiunto a 6 minuti dalla fine dal gol di Nelson Ruiz. Las Aguilas avrebbero meritato qualcosina in più anche grazie ad un netto rigore non concesso dall’arbitro Robles (uscito dal campo scortato dalla polizia).
Si spartiscono la posta anche River Plate (in 10 per un’ora di gioco) e Deportivo Capiatá: vantaggio ospite con Hugo Colace, impattato a metà ripresa dal volante Diego Urunaga.

RISULTATI 19° GIORNATA

Sportivo Luqueño-Sol de America 2-2
General Diaz-Nacional 1-1
Guaraní-Rubio Ñu 3-1
Cerro Porteño-Libertad 0-1
River Plate-Deportivo Capiatá 1-1
General Caballero-Olimpia 2-1

CLASSIFICA

Libertad 37
Olimpia 34
Sol de America 34
Guaraní 31
Rubio Ñu 27*
Cerro Porteño 24*
Deportivo Capiatá 24
Sportivo Luqueño 24
General Diaz 23
Nacional 22
General Caballero 22
River Plate 12

* una gara in meno

PROSSIMO TURNO

Rubio Ñu-River Plate
Sol de America-General Caballero
Nacional-Cerro Porteño
Libertad-Sportivo Luqueño
Deportivo Capiatá-General Diaz
Olimpia-Guaraní