Paraguay – Il clasíco è dell’Olimpia: Leguizamon e Mendieta stendono il Cerro Porteño

Cg18HgRWMAArj0g

Tre punti per avvicinare la vetta e far sprofondare i rivali storici giù in classifica. L’Olimpia vince il clasíco paraguayo andando a sbancare la “Olla“, tana del Cerro Porteño, per 2-1 grazie ad una rete per tempo in un match nervoso e con parecchi cartellini estratti.

Ora il Sol De America, attuale capolista, è ad un solo punto di distanza, ed il Decano pare l’unico club a poter impensierire la matricola che sta ripetendo l’ottimo semestre passato. Dall’altra parte, la truppa diretta dal neo tecnico Morinigo fatica ancora a trovare una sua identità, nonostante qualcosa di buono si sia visto, nonostante la partita del Cerro sia stata spesso improntata sulla battaglia fisica.

IL PROTAGONISTA – William Mendieta si ricorderà per molto tempo questo derby; è lui il grande protagonista della vittoria dell’Olimpia, visto che mette lo zampino in entrambe le reti, provocando inoltre l’espulsione di Beltran a metà ripresa che di fatto chiude i giochi. Dopo un paio di occasioni nitide, gli ospiti passano in vantaggio grazie all’esterno Leguizamon, su azione imbastita proprio da Mendieta, che nella ripresa con un assolo personale raddoppia e di fatto scrive la parola fine al match. Dopo lo 0-2, e in inferiorità numerica (Beltran colpisce l’avversario a palla lontana prendendo il rosso diretto), il Cerro però reagisce più di cuore che di testa; così, a dieci minuti dalla fine i neoentrati Ortigoza e Dominguez confezionano il gol della bandiera, segnato da quest’ultimo, uno dei prodotti più interessanti della cantéra azulgrana. L’assalto finale però non porta a nulla: Asuncion, per una notte, si tinge di albinegro.