Paraguay – Dopo due partite il Guaraní è solo in testa. Il Cerro Porteño saluta Morinigo, esonerato al termine della partita contro il Nacional

(credito: tigosports.py.com)
(credito: tigosports.py.com)
(credito: tigosports.py.com)

Pochi gol in questo secondo turno del Clausura paraguayo che ha visto terminare in parità ben 4 partite delle 6 disputate.

CAPOLISTA – Ad approfittarne è il Guaraní di Francisco Arce che nel posticipo batte 1-0 in trasferta il General Caballero balzando in testa alla classifica.
Buona prova del Cacique che con pazienza e spirito di squadra batte un General Caballero tutt’altro che arrendevole.
Nella prima frazione meglio gli ospiti che creano qualche buona occasione con Camacho e Lopez senza però far male alla retroguardia del Matarife.
Gialloneri che protestano anche per un contatto più che sospetto su Palau. L’arbitro Franco non concede un rigore che sarebbe stato sacrosanto.
I padroni di casa si vedono solo in un’occasione quando Leguizamon colpisce la traversa. Nella ripresa è ancora il Guaraní ad avere in mano il gioco ma qualche intervento non sempre ortodosso di Aguilar tiene in vita il General.
Il gol arriva ad un quarto d’ora dal termine grazie alla zampa del Rorro Lopez che deposita in rete un bell’assist di Nestor Camacho.
Nel finale è ancora Leguizamon a mettere paura alla capolista ma il suo tentativo di testa viene messo in angolo dalla difesa giallonera.

ESONERATO – Gustavo Morinigo non è più il DT del Cerro Porteño dopo il pari 1-1 contro un arrembante Nacional.
Nonostante il Ciclon offra una prestazione più che buona sotto il punto di vista delle occasioni, ciò che ha preoccupato maggiormente è stata la tenuta difensiva. Troppe le 4 reti subite in 2 partite senza contare le numerose occasioni sprecate da Sol de America (settimana scorsa) e Nacional (sabato).
Morinigo chiude la sua avventura con numeri decisamente inferiori alle aspettative: su 13 partite disputate sono state appena 3 le vittorie e 7 le sconfitte.
L’ex DT manda in campo dal primo minuto Alvaro Pereira. Il terzino uruguagio non fa male, ma soffre terribilmente in una difesa che fa più acqua che altro.
Il primo tempo è molto frizzante ed entrambe le squadre hanno delle buone occasioni per passare.
Il match si sblocca al 27′ minuto grazie al gol più bello di questa giornata. Luis Leal prende palla e scaglia un missile da 25 metri che si insacca sotto l’incrocio dei pali alle spalle di un incolpevole Gimenez.
Neanche il tempo di esultare che gli ospiti pareggiano immediatamente sugli sviluppi di un calcio d’angolo. David Mendoza insacca in solitaria mentre il Cerro gioca alle belle statuine.
Nella ripresa è il Nacional a farsi preferire ma Anthony Silva torna a fare il suo mestiere (disastrosa la prova di 7 giorni fa) neutralizzando gli attacchi dell’Academia.
Il Ciclon è momentaneamente affidato alla guida di Gustavo Florentin, mentre il Nacional si rinforza firmando per un anno l’ex Brescia e Cerro Porteño Victor Hugo Mareco.

INSEGUITRICI – Alle spalle del Guaraní troviamo il trio formato da Libertad , Olimpia e Sol de America.
Il Libertad è protagonista di un’opaca prova di fronte al Deportivo Capiatá. A decidere la sfida ci pensa il solito Santiago Salcedo che nella ripresa approfitta di una distrazione della difesa avversaria per regalare la prima vittoria ai campioni in carica.
Lo stesso attaccante del Gumarelo era stato premiato in settimana come uno dei migliori goleador dei campionati americani.
Il Tiburon Torres ha mandato in campo anche Jorge Moreira a differenza di quanto si vociferava in settimana. Il laterale destro è sempre più vicino ad approdare in Argentina al River Plate (mancano piccoli dettagli).

Ancora priva di Santa Cruz l’Olimpia non va oltre lo 0-0 a Ciudad del Este contro il Rubio Ñu.
Privo di Julian Benitez il Decano spreca molto nel primo tempo, compreso un rigore calciato in malo modo da Mendieta.
Nella ripresa la partita è a senso unico con il Rubio che le prova tutte per portare a casa i 3 punti, trovando però sulla sua strada un Diego Barreto in formato super. Sono almeno 5 le parate decisive dell’estremo difensore bianconero.
I biancoverdi hanno approfittato della superiorità numerica dovuta al folle gesto di Mencia che ad inizio ripresa si è fatto cacciare per un intervento scomposto sulla schiena di Campuzano.

Si scrive Sol de America, si legge Ernesto Pinti Alvarez. 4° gol in 2 partite per l’attaccante argentino che al 72′ minuto pareggia dagli 11 metri il gol di Rogerio Leichtweis che aveva portato avanti lo Sportivo Luqueño al Defensores del Chaco.
Sportivo che avrebbe meritato miglior sorte nell’arco di tutta la gara ma i tentativi dello stesso Leichtweis ed un palo di Garcete hanno negato una vittoria che sarebbe stata sacrosanta.
La squadra di Luque può consolarsi con l’acquisto di Pablo Zeballos, arrivato in settimana dal Libertad.

LUCE SUL RIVER – Dopo 22 anni il River Plate ha finalmente un impianto di illuminazione all’altezza al Jardines del Kelito, piccolo stadio situato nel barrio Mburicaódi Asuncion.
La prima uscita è però con poche emozioni visto il pareggio a reti bianche con il General Diaz diretto rivale per la salvezza.

RISULTATI 2° GIORNATA
Deportivo Capiatá-Libertad 0-1
Cerro Porteño-Nacional 1-1
Rubio Ñu-Olimpia 0-0
River Plate-General Diaz 0-0
Sol de America-Sportivo Luqueño 1-1
General Caballero-Guaraní 0-1

CLASSIFICA
Guaraní 6
Sol de America 4
Libertad 4
Olimpia 4
Nacional 2
River Plate 2
General Diaz 2
Cerro Porteño 1
Deportivo Capiatá 1
Sportivo Luqueño 1
General Caballero 1
Rubio Ñu 1