Paraguay: domani va in scena un Superclasico decisivo per la stagione

196352hp2Altro giro, altro Superclasico. Quello che andrà in scena domani al Defensores del Chaco sarà il numero 407 con l’Olimpia che proprio nella gara di andata ha superato il Cerro Porteño in termini di vittorie totali (144 a 143) grazie alla rete del solito Ovelar.
Sarà un Superclasico che ci dirà molto per entrambe le squadre, il Cerro deve per forza ottenere i 3 punti se vuole conquistare il titolo dopo la brutta uscita in Copa Sudamericana ed anche l’Olimpia è chiamata a fare posta piena più che altro per un posto in Libertadores che in caso di sconfitta si allontanerebbe di molto, contando che Libertad e Guaranì sono ormai certe di avere due posti su tre.
Nelle ultime due settimane poi, ci sono state anche delle polemiche a seguito del mancato svolgimento della partita tra Guaranì e Cerro Porteño con questi ultimi che hanno chiesto il rinvio a seguito del doppio impegno in Sudamericana. La cosa non è stata presa bene dal presidente dell’Olimpia Marco Trovato che ha più volte ribadito come questo sistema sia volto a favorire la vittoria finale della squadra di Astrada.
All’insegna del nervosismo la settimana del vulcanico presidente Decano che ha anche accusato qualche suo giocatore di scarso impegno dopo le ultime brutte prestazioni.

L’eliminazione per mano del Boca ha lasciato qualche strascico in casa Ciclon. Dapprima per l’infortunio di Gamarra che starà fuori 6 mesi per la rottura dei legamenti e poi per alcune brutte prestazioni come quelle di Romero e Dos Santos mai entrati nel vivo della partita. Ma Astrada e tutto l’equipo azulgrana guardano ormai alla sfida di domani come confermato dalle parole di Bruno Valdez: “Un’eliminazione molto dolorosa, volevamo andare avanti ma è andata male. Dobbiamo pensare a quello che viene, cercare di diventare campioni del clausura”.

In casa Olimpia non se la passa di certo meglio Nery Pumpido che, archiviate le polemiche con Mario Jacquet tecnico del Sol de America, torna a concentrarsi sugli obiettivi stagionali del Decano.
Proprio il pareggio contro il Danzarin pare aver allontanato qualsiasi sogno di gloria di conquistare quel titolo che manca da ormai 3 anni e tutta la squadra pare aver risentito degli infortuni in difesa, gravi quelli di Salinas e Salcedo con quest’ultimo che è tornato ad allenarsi in settimana dopo appena 20 giorni dalla frattura al braccio, ma che comunque non sarà a disposizione per la partita di domani.

A differenza di ciò che è successo in Uruguay per il Superclasico tra Nacional e Peñarol, nessuno scontro o intimidazione da parte delle opposte tifoserie che domani riempiranno in lungo ed in largo il Defensores del Chaco.
Nella speranza che tutto resti calmo e nel limite del colorito tifo, non mi resta che augurare a tutti un Buon Superclasico!!

PROBABILI FORMAZIONI

Cerro Porteño: Diego Barreto; Carlos Bonet, Victor Mareco, Bruno Valdez, Cesar Benitez; Juan Franco (Mauricio Sperduti), Jonathan Santana (Julio Dos Santos), Fidencio Oviedo, Oscar Romero; Sergio Diaz, Josè Ortigoza. DT Leonardo Astrada

Olimpia: Victor Centurion; Gustavo Noguera, Carlos Paredes, Julio Manzur, Jonathan Lacerda; Carlos Guerreño, Eduardo Ledesma, Miguel Amado (Walter Clar), Josè Montiel; Carlos Acuña, Cristian Ovelar. DT Nery Pumpido

Arbitro: Antonio Arias

Fischio d’inizio ore 21:30 (le 17:30 ad Asuncion)