PARAGUAY – Banegas di recupero, al Libertad il “clasíco” contro l’Olimpia

IMG

Un istante che cambia tutto. E’ il minuto 92 del clasíco tra Olimpia e Libertad, con in palio punti importanti ai fini della classifica dato che – una vittoria – potrebbe dire molto per entrambe. Nestor Camacho raccoglie un pallone sulla fascia e lo mette dentro con il classico cross della disperazione, ma in mezzo all’area spunta la testa di Ismael Banegas che spedisce la sfera nel sacco decano. Il tabellone cambia, il Gumarelo vince e mantiene le distanze in classifica da un Cerro Porteño arrembante, che l’Olimpia aveva fermato giusto lo scorso weekeend.

REGNA L’EQUILIBRIO – La zuccata di Banegas evidenzia come in un semestre così serrato anche gli episodi sono sintomo di fortuna e buona sorte. Questo perchè il derby di Asuncion è stato decisamente equilibrato, ed un pari non avrebbe minimamente scandalizzato nessuno. Nella prima frazione il Libertad ha provato a fare la partita, ma i ragazzi di Pumpido hanno saputo tenere bene il campo. Nella ripresa il Decano si è raccolto attorno ai consigli del tecnico, che mandando in campo due attaccanti ha implicitamente lanciato un messaggio ai suoi. La porta ospite viene scossa solo nel finale da un tentativo di Centurion, ma all’ultimo respiro arriva l’episodio che decide la partita. “Purtroppo abbiamo perso la concentrazione proprio nel finale – commenta il tecnico argentino – e siamo stati ingiustamente puniti“. Per l’Olimpia il titolo ormai è utopia, mentre il Libertad prosegue indisturbato la sua marcia in vetta con ottimismo visto il calendario agevole che gli mette davanti tre turni sulla carta facili, e solo all’ultima un altro derby, quello con il Nacional.

LE ALTRE PARTITE – Il diciottesimo turno, che si è chiuso con il clasíco, è stato aperto dalla goleada del Cerro Porteño  ai danni dell’agonizzante 3 de Febrero; per il “club del barrio obréro” il match si mette in discesa da subito, grazie ai gol segnati da Bruno Valdez, Ortigoza e Diaz che permettono ai ragazzi di Astrada di chiudere i giochi già alla fine del primo tempo. Nella ripresa c’è spazio per la doppietta di Jonathan Fabbro, finalmente protagonista dopo tante panchina. Il Nacional perde una buona occasione per rifarsi sotto andando a pareggiare il quel di Luque, dove un gol di Carlos Rolon permette allo Sportivo Luqueño di riprendere l’iniziale vantaggio di Orué. Con lo stesso risultato si conclude Rubio Ñu – General Diaz: locali avanti con Dominguez nella prima frazione, pari di Doldàn ad inizio ripresa.
Nell’ultimo incontro in programma, il Sol de America sbanca Itauguà e conferma il proprio momento positivo (terza vittoria nelle ultime quattro) con un perentorio 4-2 al 12 de Octubre. Sol avanti al 43° con Corréa, che segna la sua personale doppietta dopo il 2-0 di Villasboa. Il gol momentaneo di Roa serve ad accorciare le distanze, ristabilite da Cecilio Dominguez nel finale. Inutile il 2-4 di Centurion, con in “doze” alle quinta sconfitta consecutiva.

RISULTATI 18° TURNO
3 de Febrero 0 – 5 Cerro Porteño
12 de Octubre 2 – 4 Sol de América
Sportivo Luqueño 1 – 1 Nacional Asunción
Rubio Ñú 1 – 1 General Díaz
Olimpia 0 – 1 Libertad
Guaraní – Deportivo Capiatá (stasera)

CLASSIFICA
Libertad 36
Cerro Porteño 32
Sportivo Luqueño 31
Nacional Asunción 28
Guaraní 26
Olimpia 26
General Díaz 23
3 de Febrero 21
Sol de América 20
Deportivo Capiatá 19
12 de Octubre 15
Rubio Ñú 13