Paraguay Apertura 2015: Al 91′ il Libertad espugna il “Defensores del Chaco”, male ancora il Nacional che perde in casa contro il Cerro Porteno

parasudamericaSettima giornata di Apertura in Paraguay, che sarà ricordata molto probabilmente come la data dell’ addio di Nery pumpido dalla panchina dell’ Olimpia Asuncion. Al tecnico non sarà perdonata la sconfitta contro i rivali del Libertad, che costa il secondo Clasico perso in una settimana dopo quello con il Cerro Porteno. Turno che segna la sesta vittoria su sette partite del Guarani, che consolida la testa del torneo, andando a + 5 sulle inseguitrici, che sono Cerro Porteno, Libertad e il Sol de America tutte a 13 punti.

La prima partita della giornata è stata quella tra il Sol de America di mister Mario Jacquet ( candidato alla successione di Nery Pumpido sulla panchina dell’ Olimpia) e lo Sportivo Luqueno, che veniva da due vittorie di fila e pareva essere in un buon momento di forma. Al contrario però la partita è stata dominata dall’ inizio alla fine dai Los Danzarines che hanno dominato per buona parte del match, che è stato risolto dopo cinque minuti del secondo tempo, da un gol di Santiago “Sa Sa” Salcedo lesto a girare in rete un bel cross di Hugo Santacruz, che dalla sinistra ha messo in mezzo un pallone che il numero 7 del Sol de America ha solamente dovuto toccare per mettere in rete e regalare il successo ai suoi.

Pareggiano entrambe per 1 a 1 sia il Rubio Nu impegnato in casa contro il General Diaz, che Deportivo Capiata e San Lorenzo.  Nella sfida tra Rubio Nu e General Diaz a passare in vantaggio sono i padroni di casa con il Solito Cardozo che così raggiunge alla vetta dei marcatori W. Leiva con 5 gol. Il General Diaz però non si abbatte e già al 32′ trovano il pareggio con Ovelar. Nella ripresa la gara è tirata con gli ospiti ben organizzati in difesa che concedono pochissimi spazi a un Rubio Nu che è mancato di idee. Pareggio che lascia entrambe le compagini deluse, in particolare molto rammaricato Alicio Solalinde allenatore del Rubio Nu, che le ha provate tutte per svegliare i suoi, senza però riuscirci. Altro pareggio che serve a poco è quello tra Deportivo Capiata e Sportivo San Lorenzo che si dividono la posta in palio nel giorno dell’ esordio sulla panchina del Rayadito di Cesar Castro. Succede tutto in  5 minuti: al minuto 37′ viene assegnato un calcio di rigore al Capiata, sul dischetto si presenta il difensore Paredes che batte Valinotti e sigla l’ 1 a 0. Cinque minuti dopo però arriva la risposta del San Lorenzo con un gran destro del giovane Miller Mareco che supera l’ incolpevole Vargas  e riporta il punteggio in parità. Anche qui la ripresa non serve a far cambiare il risultato e le due squadre chiudono la partita con lo stesso punteggio del primo tempo. Insoddisfatti i due allenatori, ma mentre il Capiata si trova a 10 punti in classifica, ben diversa la situazione per gli ospiti, che rimangono il fanalino di coda del campionato con soli tre punti dopo sette giornate, insomma ci sarà da lavorare per Cesar Castro che è chiamato a risollevare una situazione non facile.

Nelle parti alte della classifica, continua la marcia del Guarani che con un 11 titolare infarcito di riserve liquida con un gol di Roberto “Toto” Gamarra il Deportivo Santani, che dopo un buon inizio di stagione inizia a mostrare qualche crepa e che dovrà  cercare di invertire il trend negativo già dalla prossima giornata. El Cacique vola a 18 punti in classifica a +5 sulle inseguitrici e con il miglior attacco del campionato e può preparare al meglio il fondamentale match di Copa Libertadores contro il Deportivo Tachira.

Vittorie esterne pesantissime sono quelle del Cerro Porteno e ovviamente del Libertad in casa dell’ Olimpia. Allo stadio Arsenio Erico il Ciclon che in settimana ha mandato via l’ allenatore Leonardo Astrada ( rimpiazzato al momento da Roberto Torres ), umilia per 3 a 0 il Nacional di Gustavo Morinigo. La partita si sblocca nella ripresa quando Ortigoza è il più lesto di tutti a ribattere in rete un tiro sul cui era stato miracoloso Oscar Don, che però nulla ha potuto sulla ribattuta dell’ attaccante del Cerro Porteno. Il due a zero arriva 13 minuti più tardi: grande azione collettiva del trio Ortigoza-Dominguez-Almiron con quest’ ultimo che batte ancora Oscar Don. Pochi minuti più tardi l’ Academia avrebbe anche l’ oportunità di pareggiare, ma il “loco” Perez si divora la rete del 2 a 1. E così al 86′ Cecilio Dominguez chiude la pratica dopo un’ altra grande azione collettiva della squadra del Barrio Obrero che lascia per la terza volta Don impotente nel vedere la palla entrare. Con 13 punti il Cerro si porta nel terzetto di inseguitrici che provano a non fare scappare l’m incontenibile Guarani di questo inizio di stagione. Momentaccio invece per il Nacional, che segna pochissimo ( 4 gol in 7 partite) e nella quale sembra crederci solo il proprio allenatore Morinigo, che predica calma e lasciando intendere che non ha nessuna voglia di dimettersi come in molti chiedono.

Un gol di Rodrigo Lopez sancisce l’ addio di Nery Pumpido dalla panchina dell’ Olimpia, la società ha scelto di allontare l’ allenatore che in 7 giornate ha raccolto 7 punti, pochissimo per un club prestigioso come il Decano. Al “Defensores del Chaco” il Clasico blanco y negro è deciso nella ripresa: a passare in vantaggio è l’ Olimpia con Fredy Bareiro, bravo a stoppare in area un pallone con il petto e a concludere in porta per il gol del 1 a 0. Ma le inside sono dietro l’ angolo per i ragazzi di Pumpido e un calcio di punizione battuto velocemente dal Libertad manda in crisi la difesa di casa, che lascia solo Antonio Bareiro che con un tiro di sinistro batte Campestrini. La pressione aumenta per i padroni di casa, che sanno di dover vincere e così si gettano in avanti senza però trovare il gol del vantaggio. Puntualmente al 91′ il libertad riparte in contropiede con Jorge Moreira che scarica al limite dell’ area dove è pronto Rodrigo Lopez, che riceve il pallone e lo scarica in rete per il gol del sorpasso. Sconfitta dolorosissima per l’ Olimpia e in particolar modo per il suo ormai ex allenatore Nery Pumpido. Il Libertad ritrova i tre punti dopo la sconfitta con il Guarani e si porta a 13 punti con la miglior difesa del torneo insieme al Sol de America.

RISULTATI:

Sol de America – Sp. Luqueno 1 – 0

Olimpia Asuncion – Libertad 1 – 2

Rubio Nu – Diaz 1 -1

Guarani – Deportivo Santani 1 – 0

Deportivo Capiata – San Lorenzo 1 – 1

Nacional Asuncion – Cerro Porteno 0 – 3

 

1 Guaraní Guaraní 7 10 18
2 Cerro Porteño Cerro Porteño 7 3 13
3 Libertad Libertad 7 2 13
4 Sol de América Sol de América 7 1 13
5 Rubio Ñu Rubio Ñu 7 2 10
6 Deportivo Capiatá Deportivo Capiatá 7 -3 10
7 Sportivo Luqueño Sportivo Luqueño 7 -3 10
8 Deportivo Santaní Deportivo Santaní 7 3 9
9 Club Olimpia Club Olimpia 7 0 7
10 Club Nacional Club Nacional 7 -6 6
11 General Díaz General Díaz 7 -2 5
12 Sportivo San Lorenzo Sportivo San Lorenzo 7 -7 3

CLASSIFICA 7°  GIORNATA:

CLASSIFICA MARCATORI

1. Cardozo N. Rubio Nu 5
1. Leiva W. Deportivo Santani 5
3. Doldan D. Diaz 4
3. Fernandez F. Guarani 4
3. González A. San Lorenzo 4
3. Lopez H. Libertad 4
3. Ortigoza J. Cerro Porteno 4
3. Salcedo S. Sol De America 4
9. Arevalos G. San Lorenzo 3
9. Bareiro A. Libertad 3
9. Benitez J. Nacional Asuncion (Guarani) 3
12. Achucarro J. Deportivo Capiata 2
12. Aguilar J. Guarani 2
12. Bareiro F. Olimpia Asuncion 2
12. Dominguez C. Cerro Porteno 2
12. Gonzalez W. Olimpia Asuncion 2
12. Mendieta G. Deportivo Capiata 2
12. Mendoza J. Guarani 2
12. Ortega J. Sp. Luqueno 2
12. Perez D. Nacional Asuncion 2
12. Piris R. Rubio Nu 2
12. Ramirez E. Sp. Luqueno 2
12. Raponi J. Sol De America 2
12. Salgueiro J. Olimpia Asuncion 2
12. Santander F. Guarani 2
12. Teixeira Pereira R. Deportivo Santani 2