Mexico Clausura 2014: Pari per Leon, Santos e Cruz Azul, le aquile cominciano il volo

bravoLa prima giornata di Liga messicana appare più come un’anomalia del calcio messicano, che come un turno qualunque. Una sola vittoria casalinga, 2 esterne e ben 6 partite terminate in parità per un totale di 15 gol.

Cominciamo con l’America che, non perde tempo e mette subito la sesta marcia. El turco, debuto allo stadio Azteca come meglio non poteva: netto 3-0 che schianta il Tigres. Se da un lato non sono mancate le polemiche in mezzo al campo, a causa di una direzione arbitrale che, ai più, è sembrata palesemente a senso unico, dall’altro bisogno dire che la squadra di Ferratti è apparsa totalmente senza idee e senza capacità di reazione. A timbrare la marcatura ci hanno pensato le punte dello strepitoso attacco azulcremaGabriel Rey al 10′, Jimenez al 49′ e il nuovo acquisto Aguilar al 31′.

Ha, senza dubbio, dell’incredibile quello che succede allo stadio Olimpico Universitario del Pumas. I felini, in vantaggio per 2 reti a 0 grazie Ivan Bravo (la prima su rigore), crollano nei minuti finali facendosi raggiungere dal Puebla. Ingenuità, immaturità, inesperienza, tutto si può dire della squadra di Luis Trejo, a maggior ragione se si pensa che la rete del 2-2 è maturata quando ormai eravamo giunti al 95′, su calcio di rigore, per una sciagurata e maldestra uscita di Palacios.

Vittorie esterne, invece, per il Toluca sul Pachuca e per il Queretaro in casa del Morelia. Los gallos, passano grazie ad una rete del nuovo arrivato Miguel Martínez al 17′ e se si pensa che il giocatore è stato lontano dai campi quasi un anno per infortunio, si capisce come questo gol in realtà valga doppio. Los Monarcas, dal lato loro, pur contando su un attacco stellare composto da Duvier Riascos – Jefferson Montero – Héctor Mancilla sciupano tantissimo, non riuscendo a concretizzare le numerose occasioni da gol create.
Los Tuzos, confermano la loro fama di dominatori nel gioco, ma perdenti sul campo. E’ bastata una giocata al 75′, infatti, di Édgar Benítez e Brambila, entrambi ex giocatori del Pachuca, a mandare in rete Pablo Velázquez, definendo lo 0-1 finale.

Sorprendente è invece il risultato maturato allo stadio Olimpico Quintana Roo di Cancun. I campioni in carica del Leon fanno soltanto 1-1 in casa dell’Atlante. Non è bastato l’assedio dei leoni per portare a casa i 3 punti. Il cuore e la grinta dei padroni di casa hanno resistito e hanno dimostrato la voglia che Los Potros de Hierro hanno, di restare in questa Liga.

A Torreón, Santos e Chivas si spartiscono un punto a testa e iniziano questo campionato con il freno a mano tirato. El rebano sagrado, passato in vantaggio dopo 120 secondi con Omar Bravo, si è dimostrato superiore, senza tuttavia approfittarne. Los guerreros, invece, nonostante l’1-1 raggiunto al 50′ grazie ad un autogol di Israel Castro, sono apparsi fuori condizione e leggermente prevedibili.

Pareggi poco emozionanti sono quelli che hanno caratterizzato le altre tre partite: Atlas-Tijuana (0-0), Monterrey-Cruz Azul (0-0) e Juaguares -Veracruz (1-1, in gol Viatri e J. Chiapas).

 

Risultati:

Morelia – Queretaro 0-1
Santos – Chivas 1-1
America – Tigres 3-0
Monterrey – Cruz Azul 0-0
Pachuca – Toluca 0-1
Atlas – Tijuana 0-0
Juaguares – Veracruz 1-1
Pumas – Puebla 2-2
Altante – Leon 1-1

 

Classifica:

1) America 3
2) Queretaro 3
3) Toluca 3
4) Puebla 1
5) Pumas 1
6) Atlante 1
7) Chivas 1
8) Juaguares 1
9) Leon 1
10) Santos 1
11) Veracruz 1
12) Atlas 1
13) Cruz Azul 1
14) Monterrey 1
15) Tijuana 1
16) Morelia 0
17) Pachuca 0
18) Tigres 0