Metamorfosi Cruzeiro: a Belo Horizonte inizia un nuovo ciclo

Everton Ribeiro, ceduto all’Al Ahli

Dopo due anni e altrettanti trionfi nazionali, il Cruzeiro somiglia sempre più al famoso giocattolo: smontato nel momento più bello. La rivoluzione di mercato che sta coinvolgendo la Raposa dopo i successi del 2013 e del 2014 è profonda: via 3 pezzi da 90 e un gregario, tutti titolari. Lucas Silva ha coronato il sogno Real Madrid. Ricardo Goulart è stato reclutato dai cinesi del Guangzhou Evergrande per sostituire il neo viola Diamanti. Everton Ribeiro ha salutato la compagnia dopo due anni vissuti con costanza quasi irreale per volare negli Emirati Arabi, all’Al Ahli, per una decina di milioni di euro. Senza contare la partenza di Egídio, terzino mancino poco reclamizzato, passato agli ucraini del Dnipro. Via anche Nílton, opaco nel 2014 dopo che un 2013 da centrocampista goleador era piaciuto anche all’Inter: è passato all’Internacional. “La nostra intenzione era quella di non cedere nessuno. Ma siamo stati costretti a farlo” dice Gilvan de Pinho Tavares, 74 anni, presidente del club. L’uscita di scena del main sponsor BMG, istituto bancario mineiro che faceva bella mostra di sé sulla maglia del Cruzeiro, ha obbligato a ripensare strategie e investimenti. E così, dopo che un ciclo vincente è finito, nella Belo Horizonte azul provano ora ad aprirne un altro, per dare l’assalto a quella Copa Libertadores che l’anno scorso è svanita ai quarti, contro i futuri campioni del San Lorenzo.

dearras
Giorgian de Arrascaeta il giorno della presentazione

Il colpo in entrata per il tecnico Marcelo Oliveira ha le fattezze delicate di Giorgian de Arrascaeta, 21 anni a giugno, funambolo uruguaiano strappato all’Internacional. “Quando ho giocato qui col Defensor, la tifoseria mi ha impressionato” dice, per motivare il repentino cambio di rotta che lo ha portato a Belo Horizonte dopo che l’interesse colorado pareva poter portare in breve tempo a un’ufficialità. Per l’attacco c’è Leandro Damião, reduce da un’annata da dimenticare in fretta con la maglia del Santos: rimpiazzerà Borges, non confermato, e Marcelo Moreno, tornato al Grêmio. E poi Duvier Riascos, 28 anni, colombiano ex Tijuana. Che già al primo clássico contro l’Atletico Mineiro tenterà di rifarsi di quel rigore paratogli un anno e mezzo fa da Víctor, nei quarti di Libertadores, al 92′ di una epica sfida di ritorno tra il Galo e i messicani. Stranieri come stranieri lo sono pure Joel, camerunense esploso nel Coritiba, e il cileno Seymour, meteora in Italia tra Genoa, Catania, Chievo e Spezia. Dentro anche due laterali: Fabiano, rivelazione della Chapecoense anche in A, già preso per la fascia destra, e un altro cileno, Mena, in arrivo dal Santos per quella mancina. Troppi cambiamenti? Per chi ha come metro di giudizio la ventina di volti nuovi portati a casa nel 2013 da Alexandre Mattos, oggi al Palmeiras, no. Basterà anche stavolta per aprire un altro ciclo vincente?

  • Manuel

    E’ un peccato che sia stata smontata la squadra dominatrice in Brasile di questi ultimi 2 anni, tuttavia l’addio dello sponsor IMG pesa…ma come mai non hanno rinnovato l’accordo??? strano, comunque credo e spero troveranno presto uno sponsor nuovo.
    Lucas Silva è stato giusto cederlo al Real Madrid d’altronde parliamo del club più forte e conosciuto al mondo, dispiace invece vedere andare in Cina e Emirati giocatori come Goulart e Ribeiro,ceduti si a cifre milionarie ma che speravo andassero in qualche club europeo di buon livello e invece hanno scelto strade diverse…Egidio tutto sommato ben sostituito da Mena che arriva svincolato dal Santos causa mancato pagamento di stipendi.
    Damiao spero si possa rilanciare ma non mi convince troppo…d’accordo lasciare andare Borges ma io avrei fatto di tutto per riscattare Marcelo Moreno che è un idolo assoluto dei tifosi e voleva restare a Belo Horizonte!
    Joel ha fatto molto bene in un paio di mesi al Coritiba,era cercato da molti club e il suo arrivo è decisamente un buonissimo colpo sulla carta, per non parlare poi di De Arrascaeta il colpo principale che ha tutto per diventare un grande, Riascos speriamo sostituisca bene chi se ne è andato,i numeri sicuramente li ha…Fabiano e Seymour saranno riserve…a destra Mayke è ancora titolare indiscusso.

    E’ vicino anche il colpo Parà dal Bahia per le fasce difensive…infine se ne andrà anche Dagoberto che è stato messo praticamente fuori rosa dalla società(un vero peccato)che ha detto di non contare su di lui per questa stagione…insomma rivoluzione quasi totale!