Libertadores 2015 – La notte del Palestino: a Santiago arriva il Nacional di Recoba. L’Estudiantes in Ecuador

Copa LibertadoresIn una edizione della Copa Libertadores senza debuttanti, cosa che non accedeva dal 1997, non resta che concentrarsi sui grandi ritorni. Dopo il 4-0 dell’Huracán di due sere fa, questa notte tocca a un’altra squadra che da tempo non frequentava la massima competizione sudamericana per club, il Palestino. Dopo 36 anni il Tino è di nuovo a sfidare le grandi del continente, guidato da un allenatore promettente come Pablo Guede e con un tifo che va ben oltre i confini del Cile e si spinge fino alla Palestina, terra di cui il club di Santiago porta nome e colori: anche a Ramallah e dintorni, grazie ad Al-Jazeera, saranno in molti a seguire la partita contro il Nacional. Gli uruguaiani si presentano all’Estadio Santa Laura con la loro storia ben diversa e, nonostante l’esclusione dalla lista di Sebastian Abreu, con giocatori molto (forse troppo) esperti, dal trentasettenne portiere Munúa al trentacinquenne attaccante Iván Alonso, senza ovviamente dimenticare il trentanovenne Alvaro Recoba. In palio c’è un posto nel gruppo 5 con Zamora, Boca Juniors e Montevideo Wanderers.

Probabili formazioni

Palestino – Darío Melo; Alejandro Contreras, Matías Escudero, Paulo Díaz; Agustín Farías, Mathías Vidangossy, Jason Silva, César Valenzuela; Leonardo Valencia, Diego Chaves, Marcos Riquelme. All.: Pablo Guede

Nacional – Gustavo Munúa; Santiago Romero, José Aja, Guillermo De los Santos, Juan Manuel Díaz; Diego Arismendi, Gonzalo Porras, Gonzalo Bueno, Ignacio González, Alvaro Recoba; Iván Alonso. All.: Álvaro Gutiérrez

Arbitro: Antonio Arias (Paraguay)

Stadio: Santa Laura, Santiago del Cile

Calcio d’inizio: 23.45 (ora italiana)

Chiude l’andata di questa prima fase la gara di Sangolquí tra gli ecuadoriani dell’Independiente e gli argentini dell’Estudiantes. Il Pincha, che torna a disputare gli spareggi per la prima volta dal 2009, quando finì per alzare la coppa, non può che partire favorito nella corsa a completare il gruppo 7, dove aspettano Atlético Nacional, Barcelona e Libertad, ma è difficile capire cosa ci si possa aspettare dai negriazules. La squadra di Pablo Repetto ha dimostrato, nonostante un’esperienza internazionale limitata agli ultimi anni, di saper giocare alla pari con chiunque, restando a un solo gol di distanza dalla qualificazione agli ottavi di finale della scorsa edizione; nelle ultime settimane, però, il mercato ha stravolto la rosa degli ecuadoriani, privati dei vari Sornoza, Gónzalez e Guerrero. Tra gli acquisti da segnalare quello di William Ferreira, bomber uruguaiano reduce da un’esperienza importante con il Bolivar.

Probabili formazioni

Independiente – Librado Azcona; Cristian Núñez, Arturo Mina, Fernando León, Mario Pineida; Mario Rizotto, Dixon Arroyo, Pablo Caballero, Julio Angulo; William Ferreira, Daniel Angulo. All.Pablo Repetto.

Estudiantes – Hilario Navarro; Matías Aguirregaray, Jonathan Schunke, Leandro Desábato, Mauricio Rosales; Carlos Auzqui, Israel Damonte, Leonardo Gil, Alvaro Pereira; Guido Carrillo, Diego Vera. All.Mauricio Pellegrino..

Arbitro: Roberto García (Messico)

Stadio: Municipal de Ruiñahui, Sangolquí

Calcio d’inizio: 2.00 (ora italiana)