Libertadores 2015 – Esultano Palestino, Guaraní e Colo-Colo. Pareggio invece tra San José e Aurich

Palestino-Zamora (4-0; 46′ Chaves, 68′ Valencia, 85′ Chaves, 88′ Vidangossy) 

Gran partita, o meglio, gran secondo tempo. Si, accade tutto nella ripresa quando, il colpo di testa di Chaves su assist di Torres, apre le marcature del match. È un grande Palestino quello visto in campo al Municipal de La Cisterna, concreto e opportunista che raddoppia al 67′ la rete di Valencia autore di un bel destro dall’interno dell’area. Lo Zamora rimane annichilito dal lungo possesso palla dei padroni di casa che, vanno sul 3-0 con la doppietta di Chaves che finalizza all’85’ un lancio in profondità di Vidangossy; lo stesso cala il poker al 88′ quando, raccoglie un pallone al limite dell’area e lo scaglia d’esterno sotto la traversa mandando in estasi gli spettatori. Gruppo cinque ancora aperto dunque, con Montevideo Wanderers e Palestino a contendersi il secondo posto del girone con 7 punti a testa.

Guaraní-Racing (2-0; 67′ Santander, 81′ Palau)

Risultato inaspettato invece nel gruppo otto, con il Guaraní che passa sul Racing Club de Avellaneda per 2-0. Un primo tempo piuttosto equilibrato con i padroni di casa pericolosi con conclusioni da fuori area che trovano pronto il portiere Saja. Nel secondo tempo il Racing inizia a macinare gioco ma la sostituzione al 65′ del Guaraní cambia la partita. Entra in campo l’ex, Federico Santander, che impiega solamente due minuti per confezionare un gran gol e ammutolire i tifosi argentini, giunti al Rogelio Livieres. L’attaccante classe 91′ scaglia il pallone all’incrocio che rimbalzando, in seguito, fuori dalla porta lascia col fiato sospeso tutti i presenti. Lopes convalida la rete. Inutili le proteste dei giocatori del Racing, è 1-0. I padroni di casa vogliono la vittoria che significherebbe il secondo posto nel girone e trovano la rete della sicurezza all’81’, con una bomba dai trenta metri di Palau che inchioda Saja e compagni. Girone ancora apertissimo, con lo Sporting Cristal attualmente terzo, ancora in lotta qualificazione.

Deportivo San José-Juan Aurich (1-1; 35′ Reyes, 42′ Delgado)

Pari e patta tra San José e Aurich, squadre che occupano rispettivamente il terzo e il secondo posto del gruppo sei. L’accesso agli ottavi se lo giocheranno, a distanza nell’ultima giornata, i club di Perù e Cile, a meno di una clamorosa rimonta del River Plate, questa notte impegnato contro i già qualificati del Tigres. Partita divertente quella in scena al Jesús Bermúdez, con l’Aurich che si vede annullare un gol regolare dall’arbitro Zambrano prima di passare in svantaggio, grazie alla rete al 35′ di Reyes. Gli ospiti non accusano troppo il colpo e trovano subito il pareggio al 42′ con Delgado che realizza l’1-1 in volé, raccogliendo un pallone sporco in area dopo una punizione dalla trequarti. Il secondo tempo è ricco di occasioni per entrambe le squadre, soprattutto nel finale con il San José che si gioca il tutto per tutto, ma il punteggio rimane inchiodato e la qualificazione ancora aperta.

Atlas-Colo Colo (1-3; 10′ Paredes, 20′ Medina, Paredes, 90’+2 Caceres)

Nel gruppo uno vince ancora il Colo Colo, che abbatte con tre reti i messicani dell’Atlas, praticamente eliminati dalla Copa Libertadores. Apre le marcature Paredes, che al 10′ trova il colpo di testa vincente per fare 1-0. Il pareggio arriva al 20′ grazie a Medina, che trasforma un rigore causato da un’uscita troppo irruente di Garces. Il Secondo tempo vede i padroni di casa molto più pericolosi ma le grandi occasioni degli uomini di Tomas Boy rimangono tali, e il vantaggio non matura. Nel finale arriva la beffa: in ripartenza, il Colo Colo trova il 2-1 all’85’ ancora con Paredes, che pescato in area, salta Villar e mette a segno la doppietta personale. Gli ultimi minuti servono solo ad assistere al 3-1 finale di Caceres, che mette in cassaforte l’approdo agli ottavi lasciando nello sconforto i presenti allo stadio Jalisco di Guadalajara.

  • giovanni

    Piccolo lapsus credo, i club San José e Juan Aurich nello specifico provengono da Bolivia e Peru, non c’entra nulla Cile, ci sta.
    Occasione sciupata Juan Aurich doveva vincere Gallese migliore in campo
    secondo i telecronisti argentini di Fox Sports nonostante una parata non proprio impeccabile nella parte finale del match difettando nella presa,
    io avrei premiato Reyes autore di un golazo tra l’altro ha fatto venire il mal di testa a Cuba sostituito poi dal giovane ma ancora acerbo Yordy Vilchez.
    Ora River Plate carico e già sapendo il risultato dell’avversario sa che conquistando i 3 punti ha buone possibilità di centrare i quarti di finale
    la rimonta non sarebbe clamorosa a mio avviso è colpa di Juan Aurich che ha sprecato il match point contro San José modesto e indebolito Orue che aveva segnato nella gara d’esordio contro River Plate ha già lasciato la squadra per firmare con Union Comercio.
    Onestamente per regolarità e trasparenza del torneo le ultime 2 giornate dei rispettivi gironi andavano disputate in contemporanea vedi anche nell’altro girone Tachira scenderà in campo virtualmente eliminato, matematicamente no
    ma ha una peggiore differenza reti non si aspettava forse la vittoria di Guarani su Racing deludente a cui serviva un punto per la matematica,
    complicandosi i piani meno forse di Sporting Cristal ma comunque costretto a vincere in Venezuela per tenere il passo.

    Palestino è tornato quello dei bei tempi con Valencia in gran spolvero gol e assist ha giocato a sinistra anzichè a destra, con i movimenti mi è sembrato di rivedere in lui Cassano, beh Zamora era già eliminato,
    comunque Wanderers è favorito ha una partita in meno.

    A far festa l’altra cilena Colo Colo che vince alla grande in Messico, Atlas partito bene nella competizione e anche in partita ma debole nel tenere a bada uno scatenato Paredes vicino alla tripletta e tra gli attaccanti sempre più decisivi in Libertadores (nel podio con Milito e Carrillo direi senza dimenticare Guerron),
    in chiave nazionale lui e Henriquez candidati a sostituire gli infortunati Vargas ,uno dei preferiti del ct Sampaoli, a forte rischio la sua presenza in Copa America chissà se recupera in tempo

    e out anche Nico Castillo che in prospettiva poteva tornare utile,
    sulla carta ci sarebbe Pinilla,
    ma a Sampaoli non piace il centravanti puro preferisce di più il falso 9 magari si inventa Vidal o Hernandez.

    Buona serata,
    per i nottambuli in tv c’è Cruzeiro-Mineros!