Libertadores 2014: troppo The Strongest, Defensor ko

Reinoso The strongestSi chiude l’andata degli ottavi di Copa Libertadores 2014 con la vittoria dei boliviani per due reti a zero sugli uruguagi del Defensor. Prestazione maiuscola per la squadra di Villegas che andrà in Uruguay consapevole di avere già un piede dentro i quarti di finale.

 

The Strongest – Defensor Sporting 2-0: dopo le grandi prestazioni che hanno caratterizzato il suo cammino, lungo la fase a gironi, il The Strongest ratifica la sua superiorità dominando la partita che si gioca sull’altura di La paz (3600 m.s.l.). Ciò nonostante la gara resta bloccata sui binari dello 0-0 fino alla metà del secondo tempo, quando finalmente un colpo di testa di Reinoso, su assist di Escobar, apre la strada a la tigre. Passano dieci minuti e un missile terra aria di Castro, da fuori area, buca Campaña e si infila nell’angolino basso (complice un rimbalzo difficile da prevedere). Per i charrúa, l’unica occasione degna di nota si infrange sul palo. Il ritorno è previsto il 29 aprile e se i boliviani sognano la prima seminifinale della loro storia, gli uruguagi, nonostane il fattore campo, avranno un’altura da scalare, ma questa volta 3600 metri potrebbero non essere sufficienti.

The strongest– Daniel Vaca; Marcos Barrera, Jefferson, Nelvin Soliz; Diego Bejarano, Raúl Castro, Daniel Chávez (59′ Jair Torrico), Alejandro Chumacero; Pablo Escobar,Diego Wayar (53′ Luis Melgar), Jair Reinoso. All.: Eduardo Villegas.

Defensor Sporting – Martín Campaña; Nicolás Correa, Robert Herrera, Matías Malvino, Emilio Zeballos; Mathías Cardacio (75′ Andrés Fleurquín), Giorgian de Arrascaeta (82′ Juan Amado),Federico Gino, Leonardo País; Matías Alonso,Felipe Gedoz (70′ Adrián Luna). All.: Fernando Curuchet.

Marcatori: 69′ Jair Reinoso, 79′ Raúl Castro.

  • Francesco Madeo

    Il Defensor ha impostato la partita come in Perù contro il Garcilaso; 1°tempo di contenimento, sterili attacchi dei boliviani (per lo più con tiri da fuori) e occasione più pericolosa proprio per gli ospiti, con traversa di Gedoz (per il resto in ombra) su punizione. Nella ripresa, il Defensor ha deciso di non accontentarsi dello 0-0, e con qualche incursione di Alonso e De Arrascaeta ha cercato di impensierire i padroni di casa. L’1-0 nasce da un calcio d’angolo senza esito per gli uruguaiani, con la difesa posizionata male. Sul 2-0 c’è la responsabilità di Campana. Nel finale Reinoso manca il 3-0, poi bella parata di Vaca su tiro da fuori di Gino.
    The Strongest 4 partite in casa, 4 vittorie e 1 solo gol subito. Ma fuori è un’altra storia. A mio avviso è ancora tutto aperto. Anzi, pur augurandomi (da simpatizzante delle squadre più deboli) la qualificazione di The Stongest, se dovessi fare un pronostico, punterei sugli uruguaiani.

  • francesco

    grande sto the strongest, finora le squadre boliviane sono le migliori della libertadores, magari non la vinceranno ma si stanno facendo rispettare