Lanus, si lavora in entrata: piacciono Fritzler e Pizarro, Botta è il sogno proibito

IMG

Ora incandescenti in casa Lanus. Dalle parti della Fortaleza si inizia a parlare seriamente di calciomercato dopo che, nei giorni successivi, è stato festeggiato a dovere il centenario della società. Guillermo Barros Schelotto cerca rinforzi soprattutto nel cuore della manovra; per questo gli sforzi della società verranno concentrati proprio in quel settore per permettere al Mellizo di avere a disposizione le pedine richieste.

Il 2015 sarà un anno molto importante per il Granate, che dopo alcuni anni non avrà l’impegno settimanale in Coppa Libertadores e che – come primo traguardo – cerca la qualificazione alla prossima Coppa Sudamericana. I primi nomi sono usciti fuori da un’intervista fatta da Olé proprio al tecnico del club. La società starebbe lavorando sotto traccia per due ritorni importantissimi; il primo è quello del “polaco” Matias Fritzler, che attualmente gioca (poco) in Turchia nel Kasimpasa e pare che proprio in questi giorni stia trattando la rescissione del contratto con il club dell’Anatolia. Parallelamente, sono stati avviati i contatti con i messicani del Tigres per Guido Pizarro, regista che ha già espresso il suo volere di lasciare il Messico per provare nuove sfide. Pizarro ha comunque mercato, è stato richiesto da alcuni club greci e turchi, e dunque andrà convinto – magari facendo leva sul fatto che il Lanus lo ha calcisticamente cresciuto – con i fatti, e non con le parole.

Il terzo nome uscito in queste ore è quello di Ruben Botta, giocatore per il quale Schelotto ha un debole dai tempi del Tigre. “Botta è un giocatore che ci piace molto, ma non sarà facile superare la concorrenza“. Già, perchè sul trequartista mancino dell’Inter pare essersi mosso con decisione il Racing, volto a rinforzare sensibilmente la rosa in vista degli impegni internazionali. L’ultimo capitolo, stavolta catalogabile tra le uscite, riguarda Silvio Romero; il “Chino” potrebbe nuovamente partire, magari proprio per il Messico, anche se a Lanus se lo terrebbero stretto. “Silvio cerca nuove sfide – ha detto Schelotto – se però intendesse rimanere qui per me sarebbe il massimo“.