Inicial 2012: la Top 11 dei migliori acquisti secondo CS!

La copertina di questo Inicial ha molti protagonisti: su tutti il Vélez meritatamente campione grazie ai gol di Ferreyra; ma anche Belgrano e Lanús, competitive per tutta la durata del Torneo; il Racing dei ‘ragazzi terribili’ Vietto, Zuculini e Centurion; i fallimenti di Boca e River, da cui si poteva aspettare di più e, infine, il gran campionato del Newell’s. Ecco a voi la Top 11 dei migliori acquisti di questo Torneo Inicial (la ‘vecchia’ Apertura) secondo calciosudamericano!

1) FACUNDO FERREYRA (Vélez Sarsfield): il primo posto non può che essere del Chucky. Il Banfield, retrocedendo in Primera B la scorsa estate, ha dovuto cedere il proprio gioiello: un milione e 600mila euro che meglio non potevano essere spesi per il Fortín. Ha trascinato il Vélez alla vittoria dell’Inicial e i suoi 21 anni appena, fanno presagire ad un grandissimo futuro per il delantero: se saprà ripetersi con il club di Liniers, arriverà lontano. Tre doppiette (l’ultima, con l’Unión de Santa Fe, decisiva per il titolo) e una tripletta ai campioni del Clausura dell’Arsenal a coronare una splendida stagione. Pres.: 14 Gol: 11 Assist: 2

2) IGNACIO SCOCCO (Newell’s Old Boys): il ritorno in patria dopo le esperienze oltreoceano ha giovato parecchio alla punta di 27 anni, proclamatosi capocannoniere del Torneo. Ottime prestazioni, associate ai tanti gol realizzati, hanno fatto sì che anche Sabella si interessasse al talento dell’ex Aek Atene, schierato in campo con la Seleccion nel Superclassico delle Americhe, perso dall’Argentina, nonostante la doppietta dell’italo-argentino. Più della metà dei gol della squadra, portano la sua firma. Pres.: 16 Gol: 11 Assist: 2

 3) DENIS STRACQUALURSI (San Lorenzo): dopo l’infelice esperienza in Inghilterra, sponda Everton, el Traca torna col botto in Argentina, per tener fede al proprio soprannome. Il campionato del Ciclón è mediocre, l’addio di Caruso Lombardi, travagliato e la squadra ne risente, fatta eccezione per Denis, sempre puntuale in zona gol. Dalla 14esima alla 17esima giornata, quattro presenze e cinque gol. Pres.: 17 Gol: 7 Assist: 4

4) EMANUEL GIGLIOTTI (Colón): ai primi quattro posti, quattro attaccanti. Sembra necessario mettere ai gradini del podio un volto che potremmo vedere presto sui campi italiani: Gigliotti è di proprietà del Novara e se i sabaleros non eserciteranno il diritto di riscatto sul 25enne franco-argentino, il delantero farà ritorno nel Bel Paese. Il Colón non entusiasma in questo Inicial, ma Emanuel riesce a distinguersi per classe e determinazione: quando è andato in gol lui, l’undici di Santa Fe non ha mai perso. Pres.: 16 Gol: 8 Assist: 0

 5) RODRIGO MORA (River Plate): l’uruguaiano era arrivato al River tramite il Benfica, dopo l’esperienza positiva con il Peñarol, senza essere considerato l’acquisto ‘di grido’ tanto richiesto dalla tifoseria. La Pulga, invece, si è dimostrato tra i più positivi dei Millonarios: impiegato da ala destra o sinistra, seconda punta o centravanti, il risultato non cambia: l’attaccante classe 1987 riesce sempre a ben impressionare. Pres.: 14 Gol: 6 Assist: 4

6) VICTOR AYALA (Lanús): il 24enne è riuscito a stupire tutti disputando un campionato su altissimi livelli. Il Lanús è sempre stata nelle primissime posizioni e questo è stato possibile anche grazie alla regia dal centro del campo del paraguaiano ex Libertad. Il primo gol in maglia granata lo sigla proprio contro i futuri detentori dell’Inicial 2012. Viene indifferentemente utilizzato in ogni zona del centrocampo, grazie alla sua grande duttilità e, nonostante questo, riesce sempre a ripagare i gemelli Schelotto per la fiducia. Pres.: 15 Gol: 2 Assist: 2

7) MAXI RODRÍGUEZ (Newell’s Old Boys): si è dimostrato un grande acquisto di esperienza, grazie ai molti anni tra le fila dell’Atlético Madrid prima e del Liverpool, poi. A 31 anni, è tornato dove aveva iniziato, ma non certo per godersi la pensione: la determinazione della Fiera è ancora la stessa degli esordi e in questo Inicial è stato tra i migliori centrocampisti del Torneo, motivo delle convocazioni in nazionale ad opera di Sabella. Suo il gol che ha steso il Vélez alla decima giornata. Pres.: 12 Gol: 1 Assist: 0

 8) GUILLERMO BURDISSO (Boca Juniors): il difensore ex Roma era approdato nella banda xeneize con l’intenzione di conquistare l’Inicial, dopo essersi aggiudicato il Clausura dello scorso anno con l’Arsenal. L’impresa non è riuscita, colpa dei tanti alti e bassi della squadra diretta da Falcioni, ma Burdisso ha confermato ampiamente di essere tra i migliori centrali difensivi del campionato argentino. In gol all’esordio col Boca, contro l’All Boys. Pres.: 10 Gol: 1 Assist: 0

 9) HUMBERTO OSORIO (San Martín): la sorprendente stagione con i Millonarios, in Colombia, aveva convinto il club verdinegro a puntare su di lui e la scelta è stata ripagata. La punta colombiana si è adattata subito al calcio argentino e ha aiutato il proprio club a non concludere in fondo alla classifica, come molti avrebbero potuto immaginare all’inizio di questo Torneo. Pres.: 12 Gol: 6 Assist: 0

10) MARCELO BAROVERO (River Plate): l’arquero tanto cercato in estate dalla dirigenza platense era arrivato tra alcune difficoltà nelle trattative, ma l’attesa non è stata vana. Dopo una vita (calcistica, ovviamente) nel Vélez, a 28 anni la chiamata del River non può essere ignorata: Marcelo riesce a distinguersi tra i migliori portieri argentini e la menzione in questa classifica è d’obbligo. Pres.: 14 Gol subiti: 14 Partite imbattuto: 7

11) ALEXIS CASTRO (Godoy Cruz): arrivato in estate dall’Atlético de Rafaela, il 28enne di Mina Clavero ha stupito molti degli addetti ai lavori per la continuità mostrata sul campo. Spesso Omar Asad lo schiera sulle fasce di centrocampo (indifferentemente a destra o sinistra, nonostante sia un destro naturale), ruolo che ricopre con diligenza, anche se le giocate migliori si possono apprezzare nelle rare partite in cui è impiegato da trequartista, posizione naturale per Alexis in campo. Contribuisce pienamente al mediocre campionato dell’Expreso. Pres.: 17 Gol: 2 Assist: 0