Independiente, grana Mancuello: il rinnovo non arriva

IMG

Un fulmine a ciel sereno dritto sull’Independiente. Pochi giorni fa si era parlato del prolungamento di contratto da parte di Federico Mancuello con il Diablo. Bene, l’incontro c’è stato, ma l’esisto è stato tutt’altro che positivo.

Anzi, un’autentica fumata nera. La società fa sapere che l’entourage di Mancuello ha sconsigliato al ragazzo di prolungare, ufficialmente perchè le cifre scritte sul nuovo vincolo non soddisfano il giocatore. Ufficiosamente, si potrebbe pensare che dopo l’ottimo semestre (già nove gol segnati, da centrocampista) si voglia  provare a far svincolare il ragazzo per renderlo più appetibile sul mercato.

Un grana spinosa, tanto che a poche settimane dalle elezioni per il nuovo presidente, l’attuale numero uno Moyano ha fatto sapere di volersene lavare le mani: “Sarà una grana di chi verrà dopo di me, anche se ora capisco molte cose“. Quali cose? Mancuello, così come altri giocatori passati dall’Independiente, fa parte della scuderia di Jorge Czysterpiller, uno che dalle parti della sede del Diablo non è più ben visto. “Così come con Galeano e Godoy, anche a Mancuello vogliono far fare le stesse scelte” è il commento laconico di Jorge Damiani, dirigente del club. Che, a margine, deve trattare altri due casi difficili come quello del Pocho Insua (notizie di ieri dicono che Insua abbia fatto causa al club per alcune mensilità non corrisposte) e della “Avispa” Velazquéz, anche lui fuori rosa per aver rifiutato il rinnovo.

Insomma, quando il campo non preoccupa, ci pensano i giocatori a rovinare l’armonia del club.