In Copa America 2011 si userà l’aerosol ‘segnaposto’

Lo spray 'segnaposto'
Lo spray 'segnaposto'

Si allarga a tutto il Sudamerica l’utilizzo dell’aerosol ‘segnaposto’, che serve agli arbitri per delineare senza possibilità di errore la posizione corretta da cui vanno battute le punizioni e collocate le barriere.

Lo spray verrà utilizzato in Copa Libertadores e Copa Sudamericana, ma anche – ultima novità – anche nella Copa America 2011 in programma in Argentina.

Fino ad ora l’aerosol era già stato utilizzato nel campionato argentino ma l’approccio nella massima competizione continentale per nazioni è una importante promozione ‘sul campo’.

Tra i vantaggi di questo sistema c’è la resistenza alla pioggia, al vento e alle condizioni climatiche più avverse: la riga tracciata è larga tra i 7 e gli 11 centimetri, affinché possa essere ben visibile da tutti.

Ogni bomboletta può tracciare fino a 10 righe, e ogni riga sparisce da sola tra i 45” e i 3 minuti dopo essere stata tracciata.

La possibilità di vederlo alla prova nella Copa America potrà segnare il futuro dell’aerosol, che ha già molti estimatori in tante federazioni (si sono dimostrare interessate sia quella cilena sia quella statunitense): in Argentina sono aumentati i gol su punizione da quando lo si usa, e questo qualcosa vorrà pur dire.

Il suo costo è accessibile a tutti e permette di perdere molto meno tempo ad ogni fallo: basteranno queste caratteristiche a farlo adottare in tutto il continente?