Il Nacional Asuncion è campione del Paraguay, l’Olimpia molla la presa

Festeggia il Nacional per l'arrivo dell'ottavo titolo della sua storia (foto EFE)

Nel giorno del suo 107esimo compleanno, il Nacional di Asuncion si laurea campione di Paraguay per l’ottava volta nella storia; alla squadra del tecnico colombiano Battaglia basta vincere sul campo del Cerro Porteno, sceso in campo con la squadra riserve, per alzare al cielo un trofeo meritato ed ottenuto dopo una stagione importante, che termina così con la coquista della qualificazione alla Libertadores 2012.

Al General Pablo Rojas è il Cerro a passare avanti, grazie ad un bel gol segnato dal classe 1991 Francisco Garcia, ma la reazione del Nacional è veemente ed il risultato viene ribaltato in pochi minuti, grazie al bomber Aquino ed a Torales.

Sul campo del 3 de Febrero, l’Olimpia doveva vincere e sperare che il Nacional inciampasse ed invece, la squadra di Caballero perde 3-2 e lascia in maniera definitiva le (poche) chanche che ancora rimanevano. Il mattatore del match è stato il centrocampista dei padroni di casa, Caceres Canete, che ha siglato una bellissima doppietta mentre la terza rete per il 3 de Febrero l’ha messa a segno Martinez. Per l’Olimpia, inutili le segnature di Ferreyra (su rigore) e di Pablo Zeballos.

Dopo il Clausura 2009, il Nacional alza un altro trofeo mettendo assieme 47 punti in 22 partite e, davanti ai microfoni del post – partita, si è presentato il capitano Denis Caniza: “Ce l’abbiamo messa tutta, eravamo tesi, ora possiamo festeggiare“.

RISULTATI 22′ ED ULTIMA GIORNATA

Cerro Porteño 1-2 Nacional
3 de Febrero 3-2 Olimpia
Tacuary 0-1 Sol de América
Rubio Ñú 1-0 General Caballero
Guaraní 2-0 Sportivo Luqueño
Libertad 1-0 Independiente