Hoyos: “Il Bolìvar vuole ben figurare in Copa Libertadores”

Ángel Guillermo Hoyos
Ángel Guillermo Hoyos

A tre settimane dal via della Copa Libertadores l’allenatore argentino Ángel Guillermo Hoyos ha raggiunto La Paz per iniziare la sua avventura alla guida del Bolìvar: il primo impegno è in programma il 26 gennaio contro i cileni dell’Unión Espanola.

Il 42enne Hoyos aveva inviato già dalla scorsa settimana a La Paz i suoi collaboratori, per iniziare a porre le basi della sua gestione: esami fisici per tutti i giocatori, test clinici e ‘schedatura’ completata di tutti i membri della rosa.

Dopo una lunga carriera internazionale che lo ha portato anche in Europa (Grecia e Spagna soprattutto), Hoyos si confronterà con la realtà boliviana: “Dovremo intensificare il lavoro fatto fino ad ora”, ha detto subito. “Il Bolìvar è uno dei club più popolari del paese e deve affrontare lo scenario continentale con il giusto prestigio”.

La rosa della squadra è stata e sarà ancora rinforzata con acquisti di importanti giocatori nazionali e internazionali, ha detto il presidente Guido Loayza. Nei prossimi giorni saranno presentati i nuovi contratti nel corso di una cerimonia speciale.

Non solo grandi nomi, anzi: il presidente Loayza ha assicurato che con il 2011 sarà avviato un nuovo progetto più ‘compatibile’, iniziando a reclutare anche giovani interessanti dalle serie inferiori.

Le capacità di lavoro di Hoyos con i giovani sono state ampiamente dimostrate nei cinque anni in cui l’allenatore argentino ha guidato la rappresentativa B del Barcellona in Spagna.